tag: nutriscore

A quale punto è lo stato del Nutriscore

Le evidenti prove scientifiche che testimoniano le qualità salutistiche dell’olio da olive sono fortemente minacciate dal nuovo sistema di etichettatura nutrizionale. Per approfondire la questione, il Coi, Consiglio Oleicolo Internazionale, e QvExtra! hanno riunito esperti provenienti da più ambiti scientifici per proporre valide alternative a uno strumento che sta arrecando danni al prodotto e a tutti gli attori della filiera coinvolti

Olio Officina


L'extra vergine danneggiato dal NutriScore. È necessario fare chiarezza

Il Consiglio Oleicolo Internazionale, Coi, in collaborazione con QvExtra!, il prossimo 20 maggio terrà un congresso per stabilire le linee guida in difesa dell’Evo, uno dei prodotti che risente maggiormente dei parametri utilizzati dal sistema di etichettatura. Rappresentanti del settore olivicolo ed esperti internazionali saranno impegnati nell’elaborare le strategie da adottare perché la comunicazione dell’olio sia corretta e ne rispetti le proprietà salutistiche

Olio Officina


No al Nustriscore. Un obiettivo comune di Italia e Francia a difesa del sistema Dop e Igp

Alla luce dell’attuale contesto comunitario, in cui sono in atto una serie di politiche di riforma, l’attenzione di OriGIn Italia si è soffermata sul futuro delle Indicazioni Geografiche e come il sistema di etichettatura potrebbe incidere su molte delle nostre eccellenze enogastronomiche. Gli stessi dubbi sono stati sollevati anche dalla rappresentanza francese dei Consorzi di Tutela, per questo risulta necessario attuare una strategia condivisa volta al rafforzamento e protezione del settore, in quanto il ruolo è fondamentale per entrambe le economie

Olio Officina


NutriScore e app Yuka: come può cambiare la percezione del consumatore

Il sistema di etichettatura NutriScore e l’applicazione Yuka, già scaricabile per tutti i sistemi operativi, sono nate con lo scopo di fornire valutazioni, in termini di salute, sui prodotti che troviamo in commercio. I parametri presi in considerazione, ad esempio, sono la quantità di zuccheri e grassi saturi contenuti in una porzione di cento grammi, o millilitri. Vengono escluse, però, tutte quelle variabili che, ovviamente, devono essere prese in considerazione quando si acquista un alimento. Tra queste rientra anche la quantità. A detta dei sistemi menzionati, un prodotto può essere valutato negativamente perché i valori nutrizionali, in rapporto con la porzione da loro indicata, non sono ottimali. L’olio extra vergine da olive, ad esempio, risente di questo sistema in modo particolare, dal momento che il suo consumo giornaliero è limitato: un cucchiaio d’olio corrisponde, circa, a 12 ml

Olio Officina

The Front-of-Pack-Labeling "Nutriscore" system? Misleads consumers and penalises extra virgin olive oil

The EAC, the Association of Cretan Exporters, is taking the field and strongly disapproving. The algorithm, which assesses only part of each nutritional profile, does not actually consider the overall quality of each food or ingredient. A striking example of this misleading mechanism? Extra virgin olive oil, a natural food with a scientifically proven high health value, falls into category 'C', while processed foods and soft drinks paradoxically appear healthier, falling into a higher category ('B' or even 'A')

Alkiviadis Kalabokis, Emmanouil Karpadakis


L'intervento del ministro alle Politiche agricole Stefano Patuanelli al question time alla Camera

"Il tema Nutriscore - sostiene il titolare del dicastrero agricolo - è un tema che stiamo affrontando e che affronteremo nei prossimi mesi e lo faremo intraprendendo tutte le iniziative possibili per bloccare un progetto che, a nostro avviso, è insano. Non soltanto perché vogliamo tutelare le nostre produzioni agroalimentari" 

Olio Officina


Iscriviti alle
newsletter