Codice Oleario

L’assaggio dell’olio via Skype

Può sembrare paradossale, eppure si possono non soltanto degustare e apprezzare gli oli a distanza, ma si possono addirittura effettuare corsi on line, come del resto già da tempo l’Onaoo li realizza con esiti molto soddisfacenti; e ora, in tempi di emergenza coronavirus, questa soluzione diventa perfino necessaria e utile. Ne abbiamo parlato con il capo panel e vicepresidente dell’Organizzazione nazionale assaggiatori olio di oliva Marcello Scoccia 

Olio Officina

L’assaggio dell’olio via Skype

Forse le generazioni del passato, che non sono certo native digitali possono storcere il naso, e invece imparare ad assaggiare l’olio a distanza è possibile, anzi, sarebbe una pratica consigliabile. Ciò che occorre, è semplicemente disporre di un apparecchio che consenta il collegamento internet - computer, iPad, smartphone, magari la banda larga, per agevolare il tutto – ed è fatta. 

Ciò che adesso, in tempi di grande difficoltà dovuta all’emergenza dettata dal Covid-19, è l’unica soluzione possibile, in realtà dovrebbe essere una soluzione praticabile a prescindere da questo periodo così straordinario. 

Marcello Scoccia testimonia come l’Onaoo, di cui è vicepresidente e anche capo panel, questa soluzione la pratica ormai da molti anni. “Per quanto mi riguarda - dice Scoccia -  la mia personale esperienza nel campo della formazione, ormai di qualche decennio, mi porta ad ammettere, e con piena convinzione, che quel che si può trasmettere svolgendo di persona i corsi, sia qualcosa di unico, soprattutto quando si hanno grandi capacità comunicative. Il confronto diretto con gli allievi è qualcosa di impareggiabile e fondamentale, nella parte più strettamente didattica. Onaoo crede moltissimo nella formazione e ci crede a tal punto che da quasi dieci anni ha pure sviluppato un'attività corsistica on line, oltre a quella tradizionale realizzata nelle nostre aule a Imperia, come pure in tanti altri luoghi del mondo dove svolgiamo dei corsi di assaggio”.

Eppure, il sapere si può trasmettere anche al di fuori dei consueti approcci. Per esempio, avvalendosi della comunicazione telematica. “Nei corsi di assaggio on line - ci ha confidato Scoccia – ci si organizza in questo modo: vengono inviati dieci campioni di olio, i quali vengono commentati insieme con il docente Onaoo”. Tutto molto semplice. D’altra parte, oggi esistono anche le università telematiche, non è certo la distanza che impedisce di fare formazione. Occorre solo attrezzarsi e saperlo fare bene, con professionalità.

“Quella della formazione on line è un'opportunità per chi ha svolto sia i corsi tecnici, sia quelli di altro livello. Tutto ciò consente di far e-traning continuo sulla parte sensoriale, e oggi, in questo momento particolare, in cui tutte le attività corsistiche sono ferme, questi corsi rivestono un ruolo ancora più importante. Infatti, il numero di questi corsi è cresciuto sensibilmente in questo ultimo periodo”.

Viviamo in un tempo di incertezza, dove tutto è rallentato, e occorre pur trovare delle vie d’uscita. “Ad oggi - ha tenuto a precisare Marcello Scoccia - non sappiamo ancora quando i corsi possano riprendere nella loro forma tradizionale. Proprio per questo motivo continuiamo a svolgere regolarmente, noi di Onaoo, questa attività a distanza.  Stiamo perciò pensando di intensificare le attività dei corsi online, dando un'offerta più strutturata delle varie tipologie di corsi”.

“Vengono svolti anche altri corsi, in cui l'allievo riceve i campioni e li commenta con il docente, ma mi preme sottolineare che molti di questi corsi hanno finalità commerciali, infatti gli oli assaggiati sono dei brand, mentre Onaoo da sempre invia campioni anonimi”, ha tenuto a precisare il vicepresidente Onaoo Scoccia.

“Personalmente - ha aggiunto il capo panel Onaoo - non penso che i corsi on line possano sostituire integralmente i corsi più strutturati, come i corsi tecnici, ma vorrei ricordare che ai corsi tecnici partecipano allievi da tutto il mondo, soprattutto molti operatori della filiera olio di oliva, ed è uno dei valori aggiunti dei corsi Onaoo. L’incontro tra allievi e docenti è fondamentale che venga fatto di persona, anche perché lo scambio di esperienze professionali tra i vari allievi di tutto il mondo è particolarmente prezioso. Siamo però convinti, noi di Onaoo, che strutturare diversi livelli di corsi on line possa da una parte integrare la formazione e dall'altra tenere in allenamento la nostra conoscenza e familiarità con l'assaggio degli oli di oliva".

"In ogni caso – ha ammesso a conclusione del nostro colloquio Scoccia – siamo fiduciosi e non demordiamo: abbiamo già individuato la data del prossimo corso tecnico Onaoo, che si svolgerà a Imperia dal 5 al 9 ottobre 2020". Coronavirus permettendo, ovviamente. Ma anche noi siamo fiduciosi che presto, seppure a fatica, questa emergenza pian piano rientrerà, sempre prudenti e speranzosi, ma tenendo presente che anche le opportunità offerte dal mondo digitale debbano essere accolte perché sono molto importanti e funzionali.

 La foto sono di F. Deritis

Iscriviti alle
newsletter