Terra Nuda

In Spagna si punta a una commercializzazione mirata e strategica delle olive da tavola

Sono sempre più numerose le catene con le quali Dcoop sta consolidando nuove collaborazioni, ampliandole non solo alle piattaforme tradizionali ma avvicinandosi anche alle opportunità offerte dall’e-commerce: la presenza del marchio su Amazon garantisce alle olive da mensa un’importante visibilità. Al contempo, in un’ottica di marketing, non può essere secondaria l’offerta garantita nei negozi fisici, così è stato dato forte rilievo alle produzioni regionali, introducendo nei supermercati Carrefour le olive biologiche verdi intere e denocciolate

Olio Officina

In Spagna si punta a una commercializzazione mirata e strategica delle olive da tavola

Si è così consolidata la fornitura a Mercadona di olive fresche Aloreña e verdi Hojiblanca con il marchio Dcoop, refrigerate e affettate a Mercadona.

Questa relazione commerciale è iniziata nel 2018 ed è stata ampliata dalle diverse piattaforme logistiche, e recentemente introdotta in Portogallo.

Nel 2020, con il marchio Hacendado, è iniziata la vendita dell’oliva nera Hojiblanca denocciolata e nel 2022 l’oliva nera Hojiblanca intera.

Allo stesso modo, le olive biologiche verdi intere e denocciolate sono state introdotte nella catena Carrefour con il marchio Dcoop.

A livello nazionale, è stata data molta importanza anche alle olive scisse fermentate di Aloreña con condimento tradizionale nel formato da mezzo chilo.

In Andalusia, Dcoop è presente con una linea Pet in 4 formati, tra 400gr e 1,5 kg con diverse preparazioni, nelle catene Alcampo e Carrefour.

Dcoop è inoltre presente sia nel canale HoReCa, sia in diversi operatori industriali che, attraverso prodotti di quarta e quinta gamma, forniscono formati adatti all’uso alberghiero e di taglio industriale.

Nell’ambito dell’e-commerce, Dcoop offre diverse referenze di olive, sia nel suo negozio online, che sulla piattaforma Amazon, registrando più volte il riferimento di olive più venduto.

La strategia della sezione “olive da tavola”, composta da venticinque partner di Córdoba, Málaga e Siviglia, mira ad aprire più mercati e ad adattarsi alle ultime sfide che il settore sta affrontando a causa dell’impatto dei dazi statunitensi o delle crisi derivate da fattori geopolitici.

Il fatturato di questa attività è stato di 96,84 milioni di euro nel 2021 ed è l’attività più esportatrice, con tre quarti destinati a 63 paesi (75,29 milioni di euro nel 2021).

Alla fine del 2021 sono stati registrati 483 posti di lavoro legati agli olivifici di Monturque e Dos Hermanas.

Con questa attività, Dcoop contribuisce agli obiettivi di sviluppo sostenibile: il numero 8, Crescita economica e il numero 9, Industria.

In apertura, Aceituna aloreña, foto di Dcoop

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.