Terra Nuda

Le olivicolture del mondo hanno bisogno di ricerca e scambi di conoscenze

Un anno fa veniva firmato il protocollo di intesa tra il Coi, il Consiglio Oleicolo Internazionale, e l’Institut Agro. ClimOliveMed è il progetto nato da questa collaborazione con lo scopo di promuovere la cooperazione scientifica, fondamentale per fronteggiare le sfide ambientali e le difficoltà produttive dovute ai cambiamenti climatici. Nei giorni scorsi si è tenuto un incontro a Marrakech per valutare la situazione attuale e sviluppare ulteriormente il lavoro attraverso un piano comune e condiviso, frutto di un proficuo scambio di idee

Olio Officina

Le olivicolture del mondo hanno bisogno di ricerca e scambi di conoscenze

L’8 aprile 2021, il Coi e l’Istituto per l’istruzione superiore e la ricerca in agricoltura, sistemi alimentari e ambiente, Institut Agr, hanno firmato un protocollo d’intesa, MoU, per promuovere la cooperazione scientifica. In questo contesto, l’Institut Agro ha lanciato il progetto ClimOliveMede e ha invitato il Coi a prenderne parte.

L’incontro che si è svolto a Marrakech, dall’8 al 12 marzo 2022, mirava a favorire lo scambio di conoscenze tra i partner, rafforzare i legami tra di loro e lanciare una visione condivisa per il progetto, nonché un piano d’azione congiunto.

Il capo del dipartimento di cooperazione tecnica e formazione del Coi, Catarina Bairrao Balula, ha tenuto una conferenza sulle attività correlate che l’Osservatorio sviluppa e adotta in questo campo.

Il progetto ClimOliveMed rafforza la ricerca in corso sull’olivicoltura e sui cambiamenti climatici.

Per coloro che sono interessati ad approfondire il lavoro, è possibile prenderne visione cliccando QUI.

In apertura, foto di Olio Officina©

TAG:

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.