Terra Nuda

Il buon governo del Coi

È stata riconfermata a Marrakech, per altri quattro anni, la triade Abdellatif Ghedira (Tunisia), Jaime Lillo (Spagna) e Mustafà Sepetci (Turchia) alla guida del Consiglio oleicolo internazionale nel corso della 109^ sessione del Consiglio Coi che si è riunito sotto la presidenza dell’Egitto

Olio Officina

Il buon governo del Coi

Durante la sessione del Coi in Egitto, dove hanno aderito tredici membri: Algeria, Argentina, Egitto, Giordania, Libia, Marocco, Palestina, Tunisia, Turchia, Unione europea e l'Uruguay. Il Montenegro ha delegato all'Unione europea la sua rappresentanza, mentre sono stati numerosi gli osservatori tra i quali gli Stati Uniti, la Georgia che ufficialmente formalizzato la sua richiesta di  adesione al Coi durante la seduta del Consiglio, l’Affi, la Fao, il Ciheam e l’Ebrd.

Nella varie fasi della 109^ sessione del COI, il segretariato esecutivo ha registrato la partecipazione di eminenti personalità e tra queste i ministri dell’agricoltura: Ezz El Din ABU STEIT (Egitto); Abdelbaset M. E GHANIMI (Libia); Levan DAVITASHVILI (Georgia); Mohamed SADIKI, segretario generale del ministero dell’agricoltura del Marocco; Sezai UÇARMAK vice ministro del commercio (Turchia), Ben Ali RACHID, presidente dell’interprofessione marocchina.

Al termine della sessione il direttore esecutivo Ghedira ha ringraziato il direttore generale delle filiere produttive del ministero dell’agricoltura del Marocco Nabil Chaouki per l’ottima organizzazione logistica ed ospitalità offerta dalla delegazione marocchina a tutto lo staff del COI per lo svolgimento della 109^ sessione del Coi  svoltasi a Marrakesh.   

Iscriviti alle
newsletter