Abbinamenti Dop: l’aglio bianco polesano e l’olio extra vergine di oliva Garda

In Veneto non si può prescindere dall’utilizzare l’aglio bianco polesano Dop nella preparazione di un gustosissimo piatto di spaghetti aglio, olio e peperoncino. L’olio, ovviamente, è il celebre extra vergine Dop Garda, un nome, una garanzia: qualità e unicità insieme, certificate. Il sapore intenso dell’aglio, da un lato; la piccantezza del peperoncino, dall’altro; e la delicatezza e morbidezza dell’olio, infine, per dar luogo alla giusta armonia di sapori. Cosa chiedere di più?

Olio Officina

Da Chiluzzo alla Kalsa

Un viaggio tanto atteso, nel desiderio di un cannolo di quelli che fanno “resuscitare i morti”, consumato dall’alto di un palazzo, dal cui tetto si vede l’incomparabile panorama di cielo, terra e mare che incornicia la città di Palermo. E poi, come non ricordare il Panino con la P maiuscola, incomparabile e inimitabile, croccante, con lo sgombro e i pezzetti di verdura anch’essi croccanti. Solo che ora, Chiluzzo non mi dirà più: “Professore, il solito?”

Massimo Cocchi


Abbinamento Dop: il carciofo d’Albenga incontra l’olio extra vergine di oliva Riviera Ligure

Il carciofo spinoso è una varietà che viene coltivata e lavorata ad Albenga, ma anche in alcuni areali della piana intorno alla città ligure, oltre che lungo il litorale imperiese. Peccato che rispetto ad altri prestigiosi carciofi italiani non abbia ancora conseguito il marchio Dop o Igp. Ci consoliamo con il salvifico ricorso all’extra vergine, la ricetta della Pasqualina Settebellezze e, con qualche avanzo, i panzerottini al basilico

Carlo Romito

Hans Küng e il dovere e il rischio del dialogo fino in fondo

Un omaggio al grande teologo svizzero, scomparso lo scorso 6 aprile. Egli scrisse: “Presupposto per un buon dialogo tra le culture è la conoscenza reciproca di ciò che divide e ciò che unisce in modo che possa esserci capacità di dialogo e non sussistano pregiudizi o stereotipi. Questa conoscenza della propria e dell’altra cultura deve possibilmente essere sperimentata e provata molto presto, in tenera età, meglio se messa in atto già nella famiglia. Persone di differenti provenienze geografiche e di diverse professioni hanno oggi bisogno di competenze interculturali”

Mario Campli


C’è chi si inventa il kit salva olio pur di scuotere i consumatori

Passano i decenni ma non passano certo le predilezioni verso il sempreverde tema “frodi e sofisticazioni”, tra i refrain più gettonati del settore oleario. Comunicare il prodotto in termini positivi comporta tanta fatica e molte idee, che evidentemente scarseggiano. Sembra infatti che gli operatori del comparto agricolo non abbiano più la capacità di trasmettere una cultura di prodotto. Si ricorre a stratagemmi dozzinali al solo fine di evitare di impegnarsi in progetti più strutturati e compositi

 

Olio Officina

Visioni

L’origine del mondo

Luigi Caricato

Occorre che qualcuno tolga la pietra

Sante Ambrosi


L'Ispettorato Centrale Repressione Frodi esibisce i muscoli

Il Report 2020 dell'attività operativa dell’Icqrf mette in evidenza il lavoro emerso nel corso dell’anno precedente: oltre 70mila controlli, 1.142 dei quali avvenuti al di fuori dai confini nazionali. E il settore dell’olio, come è messo? Ecco tutti i dettagli

Olio Officina


Pizze extra vergini

PIZZERIA OLIOCENTRICA. A Cadoneghe, alle porte di Padova, c'è il locale del segretario generale di Apes, l’Associazione pizzaioli e similari, Silvio Poletto, che nell'olio ricavato dalle olive ci crede, al punto che l’olio se lo fa addirittura produrre su commissione, in Puglia, andandoci di persona, mettendoci le mani, non solo le buone intenzioni. Poletto ritiene centrale, determinante e fondamentale l’olio nella preparazione di una pizza

Maria Carla Squeo

Contest

2021
Vajze

Vajze

È un cru confezionato in una bottiglia in ceramica dipinta a mano che l'azienda agricola Salvatore Mauro, operativa in Calabria, nella comunità arbëreshe di San Demetrio Corone, ha realizzato in collaborazione con un giovane artista ed espressione del progetto “Radici di bellezza”, non un progetto definito per quest’olio d’autore, ma una continua sperimentazione, che proporrà ogni anno inediti sentori e sapori, descritti da armonia di forme

2021
Rock'n R'Olive

Rock'n R'Olive

Casas de Hualdo, tra le più originali e prestigiose imprese olearie della Spagna, sempre attenta al design, molto curato, come pure a investire su produzioni di alta qualità, si è imposta all’attenzione della ottava edizione del Premio Le Forme dell’Olio meritando sia il Premio Platino Oli Gourmet, sia il Premio Platino Linea commerciale Oli Gourmet. Due versionI: Jazz, da monocultiuvar Arbequina, e Blues, da monocultivar Picual

2021
Rebranding Bonolio

Rebranding Bonolio

La collaborazione tra l'artista siciliana Alice Valenti e l'agenzia di comunicazione Industria01 ha permesso, all’azienda siciliana della famiglia Bono, di Sciacca, di rinnovare in maniera coraggiosa e moderna il proprio brand. A partire da un nuovo logo aziendale e anche lavorando sulle bottiglie, dove sono stati fatti rivivere i paladini dell'Opera dei Pupi, non solo per ragioni estetiche, ma anche per valorizzare il percorso di un'azienda storica

Pics

La rappresentazione dell'olio

Il sacro gesto di versare l'olio sul pane. In questo caso l'olio è quello a marchio Dop Garda. Un extra vergine che piace per la sua delicatezza e finezza, per l'armonia e l'ottima fluidità

Olio Officina

Pasqua tra gli olivi vista lago

Olio Officina

Pasqua l'abbiamo immaginata così

Olio Officina

Prospettive extra vergini

Olio Officina

Cronologia di una persecuzione

Nel 2008 esce il primo lavoro ufficiale che codifica l’impiego della funzione matematica nella diagnosi psichiatrica. Il lavoro prosegue fino alla pubblicazione che riferisce della inequivocabile possibilità di riconoscere, attraverso i markers utilizzati, la Depressione Maggiore dal Disordine Bipolare. La notizia i diffonde. Poi arriva una strana e inquietante lettera

Massimo Cocchi


Sembra facile dire qualità e sostenibilità, quando si ha a che fare con l’olio extra vergine di oliva

Sono due obiettivi che si intersecano all’interno della filiera olivicola. Due paradigmi dai quali non si può prescindere. Due aspetti che vanno affrontati in prospettiva futura ma che vanno concepiti e pianificati ora, subito. L’associazione tra olio Evo e concetto di sostenibilità rappresenterebbe un tassello aggiuntivo nell’ottica di valorizzazione di un prodotto troppo spesso banalizzato. Da  qui le priorità degli imprenditori del settore e le conseguenti motivazioni delle scelte di acquisto del consumatore

Consorzio Ceq

Oliocentrico

Oliocentrico N. 19

Oliocentrico N. 19

Un numero davvero speciale, fuori dall’ordinario, dedicato interamente alle Marche ed espressamente alla ventunesima edizione del concorso regionale “L’Oro delle Marche”. Gli assaggiatori di Olea recensiscono gli extra vergini vincitori, ma poi vi è spazio anche per altre utili segnalazioni, tra cui un super olio e, per la nuova sezione Oxos, l'Agresto

Oliocentrico N. 18

Oliocentrico N. 18

In questo numero l’esordio con una nuova grafica, a firma di Giulia Serafin. La rivista digitale, al suo terzo anno, ospita le recensioni degli oli prodotti da Alberto Galluffo, Bono, Colle San Leo, Fattoria Petrini, Marramiero e Giuseppe Boeri. La ricetta oliocentrica è di Giuseppe Capano. Non un ristorante, ma un caffè oliocentrico, quello dei fratelli Botter ad Asolo

Oliocentrico N. 17

Oliocentrico N. 17

In questo numero gli oli prodotti da Agridè, Domenico Manca-San Giuliano, Fontana dei Santi, Masserie di Sant’Eramo e Poldo. Per il design, l’olio delle sorelle Mela di Imperia; per i condimenti, il pesto di basilico genovese Dop di Guido 1860. La ricetta oliocentrica è di Massimo Occhinegro, il ristorante oliocentrico è l’Agrobistrot di Pantaleo Agricoltura

Oliocentrico N. 16

Oliocentrico N. 16

In questo numero gli oli prodotti da Primoli, Felice Bitetti, Frantoio Anteata, Mil & Un Verd, Azienda Agricola Mazzola, Cab Terra di Brisighella, Eremo San Giorgio. Per il design I Dedicati di Olitalia e per i condimenti l'aromatizzato al tartufo di Provenzani. La ricetta oliocentrica? È a firma di Salvatore e Vincenzo Butticè

Quelle volte che incontrai Arrigo Sacchi per scrivere la sua biografia

Nel libro Calcio totale, edito da Mondadori, il grande campione racconta la propria vita, dal destino memorabile, ma oltre all'amore infinito per il calcio, egli ci insegna, soprattutto, che siamo chiamati, ciascuno, a vivere il proprio sogno, il proprio destino

Guido Conti


Di libertà vo pensando…

È un concetto che non sempre riusciamo a comprendere nel suo vero senso, un concetto che a volte si tinge di ipocrisia. Invece dovremmo restituire cittadinanza alla libertà del nostro potere creativo, capace di scompaginare e disarticolare i flussi meccanici di un mondo preformato, e per questo inquietante, incapace di vedere che ogni nascita comporta una rinascita, ogni inizio un capovolgimento del mondo precedente

Massimo Cocchi, Fabio Gabrielli, Clara Benfante

Gotha Alimentare

Claudio Ranzani

Claudio Ranzani

Figura di primo piano nel mondo degli oli e grassi, dopo un lungo periodo da dirigente in Van den Bergh, Unilever, ha ricoperto diversi incarichi, tra cui quello di direttore generale di Assitol, l'Associazione italiana dell'industria olearia, di cui nell’utimo periodo è stato delegato alla Presidenza. È scomparso il 7 ottobre 2019

Flavio Lenardon

Flavio Lenardon

Selezionatore di materie prime alimentari di eccellenza, si è imposto sulla scena pubblica fondando il movimento culturale TreeDream, di cui è presidente, e con il quale si propone di salvare l’olivicoltura estrema d’alta quota italiana. Ha ha ideato un bicchiere da degustazione olio in terracotta, Premio “Forme dell’Olio” 2020

Leonardo Colavita

Leonardo Colavita

Amministratore delegato della Colavita Holding, società che detiene il 100% delle quote della Colavita Spa, storico marchio italiano specializzato nella produzione di olio extra vergine di oliva, è tra i fondatori di Assitol, di cui è stato presidente e al cui interno ancora oggi è impegnato nella tutela del settore

Noureddine Ouazzani

Noureddine Ouazzani

Figura chiave per il mondo olivicolo-oleario del Marocco, è ingegnere agronomo e docente-ricercatore presso la scuola agronomica di Meknes, nonché fondatore e direttore dell’Agro-pôle Olivier di Meknès. Primo Dottore di Stato sulla genetica dell'olivo, nel 2015 ha ricevuto a Milano il Premio Olio Officina – Cultura dell’Olio 

Estero

  • Grecia
  • Tunisia
  • Spagna
  • Marocco

Italia

  • Andria
  • Bitonto
  • SUD PUGLIA

 

Iscriviti alle
newsletter

Video

Bono, il coraggio di rivoluzionare il proprio brand

A Olio Officina Festival 2021, decima edizione, intervengono Salvatore Bono, responsabile qualità ed export manager di Bonolio, e Carmelo Zagarrì, direttore commerciale Italia di Bonolio

Olio Officina

Terra Nuda

nota stampa

Duro attacco dei frantoiani Fioq: “Cambiano i governi, resta la medesima superficialità”

Viene ritenuta errata sia la metodologia per la quantificazione dei ristori, sia la procedura per i bandi di fornitura di derrate alimentari destinate agli indigenti. "La chiave di volta del rilancio del settore sta nei Contratti di Filiera seri", ha dichiarato il presidente Riccardo Guglielmi

Olio Officina


nota stampa

Guardare all’olio extra vergine di oliva come a un alleato della salute

Assitol, l’Associazione Italiana dell’Industria olearia, in occasione della Giornata mondiale della Salute, che si celebra proprio oggi 7 aprileevoca i benefici di un alimento prezioso della dieta quotidiana che in abbinamento con il pane fresco artigianale ci permette di poter sostenere il suo valore quale “anti-age”, in virtù della sua composizione a base di polifenoli, potenti anti-ossidanti capaci di rallentare l’invecchiamento cellulare e, in generale, i processi ossidativi alla base di numerose patologie

Olio Officina

Corso Italia 7

«Mi metto nelle vostre mani, fatemi suonare come se fossi uno strumento»

Oltre le quinte. Intervista con Franco Olivero. Fare l’attore è stato un desiderio coltivato sin da bambino: «Ero ancora in collegio e nel classico tema in cui mi si chiedeva che cosa volessi fare da grande scrissi: l’attore. E aggiunsi: per avere un riscontro, per il desiderio di applausi»

Mariapia Frigerio


L'aceto

Poesia. Un inedito ispirato alla giornata del venerdì precedente la Pasqua, a firma dell'ideatore del realismo terminale, corredato da un'opera di Marcello Silvestri, Golgota, polimaterico su tavola

Guido Oldani