Olivo Matto

L’olivagione. La rivoluzione parte sempre dal lessico

Luigi Caricato

L’olivagione. La rivoluzione parte sempre dal lessico

Quest’oggi vorrei deliziarvi con la segnalazione di un mio articolo che si aggiunge a molti altri sul tema. L’ho scritto per il mensile “Mondo agricolo”, periodico ufficiale di Confagricoltura. Il titolo è molto esplicito: La “vendemmia” dell’olio. Essendo nel vivo delle operazioni di raccolta, non si può certo trascurare una operazione colturale così tanto attesa. Il sommarietto lancia un messaggio importante: Non è più tempo di parlare di generica “raccolta delle olive” ma di “olivagione”. La rivoluzione parte dal lessico. Sono anni che lo dico e lo scrivo. Non finirò mai di ripeterlo. Finora ho individuato neologismi e rispolverato alcune espressioni che si erano perse nel passato. Tra quest’ultime l’accezione di oliandolo, che sta per “rivenditore d’olio al minuto” e che io invece ho esteso a una categoria più ampia e omnicomprensiva, includendo anche tutti gli operatori del settore, e in particolare quelli più strettamente legati alla fase viva della produzione. Oliandolo per me è anche lo stesso comparto, quale sinomino di comparto oleario.

Fino a diversi anni fa la parola oliandolo era invece scomparsa dall’espressioni comuni. Ora, da almeno quindici e più anni a questa parte, con mia grande gioia compare spesso e volentieri nel lessico quotidiano. A furia di riportarla nei miei articoli, alla fine si è imposta all’attenzione. Insomma, chi la dura la vince.

Pensate per esempio alla fortuna guadagnata in tutti questi anni dai due neologismi che ho coniato: oleologo e olivagione. Ho altri neologismi che lancerò a breve. Ci sto lavorando da anni, ma non è facile coniare nuovi vocaboli. L’assaggiatore d’olio, per esempio. Come si può definire, con un’unica parola, l’assaggiatore d’olio. Non è facile. Io ne ho individuati almeno tre, sui quali sto lavorando da anni, in cerca di altre espressioni che mi convincano di più, ma è questione di poco ormai.

Sento che nel 2013, in occasione di Olio Officina Food Festival scioglierò ogni riserva e lo lancerò all’attenzione generale, nella speranza che abbia lo stesso successo dei neologismi oleologo e olivagione.

Il lessico, come già evidenziato, è molto importante. Sì, perché la rivoluzione parte sempre dal lessico. Il resto segue a ruota.

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.