Codice Oleario

Alla ricerca dei migliori oli del mondo

Un concorso aperto a tutti i Paesi produttori, il MIOOA, acronimo di Milan International Olive Oil Award. C’è tempo fino al 29 maggio per partecipare alla selezione. È una iniziativa di Olio Officina in collaborazione con il gruppo panel di assaggio Onaoo e la partecipazione di specifiche e distinte giurie formate da buyer Gdo e Horeca, chef, giornalisti, consumatori

Olio Officina

Alla ricerca dei migliori oli del mondo

La qualità è ormai una costante. In molte bottiglie di extra vergini presenti sul mercato, nazionale e internazionale, è ormai frequente trovare prodotti di grande livello qualitativo, con profili sensoriali ben caratterizzati. Ecco dunque la ricerca dei migliori oli al mondo, a partire dall’iniziativa MIOOA, il Milan International Olive Oil Award: QUI

Mentre un tempo la qualità era un traguardo per pochi, oggi si è addirittura raggiunta una qualità che possiamo definire “diffusa”, estesa a tutti gli areali produttivi, non circostanziata solo ad alcuni territori. Tutto ciò con la complicità di alcuni fattori determinanti: l’innovazione tecnologica da un lato, la maggiore consapevolezza degli operatori dall’altro, in grado come sono oggi di prestare maggiori attenzioni a ogni fase del processo produttivo.

Si cerca di immettere in commercio oli con parametri più rigorosi, e se un tempo la qualità era un obiettivo da raggiungere, ora lo è invece l’eccellenza, la qualità eccelsa, ma soprattutto la qualità durevole: una qualità stabile.

Da qui dunque l’idea di misurare e valutare tale percorso virtuoso attraverso un concorso che si cerca di rendere dissimile da quelli esistenti, anche se la sfida è piuttosto complessa, ci sembra giusto affrontarla. Non si può esprimere un giudizio ora, ma a posteriori, e vedremo quel che verrà fuori da questa prima edizione nata peraltro in un contesto operativo difficile, in piena emergenza.

C’è tempo fino al 29 maggio 2020 per partecipare.

Iscriviti alle
newsletter