Terra Nuda

Donne per l’olio

E così è stata inaugurata a Milano la sede operativa dell’associazione nazionale delle Donne dell’Olio. Un buon primo passo, quello di OSA, Olio Spazio Aperto, luogo di incontri e saperi. Una casa comune pensata allo scopo di affrontare al meglio l’Expo 2015, con uno sguardo aperto sul mondo

Maria Carla Squeo

Donne per l’olio

La sala piena, gremita, ha fatto una bella impressione. Conteneva soprattutto entusiasmo e partecipazione, ma anche tante idee - e anche orgoglio, tanto.

Un orgoglio comprensibile, visto che la presidente dell’associazione, Gabriella Standsfield, ha giustamente vantato la propria autonomia e indipendenza. Non è un particolare di secondaria importanza. Fare tutto da sé, con le proprie forze, senza ricorrere a salvagenti ingombranti, che intaccano valori come libertà e indipendenza.
Le Donne dell’Olio ci sono. Quelle autentiche. Quelle che fanno da sé, con le proprie forze e con risorse personali.

Gran parte del pubblico era femminile, ma non mancavano certo le presenze maschili. Si è parlato di due progetti portati avanti in questi mesi dall’associazione, l’Oliva Parlante e il Premio Monna Oliva, con Paola Fioravanti, di cui presto sarà portato a conoscenza il regolamento, un concorso dedicato alle olive da tavola.

Tra le novità emerse in questo spazio pubblico, in cui ci saranno seminari, corsi di assaggio, presentazioni di libri e iniziative, oltre che luogo di incontri riservato alle soce, anche l’annuncio di Luigi Caricato, direttore di Olio Officina Food Festival, del tema della quarta edizione dell’happening che si svolgerà a Milano, sempre nelle sale di Palazzo delle Stelline, dal 22 al 24 gennaio 2015. Il tema della quarta edizione, dunque, è “L’olio alimenta l’eros”, e presto ci saranno delle ulteriori indicazioni al riguardo, oltre all’immagine simbolo.

Coinvolgente l’intervento di Laura Turri, che ha ricordato la genesi dell’associazione, nata in provincia di Verona, allo scopo di tutelare l’olio dei territori, da qui poi la necessità di coinvolgere tutte le donne legate all’olio, di tutta Italia, e oggi, con grande orgoglio, resta un solido punto di riferimento per le molte e qualificate iniziative intraprese in tanti anni a partire dal 2000.

LEGGI ANCHE

Le donne osano

L'oliva tecnologica

Monna Oliva

Iscriviti alle
newsletter