Corso Italia 7

Rivista internazionale di Letteratura – International Journal of Literature
Diretta da Daniela Marcheschi

Busenello, il poeta avvocato

Daniela Marcheschi

Busenello, il poeta avvocato

Giovan Francesco Busenello, Delle ore ociose. Les fruits de l’oisiveté, Édition de Jean-François Lattarico, Paris, Garnier, 2016.

Opera monumentale e da non perdere, questa di Lattarico, che raccoglie in mille pagine e poco più l’edizione critica, gli apparati, la Bibliografia e i testi italiani dell’insigne poeta di teatro Busenello (1598-1659) e la loro traduzione in francese. Il poeta-avvocato veneziano comprese rapidamente e bene le potenzialità della nascente opera e scrisse cinque “libretti” notevoli, fra i quali L’incoronazione di Poppea (1643) per la musica di Claudio Monteverdi e altri quattro – Gli amori di Apollo e Dafne (1640), Didone (1641), La prosperità infelice di Giulio Cesare dittatore (1646) e La Statira (1655) – per quella di Francesco Cavalli. Soprattutto, fu un innovatore della scrittura per il teatro musicale, giocata su polimetria e polifonia in grado di produrre forti effetti: di certe sue modalità della versificazione si sarebbe ricordato non a caso Vittorio Alfieri, un secolo e oltre più tardi, per comporre le sue più celebri tragedie.

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter