AUTORI

Bianca Garavelli

Bianca Garavelli

Nata a Vigevano, ha studiato Dante con Maria Corti all'Università di Pavia. Pubblica romanzi (il più recente è "Le terzine perdute di Dante ", Rizzoli) e scrive su "Avvenire", soprattutto di letteratura e poesia. Legge inoltre Dante in pubblico e lo interpreta in commenti alla "Commedia" (sua l’edizione di Bompiani per la scuola) e in diversi saggi. E’ ricercatrice presso il Dipartimento di Italianistica e comparatistica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Bianca Garavelli è nata a Vigevano, da un papà vigevanese, Renzo, e da una mamma di Mantova, Nilbes. Ha studiato Dante con Maria Corti, all'Università di Pavia. Pubblica romanzi (il più recente è "Le terzine perdute di Dante ", Rizzoli) scrive su "Avvenire", soprattutto di letteratura e poesia, legge Dante in pubblico e lo interpreta in commenti alla "Commedia" (Bompiani per la Scuola) e saggi. Collabora come assegnista di ricerca al Dipartimento di Italianistica e Comparatistica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Esordisce con la raccolta di poesie "L’insonnia beata" (Edizioni del Laboratorio, Modena, 1988, con la prefazione di Antonio Porta); nel 1990 pubblica il suo primo romanzo "L’amico di Arianna" (Alfredo Guida) a cui seguono nel 1997 "Guerriero del Sogno" (La Vita Felice, Milano), che era finalista al premio Montblanc per l'inedito 1995, e nel 1999 il romanzo per ragazzi "Il mistero di Gatta Bianca" (Laterza, Bari). Nel 1996 pubblica per Bompiani (Milano) i due volumi antologici "Leggere la poesia dell’Ottocento" e "Leggere la poesia del Novecento".
Nel 2001 esce sempre per Bompiani l'edizione rinnovata del suo commento all'Inferno di Dante (prima edizione 1993, con la supervisione di Maria Corti), e il volume di Canti scelti della Commedia; nel 2002 i commenti al "Purgatorio" e al "Paradiso". Nel 2006, in gennaio, sempre da Bompiani esce l'edizione di tutti i canti in volume unico (Editio Minor); in settembre La Divina Commedia. Canti scelti nella collana "Pillole" della BUR Rizzoli. Cura per le Edizioni Medusa (Milano) i volumi di Ètienne Gilson "Dante e Beatrice" (2004) e "La scuola delle Muse" (2007), e cura e traduce dal francese antico "Il Dibattito sul Romanzo della Rosa" di Christine de Pizan, Jean Gerson e Jean de Montreuil (2006), e recentemente il "Libro della pace" sempre dell'autrice italo-francese quattrocentesca Christine de Pizan (2007). Ha pubblicato per la collana "Gli Spilli" di Alpha Test la guida al Paradiso di Dante (2004) e recentemente all'Inferno (2009). Tra il 1997 e il 2000 cura la collana "I Grandi Classici della Poesia" Fabbri, che esce nelle edicole, con i classici presentati da poeti contemporanei.
Recentemente la sua attività narrativa si è intensificata: con i romanzi "Beatrice" (Moretti & Vitali, Bergamo 2002) ), "Il passo della dea" (Passigli, Firenze 2005) e "Amore a Cape Town" (Avagliano, Roma 2006), con il quale si è aggiudicata l'edizione 2007 del Premio "Angeli nel cielo del Cilento" (prevalendo su Ermanno Cavazzoni, Storia naturale dei giganti, Guanda e Silvana Grasso, Pazza è la luna, Einaudi). A fine 2010 è stato pubblicato "Nelle pagine dell'anima", (Moretti & Vitali editori). Ad Ottobre 2012 Baldini & Castoldi ha pubblicato "Le Terzine perdute di Dante". La più recente pubblicazione è "L'oscurità degli angeli", che ha vinto il Premio letterario "Città di Fabriano" edizione 2013.

Collabora al quotidiano "Avvenire", alla rivista di ricerca transdisciplinare "Poesia e spiritualità", al sito "Treccani scuola", e a "Testo", rivista di teoria e storia della letteratura e della critica, diretta da Pierantonio Frare; ha collaborato al mensile "Letture", con la rubrica sui Tascabili, dal 2006 al 2009, anno in cui la vita della rivista è terminata; ha collaborato al periodico "Stilos" dal 2002 al 2010 ed è stata redattrice della rivista di letteratura comparata online "Matelda", diretta da Victoria Surliuga. Nel 2011 ha collaborato al bimestrale di cultura e spettacolo "Happiness", dove ha curato la rubrica delle interviste "impossibili". È nella giuria dei premi di poesia "Metauro" (presidente Umberto Piersanti) e del premio di narrativa "La Provincia in Giallo" (presidente Mino Milani); è stata giurata dal 2003 al 2008 del Premio "Senigallia spiaggia di velluto", di cui era presidente il compianto Raffaele Crovi.
Dal 2012 è fra gli autori rappresentati dall’agenzia letteraria milanese Grandi & Associati.

Gli articoli di Bianca Garavelli

Oro liquido

Narrazioni. Gli esploratori e i mercanti erano i più numerosi. Ma tutti, senza distinzione di sesso, età e occupazione, avevano risposto all’appello degli Esperti. Eva attese che il clamore dei presenti si spegnesse, quindi rispose, sicura: «Olio d’oliva, come nei tempi più antichi»

Bianca Garavelli


L'Olivo della Strega

Racconto. «Non ce la farai. Non ce la puoi fare». Cecilia aveva avuto la determinazione di tornare, e di non lasciare la presa. Aveva trovato la forza. Nessuno sapeva come ci fosse riuscita. Soltanto chi avrebbe bevuto il suo olio avrebbe potuto, forse, capire. Erano nell'olio tutte le risposte

Bianca Garavelli


Iscriviti alle
newsletter