Olivo Matto

L’olivo per vivere, un omaggio in versi

Luigi Caricato

L’olivo per vivere, un omaggio in versi

Quest’oggi segnalo volentieri un libro di cui è bene tenere almeno una copia in casa. La poesia, si sa, salva il mondo e libera la mente e il cuore. Non possiamo – e non dobbiamo – rinunciare alla poesia, perché ne va della nostra beatitudine e pace interiore. La poesia acquieta e rinvigorisce. Quale migliore augurio di buon anno, allora, se non con un libro di versi? A suggerirci il volume Olive to live è il professor Claudio Peri, il presidente dell’associazione 3E.

Si tratta di un’antologia che raccoglie di liriche sull’olivo e sull’olio. Ci hanno lavorato alacremente tre poeti umbri su invito del professor Peri, quale contributo al nome e alla gloria della 3E, dopo “sette anni di indimenticabili esperienze, di preziose amicizie e di impegno per la causa dell’eccellenza dell’olio di oliva”.

Nel libro sono contenute oltre cento poesie. Si va dalle testimonianze delle prime civiltà, con Omero in testa, fino ad arrivare ai giorni nostri. E’ un volume che raccomando caldamente anch’io di leggere, e verso il quale – vi confesso – provo un grande rammarico, per non essere riuscito a collaborare pur essendo stato sollecitato più volte a farlo; e di questo, credetemi, sono profondamente dispiaciuto, e provo a scusarmi con professor Peri sperando non legga tale mia non fattiva colaborazione come una mancanza nei suoi confronti. Ho trascorso mesi di super lavoro, senza respiro, e alla fine ho trascurato proprio i momenti di maggiore bellezza, come quelli per esempio confluiti nel libro. Non ho altre parole. Riparerò scrivendo una bella recensione, non appena avrò tra le mani copia del volume. Non solo: se ai curatori del libro può far piacere, sarei felice di accogliere la presentazione, dandone ampio risalto, nell’ambito di Olio Officina Food Festival.

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.