Gea Terra

Le ragioni del mio progetto con il mio giovane figlio Robinson

In Croazia, nell'isola di Brač, il francese Christian Bouas racconta, per il numero 15 del nostro mensile Oliocentrico, la sua esperienza di coltivatore di ulivi secondo i principi del massimo rispetto per l'ambiente. "Ho sentito il bisogno e l'urgenza di fare qualcosa e agire - scrive - restituendo alla natura il più possibile, in modo da rimettere le cose in ordine, alla mia misura. L'azienda, Oblica, prende il nome dalla varietà autoctona di olivi da lui coltivata

Olio Officina

Le ragioni del mio progetto con il mio giovane figlio Robinson

Sul numero 15 del mensile Oliocentrico, in corso di pubblicazione nei prossimi giorni, sarà possibile leggere all'interno della rubrica "Lo produco, lo racconto", l'autorecensione  di Christian Bouas nella versione del testo originale in lingua francese. Qui invece trovate la versione in lingua italiana. Buona lettura.

Sono le nostre scelte che mostrano chi siamo (JK Rowling)

Oblica

Supetar, Brač, Croatia

Casa virtuale: oblica.hr

Olivaggio: Oblica

Bottiglia: 500 ml

Prezzo al pubblico: euro 30

Dopo un'intensa vita professionale, quando ho iniziato a lasciar perdere e guardare alla vita in modo diverso, sono diventato profondamente consapevole di ciò che noi uomini stavamo facendo al nostro ambiente.

L'incontro con questa terra di ulivi dimenticati, su quest'isola di Brač, è avvenuto quando ho sentito il bisogno e l'urgenza di fare qualcosa e agire, restituendo alla natura il più possibile, in modo da rimettere le cose in ordine, alla mia misura.

Il mio modo di agire è di spingere sempre più al limite il requisito del rispetto per l’ambiente. Lo faccio per i miei figli, i miei nipoti, e per questo terroireccezionale: sono diventato quasi un fondamentalista.

Nessuno sforzo è però mai esagerato. Ho tutto il mio tempo libero, liberato dagli obblighi materiali della mia vita attiva, e ora, così, posso dedicarmi completamente al mio progetto: la produzione dell'olio extra vergine di oliva Oblica. È un olio che si ricava da una varietà autoctona della Croazia, contrassegnato in ogni sua fase dai più elevati standard, basati su tre pilastri:

  • La ricerca dell'autenticità, attraverso il rispetto assoluto del terroir.
  • La passione per i piccoli dettagli, che fanno sempre la differenza.
  • Il rispetto per le cose ben fatte. 

Tutto questo, in una produzione biologica certificata, nel rispetto dei principi della permacultura.

Certo, è troppo poco l’equivalente sul mercato dell'olio extra vergine di oliva, anche il più prestigioso. Laddove molti si accontentano delle generiche dichiarazioni di buone intenzioni, Oblica al contrario agisce concretamente.

I terreni dell’oliveto vengono analizzati ogni anno, in modo da poter scegliere e applicare di volta in volta i fertilizzanti naturali più adatti ai terreni, eccezionalmente calcarei, e all'aria, altamente iodata, che compongono questo particolarissimo terroir.

Lo stesso vale per le foglie, per meglio comprendere la natura e gli effetti delle nostre scelte.Un altro esempio viene inoltre dall'impollinazione, la quale viene ottimizzata in modo assolutamente naturale, piantando olivi della cultivar cugina, la varietà Levantika.

La raccolta delle olive viene effettuata interamente a mano, dalla gente del villaggio, come è ormai tradizione dell'isola di Brač, ed è una pratica estremamente rara, che garantisce ai massimi livelli la qualità del raccolto, nonché il rispetto dell'integrità di ciascun frutto.

Questa raccolta manuale implica anche il rispetto delle buone e variegate pratiche ancestrali. Mai più di cento alberi per ettaro e una dimensione della pianta molto bassa, con il vantaggio di una migliore fotosintesi per tutti i frutti.

Una volta spremuto il frutto, l'olio estratto viene lasciato tal quale, puro, non filtrato, in modo da preservare tutta la sua ricchezza organolettica. Viene conservato in recipienti in acciaio inox per usi alimentari e imbottigliato solo su richiesta, al momento dell'ordine, garantendo in tal modo una freschezza eccezionale del prodotto.

Tutti questi nostri modi di fare costituiscono una filiera unica, impossibile da riprodurre su larga scala, che richiede una dedizione totale, e che solo la passione e l'entusiasmo di una persona disinteressata possono garantire.L'obiettivo primario, resta la qualità, a totale scapito della produttività.

Christian Bouas

Propriétaire-Producteur Oblica

 

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter