Le forme dell'olio

Incanto

2022
Incanto

L’olio restituisce un percorso sensoriale fin dal primo momento in cui si osserva la bottiglia. Poi, quando la si apre, si sprigionano i profumi accompagnati dalle sfumature dei colori giallo e verde. Infine, il viaggio si conclude con il sapore, quando l’olio avvolge il nostro palato

L'olio dell'azienda agricola Alessandro Ibba trova le sue radici in Sardegna, e questo è un viaggio alla sua scoperta.

“Il nostro Evo nasce da ulivi che si distendono tra le colline di Sennori e Sorso, nel Nord ovest Sardegna, e abbiamo voluto dare rilievo all'origine territoriale unendo le due sillabe iniziali dei comuni così da comporre il nostro marchio SenSo, ma con questo nome vogliamo anche rievocare il percorso sensoriale che l'olio può regalare e che vogliamo interpretare così: parte dal momento in cui si osserva la bottiglia immaginando i luoghi in cui nasce, prosegue stappandola e apprezzandone il profumo con note erbacee di carciofo, cardo e mandorla, versando poi l'olio ci si lascia ipnotizzare dal flusso verde con riflessi dorati e dal dolce suono del trabocco , si conclude nel momento della degustazione, quando l'olio morbidamente avvolge il palato lasciando note amare e equilibrate.

L’Evo imbottigliato proviene da olive fortunate cresciute con vista sul golfo dell'Asinara, per questo l'abbiamo chiamato Incanto, proprio per omaggiare l’incantevole contesto in cui è nato, che è anche il paesaggio raffigurato in etichetta”.

Iscriviti alle
newsletter