Olivo Matto

L’olio incontra il cibo. Anteprima di Olio Officina Food Festival

Luigi Caricato

L’olio incontra il cibo. Anteprima di Olio Officina Food Festival

Tutti a “FestAmbiente” martedi 9 agosto. Appuntamento al Parco Naturale della Maremma, a Rispescia, in provincia di Grosseto, in località Enaoli. Due focus a cura dello chef Giuseppe Capano e dell’oleologo Luigi Caricato. Sì, io.

Ecco il testo di presentazione.

L’OLIO INCONTRA IL CIBO

Ore 18.30

Focus sulla frittura: fa bene? fa male? Come friggere correttamente?

Presentazione del volume Friggere bene, edizioni Tecniche Nuove. Intervengono gli autori Giuseppe Capano e Luigi Caricato, in dialogo con il pubblico sulle principali problematiche legate a tale metodo di cottura.

ore 19.00

Focus sugli abbinamenti olio-cibo: gli extra vergini della Maremma e dell’Amiata

L’oleologo Luigi Caricato presenta gli oli della Maremma e dell’Amiata, tra cui quelli a marchio Dop Seggiano, suggerendo, insieme con lo chef Giuseppe Capano, gli abbinamenti più opportuni, unitamente ai criteri guida per evitare di sbagliare accostamenti.

Un oleologo e uno chef, il progetto Olio Officina

Nel gennaio 2012 si svolgerà a Milano Olio Officina Food Festival, un laboratorio di idee nel quale ci si propone di riformulare l’abituale approccio con i grassi, sia a crudo sia in cottura, studiando e proponendo nuovi percorsi esplorativi.

Olio Officina Food Festival è un progetto che si muove su un doppio binario, aperto da una parte a un pubblico di professionisti, e dall’altra, in sale separate, a un pubblico di appassionati cultori di gastronomia. Cosa fanno insieme un oleologo e un maestro di cucina? Semplice: mettono in comune le proprie conoscenze e studiano come interpretare al meglio le materie prime alimentari. Insieme, Luigi Caricato e Giuseppe Capano, hanno scritto un libro, Friggere bene, per le edizioni Tecniche Nuove. Con un impegno: scardinare molti luoghi comuni, uno dei quali, il più sbagliato, consiste nel sostenere l’inadeguatezza degli oli extra vergine di oliva alle alte temperature. Non è così, e ci sono molte altre cose da sapere al riguardo, non soltanto in materia di frittura. Anche gli abbinamenti olio-cibo rivestono una grande importanza: scegliere l’olio in base all’intensità dal fruttato, come pure in base alla percezione tattile al palato, è fondamentale. Imparando a distinguere gli oli in base ai profili sensoriali, è possibile ottenere il giusto accostamento olio-cibo, in modo che si trovi sempre l’equilibrio perfetto, conferendo sapori e profumi ad altre matierie prime alimentari, senza con ciò prevaricare l’armonia complessiva delle varie pietanze.

Con due focus di approfondimento, il 9 agosto Festambiente ospita un’anteprima di tale innovativo progetto culturale-gastronomico, in attesa dell’esordio ufficiale a Milano il 28 e 29 gennaio 2012, alla presenza di un nutrito gruppo chef e ricercatori.

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.