Visioni

Interdipendenza

Alfonso Pascale

Fa bene allo spirito rileggere il discorso del premier Mario Draghi alle Camere e soffermarsi sui passaggi essenziali. Si trova il senso del momento storico che stiamo attraversando e dell'occasione irripetibile per risorgere.

Un testo che infonde speranza e trasmette fiducia. Emerge finalmente quello spirito repubblicano capace di unire gli italiani.

In generale i media non hanno colto questa tensione politica e culturale. E hanno riferito le comunicazioni del presidente del Consiglio alle Camere cone un evento di ordinaria amministrazione e non come la stipula di un nuovo patto tra istituzioni e cittadini.

Sono scettico che i partiti utilizzino questo nuovo clima per affrontare il tema delle riforme costituzionali necessarie per la governabilità.

Ci vuole una spinta dal basso. La creazione di uno spirito civico capace di smuovere le resistenze, le pigrizia e e i privilegi parassitari.

Viviamo nell'epoca dell'interdipendenza. E per rinnovare le nostre istituzioni, dobbiamo collegarci con tutti i movimenti che, in ogni parte del mondo, lottano per la democrazia e la libertà.

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

josè pellegrini

josè pellegrini

28 aprile 2021 ore 10:18

"la creazione di uno spirito civico" e quel che segue.Questa la grande speranza per il futuro del nostro Paese.

Iscriviti alle
newsletter