Saperi

Un romanzo, un corpus poetico e un libro per stare bene con se stessi

Libri per l’estate 2022. Tanti i libri per l’estate, mentre l’ombrellone attende paziente il tempo della lettura, in attesa dell’arrivo del periodo più intensamente vacanziero. Sono tre, in particolare, i volumi che segnalati ai lettori di Olio Officina. Ne sono autori il romanziere (e agronomo) Antonio Pascale, il poeta Giovanni Giudici e la dietista nutrizionista Annamaria Acquaviva [2. continua]

Maria Carla Squeo

Un romanzo, un corpus poetico e un libro per stare bene con se stessi

L’estate ci consente di disporre di più tempo. I libri sono un’ottima soluzione per ritagliare del tempo buono per noi. Ecco dunque le mie segnalazioni librarie, ma, sia chiaro, leggerò anche altri libri, perché la lettura ci apre a mondi nuovi e ci porta a scoprire ogni volta sempre qualcosa di nuovo e unico.

Parto dal libro di Antonio Pascale: La foglia di fico. Storie di alberi, donne, uomini, pubblicato per le edizioni Einaudi. Titolo bellissimo. Con questo romanzo l’autore ci conferma l’originalità e il talento narrativo, rivelandosi a tutti gli effetti un grande autore, poderoso, da seguire con attenzione. Invito infatti a leggere tutti i suoi precedenti libri, giusto per farsi un’idea. Trovate qui i titoli disponibili. Hanno tutti il dono della semplicità, pur affrontando temi complessi. Ciò che colpisce è l’approccio alla narrazione. La foglia di fico si legge come un romanzo, perché tale è, ma capitolo dopo capitolo, ciascuno dedicato a una pianta, ci si rende conto che il libro è anche un trattato sulla natura delle piante e su quella degli esseri umani, il tutto servito con un taglio decisamente contemporaneo, discontinuo rispetto a tanti testi classici del passato. Colpisce soprattutto la brillante abilità nell’amalgamare un lessico amabilmente letterario con un lessico più tecnico, dove si scorge in maniera evidente il percorso formativo da agronomo dell’autore, senza che con ciò si perda l’emozione.  Bellissime, infine, le illustrazioni di Stefano Faravelli.

Dalla narrativa alla poesia, segnalo l’opera poetica di Giovanni Giudici, autore cui sono molto affezionata, e che ora per gli Oscar Moderni Baobab, Mondadori ha pubblicato Tutte le poesie, un corposo volume di oltre 1400 pagine che raccoglie le dodici raccolte edite a partire dal 1965. Ciò che colpisce in quest’opera in versi è la perfetta aderenza al reale, il tocco ironico, l’anima sociale, il taglio a volte narrativo, testi e contesti espressi con candore e perizia in una forma e uno stile classici con una forte propensione a scardinare nel contempo la tradizione, rinnovandola.  

In ultimo, segnalo un volume che fa bene leggere perché riguarda tutti noi, nel profondo, perché coltiva i temi del benessere e dello stare bene. Ne è autrice Annamaria Acquaviva, che ho avuto modo di ascoltare sul palco dell’ultima edizione di Olio Officina Festival e in seguito presso il resort di Palazzo di Varignana sui colli bolognesi, dove l’autrice, dietista nutrizionista e farmacista, è la responsabile del Medical Center. Il titolo del libro è Health revolution. I 5 pilastri della salute. Ovvero, come si legge nel sottotitolo: Benessere e longevità secondo il Metodo Acquaviva. Il volume è edito da Tecniche Nuove e si compone di una ricca introduzione e di 5 capitoli centrali (1, nutrizione personalizzata; 2, armonia ed equilibrio interiore; 3, attività fisica; 4, sonno; 5, integrazione alimentare  e cosmetica), che raccontano con dovizia di particolari e consigli i 5 pilastri della salute, cui segue un capitolo che svela il segreto per raggiungere gli obiettivi che ci si propone, con l’invito a non arrendersi. Già, perché il percorso che ci porta a benessere e longevità è impegnativo, seppure non impossibile. L’alimentazione, inutile ammetterlo, gioca un ruolo importante, tant’è che la seconda parte del libro si concentra sui piatti dei propri pazienti, con ricette di cucina semplici, smart ed equilibrate. Insomma, il libro giusto per l’estate, purché si osservino le giuste regole per mantenere l’equilibrio ritrovato.

LEGGI ANCHE

Chiara Di Modugno: QUANTO PESANO, ALLA FINE, I SEGRETI? 

In apertura, foto di Olio Officina

TAG: Libri

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter