Corso Italia 7

Rivista internazionale di Letteratura – International Journal of Literature
Diretta da Daniela Marcheschi

Una galleria di "strana gente"

Storie brevi e cinque romanzi in 600 battute. Roberto Barbolini, saggista e narratore, è autore prolifico; e questa volta pubblica per le edizioni Marietti 1820, nella collana iRèfoli, Mio marito è un mi bemolle, una raccolta di racconti brevi e brevissimi

Corso Italia 7

Una galleria di

Un'irrequieta signora della Milano-bene abbandona i salotti, abbraccia la medicina ayurvedica e aderisce a una setta che chiede l'elemosina per i ricchi.

Un amministratore delegato che si esprime solo nell'inglese del marketing, propone le sue innovative strategie aziendali all'unico cliente che non ne ha decisamente bisogno.

La galleria di "strana gente" che Roberto Barbolini racconta, divertito, in questo libro comprende la storia dell'amante di Agatha Christie, la vicenda di un uomo dotato di una prodigiosa memoria (versione padana del borgesiano Ireneo Funes) e le traversie di un matto che si crede Napoleone (ma potrebbe esserlo realmente).

Le pagine di questi racconti brevi indugiano inoltre sulla relazione tra il gatto domestico e il paradosso di Schrödinger e, soprattutto, rivelano perché non conosceremo mai il volto della ragazzina dai capelli rossi amata da Charlie Brown.

In appendice, cinque brevi storie caustiche – dove il fuoco domina letteralmente la scena – e altrettanti romanzi in 600 battute.

Roberto Barbolini, allievo di Cesare Garboli, Indro Montanelli e Giovanni Arpino, ha vinto il premio Dessì e il premio Valle dei Trulli con i racconti  La strada fantasma; ed è stato inoltre finalista al Premio Viareggio, con Stephen King contro il Gruppo 63. Come autore ha pubblicato per Mondadori, Rizzoli, Longanesi, Garzanti e La nave di Teseo.

Roberto Barbolini, Mio marito è un mi bemolle. Storie brevi e cinque romanzi in 600 battute, collana iRèfoli, e-book, euro 2,99

 

Corso Italia 7

Iscriviti alle
newsletter