Economia

La produzione olearia in Italia si attesta a circa 289mila tonnellate

Le prime stime di Assitol registrano un recupero di circa il 20%, rispetto alle 240mila tonnellate dello scorso anno. Se per Puglia, Sicilia e Calabria i dati sono positivi, si presenta decisamente negativo l’andamento per il Centro-Nord, pesantemente colpito da eventi metereologici estremi. La Spagna, primo produttore mondiale, soffre ancora la crisi idrica causata dalla siccità, e non andrà oltre le 765mila tonnellate, dimezzando così i suoi consueti quantitativi

Olio Officina

Entra in scena una nuova Dop per la Turchia olearia

È stata recentemente pubblicata la domanda di registrazione dell’olio extra vergine di oliva “Aydın Memecik Zeytinyağı” sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea. È un olio caratterizzato da un intenso sentore fruttato, una pronunciata amarezza e piccantezza. La varietà di olive da cui è ottenuto, Memecik, è ampiamente coltivata nella regione dell’Egeo meridionale

Olio Officina


Una olivagione difficile anche per il Marocco

La campagna olivicola 2023-24 sarà in calo per il secondo anno consecutivo, aggirandosi tra le 80mila e le 100mila tonnellate. La scarsa produzione, con una diminuzione tra il 35% e il 45% rispetto alla media delle precedenti, ha portato il Paese a limitare le esportazioni – fino al 31 dicembre 2024 - sia di olio sia di olive, come spiega Noureddine Ouazzani, direttore dell'Agro-pôle Olivier ENA Meknes, in una dettagliata intervista per i lettori di Olio Officina

Luigi Caricato


Il Report di sostenibilità Salov, punto per punto

Gli eventi più significativi, i risultati conseguiti e gli obiettivi per un costante miglioramento sono stati documentati in un unico Rapporto, consultabile da tutti gli interessati. Seppur il 2022 è stato un anno caratterizzato da una concatenazione di criticità, la storica azienda olearia lucchese ha saputo reagire con compattezza ed efficacia, nell’ottica di una produzione meno impattante sull’ambiente

Maria Carla Squeo


Ecco quanto olio avremo in questa olivagione 2023

Ismea annuncia circa 290 mila tonnellate. Poi, si sa, tutto può cambiare nel corso delle settimane. Alcune regioni chiave trainano la produzione olearia. La spinta a una maggiore offerta viene dal Sud (+34%), per le buone performance attese in Puglia e Calabria, che rappresentano rispettivamente il 50% e il 13% della produzione nazionale. Queste due regioni dovrebbero tornare sulle medie dell'ultimo quadriennio, pur restando al di sotto del loro potenziale. Un incremento che compenserebbe il forte calo del Centro-Nord, stimabile in oltre il 30%

Olio Officina


Cosa sta succedendo tra gli scaffali dell’extra vergine e dei condimenti

Il comparto è fortemente preoccupato, come riporta Unifol, l’Unione italiana delle famiglie olearie, per ciò che sta dilagando in numerosi punti vendita. Facciamo chiarezza: non è raro, in queste settimane, trovare condimenti a base di oli vegetali, e oli extra vergini di oliva arricchiti con aromi, posizionati vicino alle bottiglie di olio Evo, con il forte rischio di confondere il consumatore e attirarlo così all’acquisto del prodotto dal prezzo più basso. Come ha dichiarato il presidente dell’associazione, Giuseppe Vacca, sono stati tempestivamente sensibilizzati gli organi istituzionali di controllo

Olio Officina


Con il fiato sospeso, ammontano a 247.284 tonnellate le scorte di olio in Spagna

Tale volume, insieme alle importazioni, consentirà di soddisfare il fabbisogno dei mercati nei primi mesi della stagione 2023/24 e fino alla diffusione del nuovo raccolto. Secondo le prime stime, la produzione olearia spagnola si attesta a 765.300 tonnellate, il 15% in più rispetto all’anno scorso, ma ancora il 34% al di sotto della media delle ultime quattro olivagioni

Olio Officina


Lo stato del comparto oleario al 30 settembre 2023

Secondo i dati forniti dall'Icqrf, sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell'olio, gli operatori del settore risultano pari a 21.875, dei quali restano in giacenza 153.970 tonnellate di olio da olive, con riduzione del 23,6% rispetto al 31 luglio scorso (201.485 t). Le giacenze di olio sono inferiori (-28,5%) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno

Olio Officina


Iscriviti alle
newsletter

In tutta la Spagna le stime di produzione olearia non promettono bene

Secondo le previsioni pubblicate dal Ministero dell’Agricoltura spagnolo, saranno pari a 756.300 le tonnellate di olio che si prevede si otterranno in questa olivagione che verrà. L'analisi per comunità autonome mostra un aumento della produzione rispetto alla campagna passata in Andalusia (+7%), in Estremadura (+101%) e in Castilla-La Mancha (+ 29%). Tuttavia, in Andalusia, la principale regione produttrice del Paese, il raccolto stimato è del 40% al di sotto della media

Olio Officina


È stato modificato il Disciplinare di produzione dell’olio Dop Terra d’Otranto

Si tratta di un passo importante, essenziale per l’olivicoltura del Salento gravemente colpita dall’avvento della Xylella fastidiosa. Il batterio è responsabile di alterazioni sintomatologiche importanti nelle varietà di olivo Cellina di Nardò e Ogliarola salentina, presenti nel territorio di produzione della Denominazione di origine controllata. I cambiamenti riguardano gli articoli in merito alla varietà di olivo, le caratteristiche di coltivazione e quelle al consumo

Olio Officina


Novità in materia di etichettatura degli oli da olive per la California

La Olive oil commission of California ha apportato diverse modifiche agli standard di classificazione e informazioni relative all’etichetta per gli extra vergini prodotti sul suolo californiano, a partire dal chiarimento di significato in merito alla voce “da consumarsi preferibilmente entro”. Gli attori del comparto interessati dovranno seguire quanto di nuovo dettato, rispettando i requisiti richiesti

Olio Officina


Non promette nulla di buono l’olivagione 2023-2024 in Andalusia

Nella principale area produttiva olearia spagnola le previsioni non sono così ottimiste come si sperava. Si prevede infatti una produzione stimata in 550.600 tonnellate di olio da olive. La ministra dell'Agricoltura Carmen Crespo non ha potuto far altro che confermare ufficialmente quel che già tra gli addetti ai lavori si prevedeva da tempo: ci sarà il 7,4% in più rispetto alla produzione della passata stagione, ma il 46,5% in meno rispetto alla media delle ultime cinque campagne

Olio Officina


Mercato dell’olio da olive e delle olive da tavola: qual è la situazione attuale?

I dati diffusi dal Consiglio oleicolo internazionale non lasciano spazio a interpretazioni. Gli aumenti dei prezzi alla produzione dell’olio extra vergine di oliva sono sintomo del quadro globale, caratterizzato da una forte assenza di materia prima: in Italia, nella settimana dall'11 al 17 settembre 2023, è stato registrato un innalzamento del prezzo del 78,7% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso

Olio Officina


L’importante segno di svolta con il conferimento del marchio Igp alla Taggiasca

Una notizia attesa per quasi vent’anni. L’approvazione da parte del Ministero dell’Agricoltura si traduce in un traguardo storico che già in questo periodo transitorio permetterà di distinguere la produzione ligure dalle altre. L’Indicazione geografica protetta è anche il frutto del lavoro delle aziende che da sempre si impegnano nel prodotto tracciato e di qualità

Olio Officina


Se si tratta di extra vergine, i consumatori internazionali prediligono la qualità al risparmio

Questo è ciò che emerge dal report Ismea "Italian sounding: quanto vale e come trasformarlo in export made in Italy" con l’obiettivo di approfondire sia la presenza di prodotti agroalimentari tipici della tradizione negli scaffali dei supermercati di tutto il mondo, sia di calcolare il periodo necessario per trasformare il fenomeno in esportazione italiana quantificando la capacità produttiva potenziale dei settori impattati

Olio Officina