Immagini

Si parla tanto di tappo antirabbocco

Già, è vero, ma "quello che si vede nei ristoranti è possibile rimuoverlo e reinserirlo". Ce lo riferisce una nostra lettrice. "La sfera cade anche dentro la bottiglia", ci confida Bruna Formentini. Le foto che ci ha inviato sono state scattate in un noto ristorante del centro Italia. "Mi permetto di chiedere" - aggiunge: "ma questo tappo antirabbocco che dovrebbe garantire il prodotto e proteggere il contenitore dalle manomissioni come dovrebbe essere?"

Olio Officina

Si parla tanto di tappo antirabbocco

 

La questione non è di scarso rilievo. Non è un caso che al Simei, nell'ambito degli otto workshop dedicati all'olio, se ne tenga uno specifico, legato proprio alle chiusure.

Ecco i particolari.

WORKSHOP TAPPI
Mercoledì 4 novembre 2015
Ore 14.30 – 17.30

Chiusure innovative e funzionali per i contenitori degli oli da olive. Lo stato dell’arte

Al centro dell’attenzione e del dibattito è entrata la questione dei tappi antirabbocco, obbligatori per legge per chi vende alla ristorazione. Ma come è la situazione dei tappi dell’olio in generale? C’è la stessa spinta innovativa che si è verificata nel corso del tempo nel settore vinicolo? E’ possibile inventarsi un tappo nuovo per l’olio, che ne garantisca la tutela della qualità, l’impossibilità di effettuare rabbocchi e nel contempo riuscire a dosare alla perfezione la somministrazione dell’olio?

Moderatore: Luigi Caricato, direttore Olio Officina

Intervengono:

Giovanni Lercker, Università di Bologna; Lorenzo Cerretani, oleologo: “La sigillatura delle confezioni di olio e le incidenze sulla stabilità e conservazione dell’olio”

Laura Sasso, consulente aziendale: “Le scelte dell’azienda confezionatrice nell’individuare i tappi adatti: l’aggancio interno o esterno, la bottiglia ad hoc, la forza di strappo, la profondità dei filetti e le problematiche dei tappi antirabbocco”

Rossella De Stefano, direttrice “Bargiornale” e “Ristoranti”: “L’obbligo del tappo antirabbocco per salvaguardare l’integrità delle bottiglie d’olio. L’attrito tra addetti alla ristorazione e il comparto oleario si poteva evitare?”

Gabriele Lusignani, Guala Closures Group: “Le chiusure per una efficace funzionalità d’impiego, a tutela della qualità e a garanzia di una buona conservazione degli oli extra vergini di oliva”

Iscriviti alle
newsletter