Terra Nuda

Anche il Pakistan accoglie la sfida dell'olivicoltura

Dall'incontro avvenuto tra Abdellatif Ghedira, direttore esecutivo del Coi, e l'ambasciatore della Repubblica Islamica del Pakistan, SE Shujjat Rathore, è emerso che si ha a che fare con un Paese dal grande potenziale. Ciò che occorre, ora, è una formazione tecnica mirata per poter concretizzare quanto discusso

Olio Officina

Anche il Pakistan accoglie la sfida dell'olivicoltura

Il 18 novembre 2021, il Direttore Esecutivo del Consiglio Oleicolo Internazionale, Coi, Abdellatif Ghedira, ha accolto in sede SE Shujjat Ali Rathore, l'Ambasciatore della Repubblica Islamica del Pakistan, accompagnato dal suo Consigliere per il Commercio e gli Investimenti, Ahmed Affan . 

All'incontro ha partecipato anche il Responsabile della Direzione Relazioni Esterne della Segreteria Esecutiva.

Le discussioni si sono concentrate sull'impatto positivo della missione del direttore esecutivo in Pakistan, sui vari incontri con le autorità pakistane e le parti interessate del settore privato e le visite in diverse regioni del paese. 

Hanno concluso che il Pakistan ha un potenziale reale e risorse umane adeguate per avere successo nel suo piano di sviluppo del settore olivicolo, sottolineando al contempo che è necessaria una formazione tecnica prima di avviare questo piano per adottare buone pratiche ed evitare costose rettifiche a posteriori.

È stata discussa anche l'adesione del Pakistan al Coi.

L'ambasciatore pakistano ha ringraziato il Segretariato esecutivo, e in particolare il suo direttore esecutivo, per gli sforzi compiuti per rilanciare il settore olivicolo in Pakistan e ha ribadito la volontà del suo Paese di unirsi alla famiglia del Coi il prima possibile. 

Al partito pakistano è stato presentato un documento che spiega i passaggi per diventare membro.

Al termine dell'incontro, entrambe le parti si sono impegnate a mantenere i contatti e il Direttore Esecutivo ha assicurato ai suoi ospiti il ​​sostegno del Segretariato Esecutivo al Pakistan nei suoi sforzi per aderire al Coi.

La foto in apertura è di Olio Officina©

TAG: coi

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter