Terra Nuda

E Vita sia!

Un intreccio di vite e di sentimenti che si snoda dalla Napoli odierna al passato dell’entroterra campano, a Roccaspina. E’ il secondo romanzo per Franco De Luca, campano Doc. A fare da sfondo, il mondo del vino

Ilaria Santomanco

E Vita sia!

Antonio Sodano, professore di lettere a Napoli, da un anno ha iniziato un rapporto travagliato con Serena, ragazza bellissima ma insicura. Per questo amore ha messo a repentaglio la storica amicizia con Laura, e un’ombra di cupo pessimismo aleggia sulle sue giornate.

Grazie a una zia cui è molto legato entra in possesso di un manoscritto redatto dal nonno. Con un salto nel passato ci si immerge nell’epoca del maresciallo Antonio Attanasio, nella campagna fertile e agricola, solcata da filari di viti. Fulcro del paese è il campanile, che viene dotato di un grande orologio provvisto di un ingegnoso meccanismo automatico per scandire le ore ed essere visibile da lontano.

Per questo monumento cittadino nascono dispute tra il sindaco, l’orologiaio, i potenti locali e la gente comune. E dalla sua sommità, accompagnandosi con un fragoroso scampanio notturno, il giovane Michele farà in modo che la popolazione si scuota dal torpore e prenda coscienza dei propri diritti.
Condita da felici battute, la prosa si rivela coinvolgente e dal ritmo serrato. Non si posa il libro prima di essere arrivati all’ultima pagina.

L’autore, Franco De Luca, è laureato in Matematica e si occupa di sistemi informatici presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. Sommelier e amante di enogastronomia, riveste anche il ruolo di coordinatore didattico dell’Associazione Italiana Sommelier per la Campania.

Il suo primo romanzo, Niente finisce mai (Guida, 2012), è stato premiato alla XVII edizione del premio letterario internazionale “Emily Dickinson”.


Franco De Luca
La chiameremo Vita
Tullio Pironti Editore
464 pagine
€ 16,00

Iscriviti alle
newsletter