Immagini

Peter Randall-Page e le infinite variazioni della natura

Il Fai, Fondo Ambiente Italiano, sabato 23 maggio presenta a Villa Panza il terzo atto del progetto triennale Art in Nature. La ricerca dell’artista inglese è da sempre ispirata allo studio dei fenomeni naturali e dell’impatto che questi hanno sulle nostre emozioni

Olio Officina

Peter Randall-Page e le infinite variazioni della natura

Nota stampa di Simonetta Biagioni. Il progetto Art in Nature, nato nel 2013 a cura del direttore artistico di ArteSella, Emanuele Montibeller, e del direttore di Villa e Collezione Panza, Anna Bernardini, ha arricchito il parco settecentesco della Villa di opere site-specific di Stuart Ian Frost (2013) e Bob Verschueren (2014), realizzate interamente con materiali naturali e in perfetta simbiosi con la vegetazione, le specie arboree e le geometrie del giardino. Quest’anno Art in Nature vede il coinvolgimento diretto di Arte Sella che inaugurerà a Villa Panza la propria stagione espositiva. Il progetto infatti vede protagonista lo scultore inglese Peter Randall-Page impegnato in una mostra “diffusa” tra Villa Panza e Arte Sella (Trento). Le sue imponenti sculture saranno infatti ospitate in contemporanea fino alla prossima primavera nel parco della villa varesina e nella Val di Sella in un'unica esposizione condivisa tra le due istituzioni. A Varese verrà installata l’opera Cupressus I, realizzata nel 2008 con granito ricavato da un masso erratico glaciale in Finlandia e caratterizzata da profonde incisioni con forme esagonali e pentagonali che rimandano alla geometria della natura, e che entrerà a far parte del patrimonio permanente della Villa. Inoltre fino alla primavera del 2016 saranno esposte altre tre imponenti sculture, sempre di Peter Randall-Page, della serie Shapes in the Clouds, in marmo rosso Luana e del peso di circa 5 tonnellate ognuna che saranno posizionate di fianco al Salone Impero.

La ricerca dell’artista è da sempre ispirata allo studio dei fenomeni naturali e dell’impatto che questi hanno sulle nostre emozioni: la forma, il colore, la qualità della pietra e la lavorazione dell’incisione fanno tutte parte della cifra stilistica di Peter Randall-Page che pone al centro delle sue sculture e disegni la natura. Negli ultimi anni il suo lavoro si è sempre più rivolto ai principi nascosti che determinano la crescita della natura e le forme che questa produce, per usare le sue stesse parole: "La geometria è il tema su cui la natura gioca le sue infinite variazioni e può essere vista come un libro di modelli sui quali le strutture più complesse e sofisticate sono basate"

Peter Randall-Page è nato nel Regno Unito nel 1954 e ha studiato scultura alla Bath Academy of Art dal 1973 al 1977. Grazie ai suoi disegni, sculture e stampe che lo hanno portato ad accettare numerose commissioni su larga scala, si è meritato una reputazione internazionale che gli ha permesso di esporre nelle collezioni pubbliche e private di tutto il mondo, Giappone, Corea del Sud, Australia, USA, Turchia, Irlanda, Germania e Paesi Bassi inclusi. Una selezione delle sue sculture pubbliche si trovano anche in aree urbane e rurali del Regno Unito come Londra, Edimburgo, Manchester, Bristol, Oxford e Cambridge e nelle collezioni permanenti della Tate Gallery e del British Museum di Londra. Nel 1999 è stato insignito dalla Plymouth University del Dottorato Onorario in Arti, nel 2009 del Dottorato in Lettere dalla York St. John University, nel 2010 del Dottorato in Lettere dall’University of Exeter e nel 2013 del Dottorato Onorario in Lettere dalla Bath Spa University. Fra le opere che gli sono state commissionate: Give and Take a Newcastle che ha vinto nel 2006 il Marsh Award for Public Sculpture, il grande muro di ceramica Mind's Eye per il Dipartimento di Psicologia dell'Università di Cardiff (2006) e una scultura commemorativa per un capo Mohegan presso la cattedrale di Southwark (2006). In qualità di membro del team di design, Peter Randall-Page ha lavorato, dal 2003 al 2007, al all'Eden Project per l'Education Resource Centre in Cornovaglia, in particolare a The Core, uno spazio didattico con aule e sedi espositive, influenzandone il disegno complessivo dell'edificio con Seed, un'enorme scultura di granito incorporata al centro. Progetti recenti includono: Harmonic Solids, Università di Karlsruhe, Germania (2013), Metamorfoz, Eskisehir, Turchia (2011), Ridge and Furrow, Università dello Iowa, USA (2011), Walking The Dog, Dulwich Picture Gallery (2009), un ponte per il giardino della Dartington Hall (2011) e una mostra personale presso la Underground Gallery allo Yorkshire Sculpture Park (giugno 2009 - aprile 2010).

Iscriviti alle
newsletter