Economia

Il miracolo dell’olio

Proseguiamo con il nostro percorso alla scoperta delle aziende che hanno partecipato al concorso “Le Forme dell’Olio” con i loro progetti di packaging. Ora è la volta di i-talian olive oil. Seguiremo l’ispirazione, l’idea, il fumetto in etichetta, i viaggi, Internet e i filamti su You Tube dalle dirette parole di Gaetano Vitarelli
(2. continua)

Olio Officina

Il miracolo dell’olio

Il progetto i-talian olive oil si è imposto all’attenzione del concorso Le Forme dell’Olio piazzandosi al terzo posto assoluto, con grande apprezzamento da parte della Giuria. Questa volta, dopo aver presentato il Premio Idea Innovativa, assegnato a Linda Lopergolo, passiamo a Gaetano Vitarelli, di i-talian olive oil. Nel sito dell’azienda si legge questo inizio di presentazione: “I nostri nomi sono Luisa, Gaetano ed Enzo. Siamo nati in terre di olivi del sud Italia. Fin da piccoli siamo stati abituati a comprendere i dialetti, i panorami e i sapori di molte regioni d’Italia perché abbiamo seguito i nostri genitori nelle città dove li portava il loro lavoro e perché per lavorare abbiamo viaggiato anche noi”. Il seguito potete prenderlo direttamente in visione anche voi, QUI. Per intanto, seguite quanto ci ha scritto Gaetano Vitarelli.

Ispirazione

L’anno scorso mi è capitato di trovarmi in un uliveto in Toscana. Mi sono fermato ai piedi di un albero di olive frantoio e poggiando la schiena sul suo tronco ho fermato i pensieri, ho aperto narici, orecchie ed occhi e mi sono immerso in quel luogo, proprio come lui fa da centinaia e centinaia di anni.

Ho sentito i profumi che il vento mi portava, i suoni degli uccelli che volavano intorno, ho visto l’eleganza e la bellezza delle campagne che disegnavano l’orizzonte ed ho immaginato che un giorno, tanto tempo fa, il nonno del nonno di quell’albero abbia deciso che quello fosse il suo posto ideale e che lì avrebbe regalato, a chi ne avesse avuto cura, i suoi frutti ed il suo olio.

Risulta spontaneo immaginare che nell’olio regalatoci da quell’albero è racchiuso il frutto di quel matrimonio, dell’insieme dei caratteri di quella pianta e di quel territorio ma anche delle generazioni di uomini che ne hanno avuto cura e che lo hanno reso possibile .

Idea

L’idea alla base del nostro progetto è dunque quella scoprire e diffondere il panorama degli oli italiani e nasce da due presupposti:

– il primo è che le tecniche di comunicazione e distribuzione oggi utilizzabili, rendono di fatto disponibile a chiunque nel mondo la conoscenza e l’utilizzo di olii prodotti in posti anche lontanissimi tra loro,

– il secondo è la consapevolezza che una diaspora durata 6000 anni ha prodotto sul nostro territorio una enorme varietà di olii, frutto di una straordinaria intesa tra cultivar ed ambiente in senso lato, il cui risultato è una gamma di olii monocultivar senza rivali al mondo e purtroppo quasi ignota.

Fumetto in etichetta

Il primo passaggio è stato individuare quattro cultivar con caratteristiche molto diverse tra loro, quasi a voler tracciare i quattro punti cardinali in un mondo con così tante varietà e per ognuna abbiamo cercato di sintetizzare i tratti caratteristici del suo habitat ideale sforzandoci di renderlo subito comprensibile.
Seguendo questo percorso abbiamo disegnato le nostre etichette, indicando i tratti identificativi del territorio e dichiarando il nome dell’oliva che lo ha scelto come sua casa ideale:

– il mare ed i terrazzamenti per la Taggiasca,
– le colline ed i cipressi per la Frantoio,
– i trulli e le campagne petrose per la Coratina,
– i templi greci ed i fichi d’india per la Tonda Iblea,

e per tutte, in calce all’etichetta, abbiamo riportato le esatte coordinate GPS degli alberi da cui l’olio è stato prodotto, quasi un invito a ritornare lì dov’è nato anche viaggiando con google maps, perché no!

Viaggi

Il risultato è un piccolo viaggio nella nostra bellissima Italia, un lunghissimo fiordo di terra che si incunea nel Mediterraneo offrendo una incredibile varietà di microclimi e di terreni, luogo d’elezione da sempre delle tante famiglie di olivi che l’hanno scelto, ognuno dei quali ci regala un olio con un carattere ed un profumo diverso e riconoscibile, in grado di arricchire o esaltare un piatto o una pietanza restituendo a chi ha la gioia di assaporarlo anche se a migliaia di kilometri di distanza, la stessa ricchezza di emozioni che si può provare appoggiandosi al tronco dell’olivo da cui quell’olio è nato ed immergendosi nel suo paesaggio.

Internet

L’idea è quindi quella di sfruttare internet per offrire attraverso un sito di e-commerce, una gamma di olii monocultivar, certificati (BIO), rendendo disponibile ovunque e con un’unica spedizione in 48 ore, una varietà di gusti e di specifiche caratteristiche non sempre facilmente reperibili.

Ma soprattutto è quella di accompagnare le persone incuriosite dalla scoperta della pluralità degli olii a scoprire il mondo da cui essi nascono, accompagnandoli a visitare i posti in cui ogni singolo olio nasce, andando fisicamente a trovare le persone che hanno cura di questi alberi bellissimi, facendo vedere e vivere i luoghi in cui essi crescono, la loro fioritura, lo spuntare delle mignole, la maturazione ed il raccolto delle olive fin dentro a quello spettacolare laboratorio di tecnica di esperienza che è il frantoio.

Un viaggio bellissimo che ogni anno rinnova il miracolo dell’olio e che attraverso le tecniche di comunicazione oggi disponibili può essere offerto a tutti, sfruttando i social network per proporre filmati, storie, piccole avvertenze e consigli, avendo l’obiettivo di stimolare la curiosità di chi si affaccia a questo mondo fornendo gli spunti di conoscenza utili per la formazione di una nuova e più consapevole cultura di questo splendido regalo della natura, l’olio.

I filmati su you tube

Il primo passo è stato disegnare un fumetto che raccontasse il fantastico viaggio dell’olio, ed i successivi sono stati la trasformazione di quello stesso disegno in realtà, realizzando dei piccoli filmati girati direttamente nei posti dove l’olio nasce, con l’intento di farne conoscere habitat e caratteristiche, stimolando la consapevolezza che il gesto quotidiano di versare un piccolo filo d’olio ci rende partecipi di un meraviglioso abbraccio che lega tutti noi alla nostra Madre Terra che ci ospita e nutre.

Siamo una start-up ed il lavoro da fare è tanto, ma lo è ancor di più l’entusiasmo ed il piacere di far parte della grande ed antica famiglia di chi ama, custodisce ed apprezza il buon olio extra vergine d’oliva!

INIZIO DEL VIAGGIO (fumetto)

TOSCANA IL RISVEGLIO DELL’ULIVO

PUGLIA L’OLIVA SI FA FORTE

e continueranno …..

Gaetano Vitarelli

LEGGI ANCHE

Le Forme dell’Olio, i vincitori

1. Clio, lo scrigno in legno d’olivo

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.