Olivo Matto

Oddio, ora ci tassano anche l’olio! In nome della salute

Luigi Caricato

Oddio, ora ci tassano anche l’olio! In nome della salute

Prima o poi me l’aspettavo. Ne ero certo. Certissimo. La stupidità umana non ha limiti. C’è da aspettarsi di tutto, d’altronde. E così in Danimarca è stata introdotta una tassa sui cibi grassi, giacché ritenuti responsabili, come d’altra parte è vero, del grave e inarrestabile diffondersi di una malattia quale l’obesità. Chiamatela pure come volete, questa misura di prevenzione. Per me è solo un eclatante gesto di insensatezza. Che i grassi siano responsabili di danni terribili per la nostra salute, è ben chiaro a tutti, ma occorre pur chiarire quali grassi siano nocivi e quali invece abbiano una valenza salutistica. Non si possono condannare indistintamente tutti i grassi. E’ assurdo mettere sullo stesso piano un sano e benefico olio extra vergine di oliva con altri alimenti ricchi di grassi idrogenati. Eppure i parlamentari danesi, con tale gioco propenso più a ingrassare le casse erariali che a salvaguardare la salute dei propri cittadini, hanno pensato bene di far pagare il 7,1% in più per ogni bottiglia da litro di olio oliva. Chiamatela come volete, ma questa per me è idiozia allo stato puro.

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.