Olivo Matto

Sono fuori dal mondo io o Coldiretti?

Luigi Caricato

Sono fuori dal mondo io o Coldiretti?

Quando leggo i comunicati stampa della nota organizzazione di categoria resto sempre disorientato, fino a chiedermi se gli estensori dei loro testi siano persone vere in carne e ossa, o robot. A me sembra che la seconda opzione sia la più azzeccata. Gli ufo robot in tenuta giallo verde, e sempre sventolanti bandiere con il simbolo del grano in bella mostra, quando hanno a che fare con l’olio da olive si scatenano come disperati sul fronte di guerra. Pensate soltanto alla legge “Salva olio italiano”. E così, anche gli esperti giuridici della Coldiretti non sono da meno: ufo robot anch’essi. Le bozze dei testi di legge immagino siano passate brevi manu ai politici di fiducia, affinché questi le propongano all’attenzione del Parlamento fino a seguirne tutto l’iter. Ebbene, sia i testi dei comunicati stampa, sia i testi di legge sono prima ancora che disorientanti, afflitti dall’urgenza e dalla fretta. Faccio un esempio: c’è una scossa di terremoto? Nemmeno il tempo che le viscere della terra si plachino e subito viene diramato un comunicato stampa che annuncia l’entità dei danni come se ci fossero, nella sede della Coldiretti, non uno ma tantissimi ufo robot. E così, visto che di creduloni ce ne sono tanti in giro, qualsiasi cosa venga in mente a Coldiretti c’è sempre qualcuno pronto a prendere per buone le loro comunicazioni. Tutto ciò ci serve per riflettere sullo stato di salute generale. Forse sarà il fascino della divisa che segna l’appartenenza, forse sarà che viviamo tempi in cui esagerare è la cifra distintiva della nostra società. Solo che mi chiedo se sono fuori dal mondo io o lo è Coldiretti. Prendete il caso dell’olio da olive. Io vedo un mercato selvaggio che ha ridotto l’extra vergine a pura commodity, facendone un prodotto civetta. Al di là di questo aspetto poco gratificante, determinato da decenni in cui non ci sono state mai strategie commerciali degne di considerazione, non vedo tuttavia seri pericoli, tali da mettere a rischio il prodotto olio da olive. Gli stessi consumatori sono tranquilli, quando sono davanti a uno scaffale. Non si agitano. Eppure per salvare il soldato Ryan, gli sceriffi della Coldiretti – così si legge nei loro comunicati stampa – hanno già liberato i propri ufo robot 007, in sotituzione dei tanti organismi di controllo ufficiali, per dar corpo all’operazione trasparenza con blitz in incognita in tutti i punti vendita, tranne nei loro, ovviamente, perché loro sono puri di cuore. Il tutto, insomma, a tutela di produttori e consumatori. Cosa dire? Che Dio li benedica. Sì, perché senza le loro iperboliche performance in giallo verde, il mondo continuerebbe a essere grigio, anzi grigissimo. Così, in questo mondo a misura di Coldiretti, ogni giorno è carnevale, per cui, pacificate pure il vostro spirito reazionario, ogni scherzo vale.

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.