Olivo Matto

Armonia di Olive. Una creazione di Gabriella ed Elisabetta

Luigi Caricato

Armonia di Olive. Una creazione di Gabriella ed Elisabetta

Le mitiche sorelle Gabrielloni, è il caso di dire. Le conosco da molti anni: dal 1996. Lavorano con scienza e coscienza, e sono anche simpatiche e gioviali. Non producono soltanto degli ottimi oli extra vergini di oliva – nel proprio frantoio, da olive coltivate nelle campagne di proprietà. Hanno anche un agrituismo incantevole, a Recanati. Molto ospitali, con un cucina di campagna straordinaria: molto brave. Il bello viene con una loro creazione: l’Armonia di Olive, che non è un patè, ma una composta di olive.

Nel loro sito internet aziendale si legge che l’Armonia di Olive si può gustare sul pane, ma è altrettanto buona anche per accompagnare bolliti e carni arrosto o stufate. E’ vero. Confermo.

E nella presentazione aziendale si legge inoltre che il suo “gusto profumato e armonico esalta benissimo il pesce ed i crostacei. L’incontro con gli impasti salati a base di frolle, brisée e pan brioche, la rende intrigante nella preparazione di antipasti, finger food e per accompagnare l’aperitivo”.

Non solo. “Se l’abbinamento della marmellata di olive al sapore salato è più consueto, non delude, anzi risulta stuzzicante e gustoso, il matrimonio con dolci e dessert”.

L’ETICHETTA

Ed ecco quanto viene riportato in etichetta.

Per 100 g di prodotto: 55 g di frutta utilizzata, 68 g di zuccheri totali

Ingredienti

Olive (55%)

Acqua

Zucchero

Succo di limone

Scorze di limone

Cipolla

Miele

Zenzero in polvere

L’ASSAGGIO

Non ho potuto fare paragoni con prodotti analoghi, perché non ve ne sono in giro. Tuttavia ho una confettura di olive nere che vorrei provare. E’ di un’altra azienda, ma la confezione giace a oltre 250 km di distanza dal luogo in cui scrivo, e non mi è possibile confrontare al momento i due prodotti. Posso garantire intanto sull’eccellenza della composta di olive Gabrielloni: davvero impeccabile, anche perchè è frutto, come mi hanno detto, di anni e anni di studio e continue sperimentazioni. Non solo: anche il packaging è altrettanto meritevole di considerazione. Davvero brave le sorelle Gabriella ed Elisabetta. meritano un plauso.

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.