Olivo Matto

I contadini e la messa laica tra gli olivi

Luigi Caricato

I contadini e la messa laica tra gli olivi

Ho già scritto di Jean Giono. Ora mi sento in dovere di citarlo ancora. Giusto per onorare questa domenica con una citazione molto bella. Il noto autore della Lettera ai contadini sulla povertà e la pace, nonché del celeberrimo libro L’uomo che piantava gli alberi, racconta una nota di costume davvero sorprendente. In certi villaggi in cui non vi era altra distrazione che la solitudine, gli uomini la domenica mattina erano soliti recarsi tra gli olivi un po’ come le donne andavano a messa senza mai disertarne una. Ed è proprio vero, giacché è quanto accadeva negli anni passati, non molto tempo fa, anche nel mio Salento, e forse accade tuttora. Non c’era oliveto senza la presenza di un contadino intento a vegliare e curare amabilmente le piante.

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.