Terra Nuda

Una cena a 4 mani per un sorriso. L’iniziativa benefica del Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia

L’olio diventa solidale lunedì 22 luglio, a Imperia. La famiglia Mela, patron della prestigiosa azienda olearia ligure, ha ideato e organizzato una cena il cui intero ricavato andrà a favore della Onlus L’Abbraccio. Ai fornelli, nella suggestiva terrazza che dall'alto domina la storica capitale dell’olio italiana Imperia, gli chef Alberto Basso del Ristorante Trequarti di Val Liona e Emanuele Donalisio de Il Giardino del Gusto di Ventimiglia

Olio Officina

Una cena a 4 mani per un sorriso. L’iniziativa benefica del Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia

Al Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia non è la prima volta che la convivialità va a braccetto con la solidarietà. Ma da tempo la famiglia Mela, che da oltre 190 anni produce olio extra vergine da olive taggiasche sulle colline dell'entroterra Imperiese, era alla ricerca di un evento più “ufficiale”.

Ecco come è nata la prima “Cena a 4 mani per un sorriso”. Prima perché l’idea è quella di ripetere l’appuntamento con una certa frequenza: a cinquanta commensali, nella serata di lunedì 22 luglio 2019 alle 20.00, sarà quindi offerta la possibilità di partecipare ad una cena che vedrà in cucina i giovani chef Emanuele Donalisio de Il Giardino del Gusto di Ventimiglia (Imperia) e Alberto Basso del Ristorante Trequarti Val Liona (Vicenza). L’intero ricavato della serata sarà devoluto in beneficenza a favore della Onlus L'Abbraccio di Fubine (Alessandria) che da anni si occupa di progetti mirati all'abbattimento della povertà e del disagio delle persone che vivono nelle zone più sfortunate del pianeta. In particolare, quanto raccolto dai proventi della cena andrà a favore dello sviluppo del reparto di neonatologia dell'ospedale di Sokpontà nella Repubblica del Benin (Africa occidentale). L’ospedale pediatrico è stato inaugurato il 5 settembre 2010 e dal maggio 2013 è pienamente funzionante anche il reparto di chirurgia pediatrica, con due sale operatorie. A questo si è aggiunto il reparto di maternità che funziona dal gennaio 2014. Oggi c'è la necessità di ampliare i posti letto per neonatologia, pediatria e maternità.

 

Alberto Basso, chef

Sulla terrazza del frantoio sarà un continuo susseguirsi di portate dei due chef. Il benvenuto dalla cucina prevede La mia puglia e americano in palla (Basso) e un Ciliegino, acciuga e pecorino con tacos di oliva (Donalisio), a seguire un Vitello tonnato 2.0 (Basso) e Il peperone alla Gina, acciuga del Cantabrico e cappero (Donalisio). I primi piatti saranno un Riso e latte, tonno e katsuobushi (Basso) e Lasagnetta, cozze, spada, pistacchio e cacao (Donalisio) per poi passare ai secondi Birramen (Basso) e La lingua e l’oliva (Donalisio) e chiudere in dolcezza con un Gelato alle olive candite e rucola (Basso) e Cheese fake, cagliata di pecora, crema al limone, zucchero muscovado e amarena (Donalisio). Le portate saranno abbinate ai vini delle aziende: Masi Agricola (Veneto), Cantina Andrian (Alto Adige), Maria Donata Bianchi (Liguria) e Poderi Colla (Piemonte).

Emanuele Donalisio, chef

Per prenotare basta effettuare il versamento (contributo libero con quota minima di 55,00 euro) attraverso PayPal o con bonifico bancario direttamente alla Onlus L’Abbraccio. Per finalizzare l'iscrizione alla serata la conferma di pagamento andrà quindi inviata, entro il 19 luglio, per email a frantoio@frantoiosantagata.com con oggetto "Distinta di versamento per cena del 22 luglio" e specificando nel testo il nome e cognome del partecipante (o dei partecipanti).

Per maggiori informazioni è possibile contattare il frantoio allo 0183293472 oppure consultare il sito 


La foto di apertura di apertura è di Olio Officina/ Gianfranco Maggio

Iscriviti alle
newsletter