Gotha Alimentare

Maria Flora Monini

Maria Flora Monini

Nel 2020 ricorre il centenario della Monini Spa e l’imprenditrice spoletina, nata e cresciuta tra le colline della cittadina umbra, si occupa da sempre dell’azienda di famiglia, ricoprendo il ruolo di direzione immagine, comunicazione e relazioni esterne

Olio Officina

Maria Flora Monini [Spoleto (Perugia), 9 giugno 1959] è una imprenditrice olearia, proprietaria di Monini Spa, dove ricopre il ruolo di direzione immagine, comunicazione e relazioni esterne.

 

Biografia

Nata e cresciuta tra le colline della cittadina umbra, dove tuttora vive all’ombra degli ulivi di famiglia, ha due figli, Carolina e Tommaso.

Dopo il diploma al Liceo Classico e una breve parentesi universitaria a Roma, dapprima presso la Facoltà di Biologia e in seguito di Economia e Commercio, si definisce “autodidatta” ed entra nella azienda di famiglia, la Monini Spa, nel 1981 occupandosi del mercato estero.

Il percorso in Monini Spa

Nell'azienda di famiglia, la Monini Spa, entra nel 1981 e con il suo impegno rivolto ai mercati esteri riesce a espandere il marchio Monini in Giappone, Stati Uniti d’America ed Europa, e, in particolare, per quanto attiene il vecchio continente in Inghilterra, Danimarca e soprattutto in Svizzera.

Dal 1989 è alla direzione dellaComunicazione e immagine dell’azienda di famiglia, curandone tutti gli aspetti, dalla produzione delle campagne pubblicitarie alla pianificazione dei mezzi, dai rapporti con le agenzie creative e media, dall’organizzazione delle sponsorizzazioni agli eventi di relazioni pubbliche.

Dal 1991 ha assunto la gestione della società insieme a suo fratello Zefferino.

Nel 2002, dopo 14 anni di alleanza con la Findim, holding della famiglia Fossati proprietari della Star, i fratelli decidono di ricomprare la quota del 35% ceduta nel 1988: "l'olio di famiglia" è di nuovo totalmente nelle mani della Monini.

È stata presidente della sezione Spoleto Valnerina di Confindustria Perugia per i bienni 2009-2011 e 2011-2013.

Fondazione Monini

Respirando fin da bambina l’affascinante atmosfera del Festival dei Due Mondi di Spoleto, inizia molto presto a collaborare alla manifestazione nell’ambito dell’ufficio stampa.

Un legame indissolubile quello di Maria Flora Monini oltre che con l’Azienda fondata dal nonno Zefferino quasi 100 anni fa, con la sua città, il Festival e il suo fondatore, il Maestro Gian Carlo Menotti. Ciò la porta a sostenere sempre più attivamente la manifestazione fino a quando nel 2009, attraverso la Zeflor, holding della famiglia, acquista Casa Menotti, lo storico edificio medievale di Piazza Duomo, dove il Maestro ha vissuto e composto, “per sottrarlo all’abbandono e a mire estranee alle finalità del Festival”.

È nata così la Fondazione Monini, di cui Maria Flora è presidente, e che gestisce il progetto di recupero, restauro e riapertura di Casa Menotti che dal 25 giugno 2011 ospita nelle sue sale il Centro di Documentazione del Festival dei Due Mondi, aperto gratuitamente al pubblico.

Ideatrice e anima del progetto, Maria Flora Monini segue con grande passione le attività di Casa Menotti che periodicamente si riempie di note di giovani concertisti che hanno l’emozione di poter suonare sul piano a mezza coda appartenuto al Maestro, mentre continua l’opera di digitalizzazione e recupero di tutte le vestigia delle storiche edizioni del Festival.

Casa Menotti ospita anche mostre d’arte e incontri culturali con personalità artistiche e giovani talenti provenienti da tutto il mondo. Dal 2010 è anche cornice della consegna del Premio Monini “Una Finestra sui Due Mondi”. Istituito per volontà della famiglia Monini, il premio viene assegnato anno dopo anno a personalità internazionali e giovani talenti ancora sconosciuti al grande pubblico che danno luce al Festival e riporta alla memoria il tradizionale saluto che il maestro Menotti e gli artisti suoi ospiti rivolgevano al pubblico dalla famosa finestra affacciata su Piazza Duomo.

Trai tanti nomi che hanno ricevuto il premio dalle mani di Maria Flora Monini John Malkovich, Michail Baryshnikov, Claudio Santamaria, Willem Dafoe, Tim Robbins, Adriana Asti, Julliet Grecò, Alba Rohrwacher e Stefano Bollani.

CONSULTA le altre biografie: QUI

La foto-ritratto di Maria Flora Monini è di Gianfranco Maggio per  Olio Officina © 

Iscriviti alle
newsletter