Terra Nuda

L'olio della solidarietà

In cosa consiste questa operazione? Per ogni bottiglia di olio Pietro Coricelli tracciato di filiera 100% italiano e biologico, acquistato in una delle insegne che aderiscono al progetto, verrà donata al Banco Alimentare una confezione di pasta a marchio Coricelli. Si rinnova in questo modo la pluriennale collaborazione tra la onlus e l’azienda olearia spoletina, con il coinvolgimento di numerose insegne della Gdo 

Olio Officina

L'olio della solidarietà

Dalla partnership pluriennale tra Pietro Coricelli, azienda olearia di Spoleto, e Banco Alimentare nasce il progetto #Filieradellasolidarietà che coinvolge le principali insegne del territorio italiano con l’obiettivo comune di donare oltre 200.000 confezioni di pasta Coricelli ai  più bisognosi a seguito degli effetti dell’emergenza socio sanitaria causata dal Covid-19.

Un progetto di filiera che offre un aiuto concreto alla fasce della società più colpite dalla crisi economica generata dalla pandemia: fino alla fine di giugno per ogni bottiglia di olio Pietro Coricelli, tracciato di filiera 100% italiano e biologico, acquistato in una delle insegne che aderiscono al progetto, viene donata al Banco Alimentare una confezione di pasta a marchio Coricelli. 

L’iniziativa ha riscontrato il consenso della Gdo con insegne come Esselunga e Conad che hanno rifornito i punti vendita e messo in evidenza con una segnaletica speciale negli scaffali i prodotti Coricelli che contribuiscono alla raccolta del  Banco Alimentare.  

“È emozionante vedere come l’emergenza vissuta abbia aperto i cuori degli operatori della filiera e ci abbia uniti in maniera profonda, nell’intento comune di contribuire a sostenere le fasce più bisognose del nostro amato Paese. La pasta, il simbolo dell’italianità, vuole rappresentare un simbolico abbraccio e un invito a continuare con orgoglio il percorso verso una nuova normalità, che possa vedere tutti più attivi nel sociale e più umani” commenta Chiara Coricelli, amministratore delegato Pietro Coricelli.

La collaborazione tra Pietro Coricelli e  la Onlus Banco Alimentare, impegnata dal 1989 nel combattere lo spreco alimentare e nel recuperare e distribuire il cibo ancora buono, inizia nel 2012 a sostegno delle popolazione dell’Emilia Romagna colpita dal terremoto e prosegue di anno in anno con numerosi progetti e iniziative tra cui i regali di natale solidali che dal 2013 sono un sostegno concreto alle attività della Fondazione.

“Ringraziamo Coricelli per questa importante iniziativa, - dichiara Giovanni Bruno, presidente della Fondazione Banco Alimentare Onlus. - È molto significativo vedere l’intera filiera unita nella solidarietà, è sintomo di una sempre maggiore consapevolezza del momento drammatico che stiamo vivendo, non solo da un punto di vista sanitario ma anche sociale. Il numero delle persone in difficoltà continua purtroppo a crescere e la crisi da questo punto di vista non si risolverà nell’immediato futuro. È fondamentale quindi essere uniti nella solidarietà e crescere nelle partnership.”

In apertura: Chiara Coricelli. Si ringrazia per la notizia e la foto Angela Arena

Iscriviti alle
newsletter