Mondo

Dare una seconda vita agli imballaggi, l’ambizioso progetto di Conai

Il Consorzio nazionale imballaggi festeggerà i venticinque anni di attività con la campagna di comunicazione realizzata da Connexia, agenzia milanese di marketing. Al cuore dell’iniziativa, il messaggio che muove il Consorzio: alluminio, plastica, carta sono degli importanti elementi di recupero e non rifiuti. Il concetto di rinascita si concretizza così in una galleria fotografica intitolata "Rinascimento per l’ambiente", dove questi materiali saranno i protagonisti assoluti

Olio Officina

Dare una seconda vita agli imballaggi, l’ambizioso progetto di Conai

Arte e tutela del pianeta attraverso il riciclo si fondono nella campagna di comunicazione realizzata da Connexia, agenzia di marketing parte del Gruppo Retex, e Conai, Consorzio nazionale imballaggi, per festeggiare i venticinque anni di attività di quest’ultimo.

A muovere il Consorzio è un concetto chiaro e semplice: ogni singolo materiale è una risorsa. I processi di riciclo e di recupero attuali possono restituire un’altra vita a quanto decidiamo di buttare, non comprendendone il valore che si può trarre.

Il recupero dei materiali, con annesso l’obiettivo di salvaguardare l’ambiente, è uno dei temi oggi maggiormente sentiti, dal singolo fino alle aziende, e non può più essere diversamente: ogni attività ha un proprio impatto sul nostro pianeta, lavorare in una determinata ottica significa poter contribuire in modo positivo.

E l’arte, in questa campagna, occupa un posto chiave. La galleria fotografica “Rinascimento per l’ambiente” è il mezzo per rendere universale questo messaggio e per concretizzarlo, legno, plastica, alluminio, carta, acciaio vetro e bioplastica saranno i protagonisti di quattordici fotografie dal taglio rinascimentale, ma rivisiti in un’ottica moderna.

La galleria virtuale ha come curatore Nicolas Ballario, ed è visitabile sul sito e sui canali social del Consorzio. Bellario racconta il filo conduttore dietro alla mostra, partendo dalla figura dell’uomo, in quanto «L’essere umano al centro del mondo. Questo è il Rinascimento. Ed è proprio di questo che parla Rinascimento per l’Ambiente: dell’importanza dell’essere umano in relazione all’ambiente, che abitiamo e che abbiamo il dovere di proteggere».

La campagna racconta valori a cui Connexia crede fortemente, a partire dalla tutela della biodiversità. Massimiliano Trisolino, Managing Partner Strategy & Creativity Connexia, racconta che l’utilizzo di diverse forme artistiche ed espressive può restituire un nuovo modo di percepire i rifiuti, sensibilizzando, in questo modo, il pubblico davanti a un tema tanto delicato.

Raccontati attraverso questa modalità, i materiali vengono omaggiati e valorizzati attraverso il linguaggio dell’arte, come afferma il presidente di Conai, Luca Ruini. Tenuti tra le mani dai soggetti immortalati per la galleria fotografica, questi scarti si trasformano in preziosi elementi.

Questa campagna si instaura in un contesto sociale importante, infatti l’Italia è stata riconosciuta come tra i maggiori Paesi europei per riciclo pro-capite di imballaggi, conclude Ruini.

In apertura, “Ritratto di astronomo con bottiglia di vetro”, galleria fotografica “Rinascimento per l’ambiente” 

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.