Festival

Tutti gli annulli filatelici di Olio Officina Festival in attesa dei nuovi

Mancano poche settimane all'inizio dell'undicesima edizione di Oof 2022. Prosegue il ciclo di annulli filatelici di poste italiane per il progetto culturale Olio Officina. Stiamo già preprando i due annulli previsti per le giornate di venerdì 11 e sabato 12 febbraio, nel frattempo ripercorriamo tutte le edizioni precedenti 

Olio Officina

Tutti gli annulli filatelici di Olio Officina Festival in attesa dei nuovi

 Non vi anticipiamo nulla perché amiamo le sorprese. Saranno due gli annulli per il 2022 e saranno realizzati dall’artista e illustratrice Stefania Morgante.

Siete mai stati al Festival e avete mai beneficiato di questi annulli filatelici?

Se non l’avete fatto guardate questo percorso a ritroso, dall’edizione del 2021 fino a quella del 2015, in tutto sono dodici annulli. A questi se ne aggiungeranno altri due.

Non mancate all’appuntamento.

Annullo filatelico 2021: L'olivo rinasce

È una iniziativa che si ripete per il settimo anno consecutivo, volta a celebrare la giornata di inaugurazione del Festival,  con il servizio esclusivo di Poste Italiane Filatelia che sarà sucessivamente disponibile anche presso l’Ufficio Postale di Milano Palazzo della Regione, in modo da soddisfare le esigenze dei collezionisti.

Il bozzetto, realizzato nel formato tondo, è stato ideato da Giulia Serafin e riporta l’immagine di un’apecar guidata da una donna, con gli olivi nel cassone posteriore su cui compare la scritta Olive Reborn, a testimonianza del tema portante della decima edizione di Olio Officina Festival: “L’Olivo rinasce”.

Ed è proprio un messaggio di rinascita e speranza quello che la donna sembra voler portare nelle strade con il suo piccolo mezzo di locomozione a tre ruote, con gli olivi in primo piano a conferma di un tesoro alimentare eccellenza italiana riconosciuta nel mondo.

Per l’occasione sono state realizzate anche le cartoline sulle quali sarà possibile apporre gli annulli speciali per farne degli oggetti da collezione filatelica.

A questo proposito segnaliamo che la scelta dei francobolli da abbinare è stata come sempre accurata ed è ricaduta sull’ Emissione del 2020, appartenente alla serie tematica “Il Patrimonio naturale e paesaggistico” e dedicata all’Anno Internazionale della Salute delle Piante.

Nei centoventi giorni successivi alla manifestazione l’annullo rimarrà depositato presso lo sportello filatelico dell’ufficio postale di Milano Palazzo della Regione, per soddisfare le richieste dei collezionisti. Trascorso tale periodo i piastrini filatelici saranno depositati presso il Museo della Comunicazione in Roma.

Annulli filatelici 2020: 60 anni dalla classificazione merceologica "extra vergine" - 10 anni di Olio Officina - La cultura dell'olio

Il primo è dedicato ai sessant’anni dell’olio extra vergine di oliva; il secondo al decennale del progetto culturale di Olio Officina.

I due bozzetti, realizzati nel formato tondo, con due differenti immagini del creative director Antonio Mele, riproducono nel primo caso un’oliva incastonata, come fosse una pietra preziosa, in un anello, mentre nell’altro timbro è rappresentato un albero-matita in quanto, tra cielo e terra, l’albero dell’olivo riscrive ogni anno una storia millenaria e vuole sottolineare il decimo anniversario di fondazione di Olio Officina.

Per l’occasione sono state realizzate delle cartoline sulle quali sarà possibile apporre gli annulli speciali per farne degli oggetti da collezione filatelica.

A questo proposito si segnala la scelta dei francobolli abbinati, ricaduta sull’emissione del 2006 dedicata alla giornata della filatelia che riproduce un bambino che tramite i francobolli gioca con un mappamondo (in linea con il tema l’olio dei popoli), mentre l’altro francobollo, del 2019, riproduce una mano che pianta un ramoscello d’olivo.

Annulli filatelici 2019: Cattedra ambulante di olivicoltura e Memoria su "I saggi diversi di olio, G. Presta"

I bozzetti sono stati realizzati da Giulia Serafin per conto di Olio Officina e sono dedicati il primo all’invenzione della cattedra ambulante, il secondo alla prima operazione promozionale della storia: il cofanetto degli oli dato in omaggio a Caterina II, l’imperatrice di tutte le Russie.

I due bozzetti, realizzati nel formato tondo, con due differenti immagini dell’illustratrice Giulia Serafin, riproducono nel primo caso un rimando alle cattedre ambulanti, uno strumento operativo che, nel passato, ha reso un encomiabile servizio di formazione itinerante per gli agricoltori, mentre, in quello che verrà utilizzato nella giornata di sabato, vi è invece un omaggio all’opera Memoria sui saggi diversi di olio e sulla ragia di ulivo della penisola Salentina, presentata insieme con trenta campioni di olio a Sua Maestà Imperiale Caterina II delle Russie (1786) dal medico Giovanni Presta, autore di numerosi saggi sulle tecniche di coltivazione dell’olivo e di produzione dell’olio, un chiaro esempio di una prima forma moderna di comunicazione, informazione e pubblicità degli oli.

Per l’occasione sono state realizzate delle cartoline da Olio Officina, sulle quali sarà possibile apporre gli annulli speciali per farne degli oggetti da collezione filatelica.

La scelta dei francobolli da abbinare, come sempre accurata, è ricaduta sull’emissione del 2014 dedicata alla giornata della filatelia che, illustrando il viaggio di una lettera, ci riporta al tema della comunicazione.

Annulli filatelici 2018: "Io sono un albero", con l'olivo secolare e "Io sono un albero", con l'olivicoltore

I due bozzetti, realizzati nel formato tondo con due differenti immagini dell’illustratore Doriano Strologo, riproducono, nel primo timbro, due alberi secolari; nel secondo, invece, un olivicoltore nell’atto di raccogliere le olive.

L’albero secolare viene messo in evidenza quale patrimonio di un Paese che nasce proprio come il Paese dell’olivo e dell’olio, fondato sulla oleologia, e non a caso vi è proprio il ramoscello dell’olivo nello stemma della Repubblica Italiana; mentre l’altro annullo dedicatoagli olivicoltori, è stato pensato per dare visibilità ai protagonisti, mai citati e mai onorati per il loro esemplare lavoro di custodi attivi del paesaggio, quelli che gli alberi li piantano, li coltivano con ogni cura, raccogliendo il prezioso frutto, le olive, dalle quali in frantoio, attraverso un processo di estrazione semplice, simile all’atto di una spremuta, si ricava l’olio da olive, un prezioso e sapido succo eletto giustamente al rango di functional food, oltre che di alimento nutraceutico.

Per l’occasione è stata realizzata una cartolina che riprende il tema di Olio Officina Festival 2018,  Io sono un albero, sulla quale sarà possibile apporre gli annulli speciali per farne oggetto di collezione filatelica.

La scelta dei francobolli da abbinare è stata particolarmente accurata.

Annulli filatelici 2017: Oleologo e Innesto olivi contro la xylella 

L’ideatore, organizzatore e direttore del Festival, Luigi Caricato, ha voluto per il terzo anno consecutivo celebrare le due giornate del Festival con il servizio esclusivo di Poste Italiane Filatelia.  

I due bozzetti, realizzati nel formato tondo con due differenti immagini dell’illustratore Valerio Marini, riproducono: nel primo timbro un ramoscello d’olivo, l’olio che sgorga dal separatore centrifugoin frantoio e il bicchiere ufficiale dell’assaggio; nel secondo è illustrata la tecnica di innesto che si spera possa essere risolutiva nel limitare il diffondersi del batterio della Xylella fastidiosa che sta affliggendo gli olivi del sud della Puglia.

Per l’occasione sono state realizzate delle cartoline sulle quali sarà possibile apporre gli annulli speciali per farne oggetti da collezione filatelica.

La scelta dei francobolli da abbinare è stata particolarmente accurata, ricadendo su quelli dedicati alle eccellenze del nostro Paese.

In particolare, il francobollo per il 130° anniversario di fondazione del pastificio De Cecco, emissione 2016, e gli Spaghetti all’amatriciana, del 2008, che vuole essere un particolare tributo alla città di Amatrice, di recente colpita dal sisma.

Saranno inoltre disponibili le più recenti emissioni di francobolli, insieme ai tradizionali prodotti filatelici di Poste Italiane, quali folder, cartoline, tessere, libri e raccoglitori per collezionisti.

Annullo filatelico 2016: Avanguardia. L'olio del futuro

 

Tutti gli appassionati collezionisti potranno usufruire dell’annullo della corrispondenza con due differenti timbri dedicati alla cultura olearia, e in particolare alla nobile arte dell’assaggio, rappresentata dal bicchiere ufficiale a forma di tulipano.

I bozzetti dell’annullo riproducono il bicchiere dell’assaggio dell’olio, visto in due differenti illustrazioni realizzate da Valerio Marini.

La forma del bicchiere ufficiale dell’assaggio, un tulipano senza gambo, è stata scelta dal Consiglio oleicolo internazionale e adottata dall’Unione europea e da ogni altro Paese al mondo.

Di solito il colore del bicchiere è blu, o comunque ambrato, in modo che il colore dell’olio non condizioni l’assaggiatore al momento della degustazione.

C’è tuttavia chi invoca un bicchiere trasparente, perchè non si può rinunciare alla bellezza di un olio in tutte le sue sfumature di colore.

“Lo scorso anno – afferma Luigi Caricato – ho pensato di valorizzare le ‘forme dell’olio’, ovvero il packaging con cui si presentano in Italia e nel mondo le confezioni e i contenitori deputati a ospitare l’olio in attesa di essere consumato. Quest’anno – aggiunge il direttore di Olio Officina Festival – ho scelto il bicchiere dell’assaggio e la figura chiave dell’assaggiatore, il quale, attraverso i sensi, riesce abilmente a individuare tutti i profili della qualità, servendosi del naso, del gusto e delle sensazioni tattili, chinestetiche e retrolfattive che si avvertono al momento dell’assaggio dell’olio esaminato in purezza, nel bicchiere. L’olio, alla fine, si scopre essere un alimento semplice e insieme complesso. Non una massa grassa indistinta, ma l’espressione di una molteplicità di percezioni tra loro ben connotate e dai tratti peculiari specifici, in alcuni casi unici. I due annulli filatelici servono per sensibilizzare il consumatore e portarlo a prestare attenzione verso ciò che abitualmente consuma in maniera il più delle volte inconsapevole. È un invito all’attenzione e a prestare fiducia ai propri sensi”.

Annullo filatelico 2015: Le forme dell'olio

Poste Italiane partecipa alla quarta edizione di Olio Officina Food Festival.

Tutti i collezionisti potranno ottenere l’annullo della corrispondenza con un timbro dedicato alla cultura olearia.

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter