Saperi

Cosa leggere su OOF 8

È in distribuzione il nuovo numero di OOF International Magazine, il trimestrale in edizione cartacea bilingue italiano e inglese edito da Olio Officina. I due strilli di copertina recitano, rispettivamente, il primo “La biografia degli olivi”, mentre il secondo “Oliveto Mondo”. La copertina, magnifica, è dell’artista pugliese Cristina Mangini

Olio Officina

Cosa leggere su OOF 8

Luigi Caricato è un folle, nel senso buono del termine sia chiaro. Noi che siamo con i tavoli posti davanti a lui, lo osserviamo chino davanti al suo Mac, sempre intento a scrivere, e ogni tanto ci preoccupiamo, per quanti progetti sforna. Come farà a resistere? Dove trova le energie? L’ultima rivista nata è il mensile Oliocentrico, grande soddisfazione, ma ha un briciolo di tempo libero?

Ora è la volta del numero 8 di OOF International Magazine, e noi vi presentiamo l’indice, punto per punto, tralasciando le voci in inglese, ma dovete tener presente che tutto il numero è tradotto brillantemente: una metà in lingua italiana, la restante parte in un inglese tradotto da un gruppo di madrelingue. Pensate un po’, che servizio straordinario reso al comparto dell’olio. Chi esporta ha già tutta la pappa pronta, e può acquisire il linguaggio gusto, in modo da affrontare i grandi temi dell’olio con spigliatezza.

Noi ogni tanto cerchiamo di prenderlo in giro, ma senza farci notare più di tanto, con sottile garbo

“Direttore, allora usciamo con il numero 8? Facciamo spedire le copie o le lasciamo ancora riposare un po’ in tipografia?”

E Caricato, distogliendo per un nano secondo lo sguardo dal monitor mentre le dita ancora picchettano la tastiera: “Come? Il numero 8? Io sto già lavorando al numero 11. Perché, non è ancora uscito il numero 8?”

E noi: “Sì, sì, è uscito il numero 8, primavera 2019”

“E quante ne abbiamo oggi? Che giorno è?”

“È il 10 giugno, Direttore”.

“Ah, non è ancora arrivata l’estate. Perbacco! Aspettiamo ancora qualche giorno?”

Noi, preoccupate di perdere il legame con la stagione: “E se facessimo spedire le copie domani, mercoledì 11? Magari le Poste riuscirebbero magari a far pervenire la rivista prima del 21 giugno. Prima dell’inizio dell’estate, insomma.”

E il Direttore: “Ma sì, perché no?

Noi lo sappiamo che Caricato si diverte. Ha tutto pronto e poi rallenta, volontariamente impegnato a ritardare l’uscita. Perché lo fa? Perché si diverte. A suo modo si diverte. Noi non fiatiamo, ma sappiamo che si diverte un sacco. Far uscire il numero del trimestrale che in copertina reca la scritta “Primavera” lo esalta. Una volta gliel’abbiamo chiesto. Siamo state dirette: “Perché?”

E lui, spensierato: “Ma noi siamo oltre la scansione temporale. OOF è un trimestrale, quindi quattro numeri l’anno, uno per stagione, ma se non ci esistono più le stagioni perché allora insistere con le uscite programmate? Si esce, punto. Quando si vuole, quando la Natura è pronta, come per un parto, senza forzature. OOF non è una rivista come le altre, è a metà tra rivista e libro, infatti sono tutti numeri monografici”.

E lui sorride, sorride. In silenzio, ma sorride. Non l’abbiamo mai sentito sghignazzare. Non ama mai alzare i toni. Anche quando fa l’assaggio degli oli è silenzioso, e anche ispirato, o almeno così sembra; e mentre gli altri – li abbiamo visti, li abbiamo sentiti – emettono suoni strani, cavernosi, quando gli chiediamo del perché dei suoi modi così silenziosi, e del perché non faccia quello che dicono essere “lo strippaggio”, con tutti quei rumorini che fanno i suoi colleghi mentre in bocca si rigirano l’olio, Caricato, candidamente ci risponde: “Ma quale strippaggio? Io insufflo l’aria. Sono timido, mi imbarazza fare quei rumorini, non sta bene, si ottiene lo stesso effetto senza tanto clamore…”.

Ma, ora basta, perché altrimenti nessuno arriva fino all’indice. Buona lettura, e non dimenticate di telefonare in Redazione per abbonarvi. Stiamo lavorando per voi.

OOF 8, INDEX 

Gli artisti per l’olio: Cristina Mangini

L’ulivo albero della vita: Nicola Petta

Portraits in oil. Stars at the Olio Officina Festival 2019, photo by Gianfranco Maggio

Editoriale. Più olivi per non perdere la nostra identità, by Luigi Caricato

Nel cuore vivo delle parole. Vedi alle voci òlea, oleastro, olivagione, olivastro, olivo, by Daniela Marcheschi

Un albero di nome olivo, by Salvatore Camposeo

La biografia degli olivi. Gli olivi si raccontano

L’olivo secondo Aldous Huxley, by Giuseppe Barbera

Gli olivi di Salvador Dalí a Port Lligat.Foto reportage by Gianfranco Maggi

C’è una Italia che crede nell’olivo. Intervista a Pasquale Manca,by Luigi Caricato

L’olivo viaggia ad alta densità. Intervista a Michele e Salvatore Bono,by Luigi Caricato

Gli olivi del Pakistan, by Stefano ValleAleandro Ottanelli

Camminare tra gli olivi, by Maria Carla Squeo

The Green Life, by Remi van Oers

Nuovi custodi per il paesaggio dell’ulivo, by Giorgio Barbaria

Fenomenologia degli oli monovarietali, by Luigi Caricato

Nuove tendenze. Un abito per gli oli monovarietali, by Maria Carla Squeo

In questo universo di cultivar

Figlie di un germoplasma minore

 

 

Iscriviti alle
newsletter