Olivo Matto

Che oli! E che prezzi! E la gente li acquista pure

Luigi Caricato

Che oli! E che prezzi! E la gente li acquista pure

Ieri ho dedicato il mio post alla Spagna oliandola, al rientro da Barcellona. Oggi voglio riprendere il discorso degli oli nei duty free degli aereoporti. Mi potete spiegare il motivo per cui in Italia non debbano esserci in grande evidenza le bottiglie di olio extra vergine di oliva nostrane? E’ secondo voi plausibile che si trascuri un patrimonio così centrale nel nostro paniere di prodotti del territorio? Ho il sospetto che gli italiani parlino parlino, ma poi concludano ben poco in fatto di promozione. I primi a non crederci sono gli stessi italiani. Quanto pensate che possa ancora durare il buon nome degli oli italiani nell’immaginario degli stranieri?

Intanto, occhio ai prezzi. Le referenze presenti al duty free dell’aereoporto di Barcellona erano davvero tantissime, e occupavano due espositori e mezzo.

Le bottiglie erano in netta prevalenza da 500 ml, con prezzo minimo di 4,10 euro e massimo di 14 euro. Per la cronaca: la gran parte delle referenze da mezzo litro avevano un prezzo al pubblico superiore ai 9 euro.

C’erano anche bottiglie da 250 ml, una in particolare al prezzo impegnativo di 7,60 euro, dotata di spray. Infine le bottiglie da 750 ml avevano un prezzo superiore agli 8,50 euro. Non c’è che dire: un buon modo per valorizzare l’olio extra vergine di oliva, anzi l’aceite come dicono in Spagna, o l’oli come dicono invece i catalani.

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.