Culture pagina 8 di 88

Colloquio sulla fede

Il teologo e il filosofo, il credente e il laico. Da un lato l’arcivescovo Bruno Forte, dall’altro l’epistemologo Giulio Giorello. Uno si batte da leone per la sua fede e non esita a sparare con tutta l’artiglieria. L’altro solo raramente tira fuori, quasi costrettovi, qualche argomento pungente, forse per rispetto umano. Può l’uomo credere che Dio abbia creato il mondo, se già secondo gli antichi filosofi greci, e pure secondo Nietzsche, non ha né principio né fine, dal momento che il tempo, come lo spazio, non esiste che nella nostra percezione?

Sossio Giametta


Denny Almanza, il guardiano delle api

Come un padre con i propri figli, Denny accudisce un mondo delicato e meticoloso, osservando, ascoltando, curando il lavoro e il ritmo delle preziose api. La razza presente a Pantelleria è una sottospecie africana, un ibrido eccezionale. I mieli? Purissimi e ricchi di virtù, pregni di sole e di note mature: fruttati, piccanti e dolci

Paola Cerana


Arriva il Gotha alimentare, il dizionario biografico per raccontare persone e imprese

È la grande novità di questa nuova veste di Olio Officina, un progetto culturale che confluisce in un grande portale che intende essere una casa comune in cui trovare di tutto, per tutti. Al centro di questa sezione vi si trova sia la sfera dell’alimentazione, sia quella più strettamente agricola, sia quella che riguarda l’ambiente

Olio Officina

La storia di Black

Cane e uomo si sono reciprocamente “trovati”, e sono tanti gli studi sul rapporto uomo-animale che inducono a riflettere sulla “coscienza animale”. Corrisponde dunque al vero che tutti gli esseri viventi siano dotati di una coscienza di base? Conservarsi nell’essere, naturalmente, è trasversale a tutti i viventi. Allo sguardo di un cane non possiamo sottrarci, perché rinvia a una mancanza, a una fenditura ontologica, a una frattura d’essere che ci abita da sempre

Massimo Cocchi, Fabio Gabrielli


Corso Italia 7, 2013-2020

Daniela Marcheschi


La grande casa comune. Il primo, e unico, grande portale web dedicato all’olio da olive e ai condimenti

2010-2020, il decennale di Olio Officina. Il web magazine, le riviste digitali sfogliabili e quelle cartacee, la casa editrice con i suoi libri, il festival, il forum e le anteprime itineranti, il design con le Forme dell’Olio e dell’Aceto, la selezione delle qualità degli extra vergini con il Milan international Olive Oil Award, il Gotha alimentare e la rivista di letterature Corso Italia 7, le mostre e gli spettacoli, questo e altro è Olio Officina. Benvenuti in questa nuova e comodosa casa

Olio Officina

Avete mai letto Corso Italia 7?

A partire da mercoledì 3 giugno 2020 questa pubblicazione telematica, edita dal 2013 da Olio Officina, e di cui è supplemento culturale, non sarà più una realtà a se stante, ma viene inglobata nel nostro grande portale, diventando così, a tutti gli effetti, parte di una casa comune in cui trovarsi e condividere insieme pensieri, esperienze, emozioni.

Olio Officina


La fragilità, cos’è la fragilità?

È misurabile? Non misurabile? È forse il punto di rottura dell’animale uomo nella relazione fisica del “sé con il resto”? Ed è corretto ricondurre l’appellativo “fragile” - estrapolato dal concetto di materia - all’anima? Nel gesto profondamente umano di portare il pane alla bocca, alla nostra e all’altrui, per arginare una penuria, si radica la fragilità del nostro vivere malcerto. Ora, però, quale misura, quale calcolo, quale algoritmo può dire di questa penuria?

Massimo Cocchi, Fabio Gabrielli


L’attesa, un dialogo

Ogni attimo della nostra vita è governato dall’attesa, anche quando ci sembra che nulla possa accadere. È un tempo futuro, senza dimensione, ed è una condizione che dipende da fattori esterni, non da noi. Stare all’altezza dell’attesa, significa stare all’altezza della vita, non di un’esistenza qualsiasi, ma della nostra esistenza. Come ogni gesto umano, è ambivalente, sospesa tra paralisi e creatività, a indicare che sta a noi, con capacità sartoriale, custodirne senso e tragitto di vita

Massimo Cocchi, Fabio Gabrielli

Carapelli for Art punta sulle Radici. Tradizione, identità, crescita

Abbiamo sempre creduto nelle imprese che fanno opera di mecenatismo, ed ecco che rilanciamo con piena convinzione la terza edizione del premio internazionale per le arti visive voluto dalla storica impresa olearia Carapelli Firenze. Il tema individuato fa perno su un forte elemento di sicurezza - le radici, appunto - tra storia e trasformazione, sia in ambito artistico, sia sul fronte della produzione di olio extra vergine di oliva 

Olio Officina


Come il giornalismo italiano affronta il tema agricoltura

Tre giornalisti, tre quotidiani. Claudio Cerasa su il FoglioCarlo Petrini su La Stampa, e Michele Serra su la Repubblica. Sono pochissimi coloro che si prendono la briga di documentarsi e chiedere dati agli esperti, in modo da fornire informazioni corrette sui fenomeni sociali. Su temi complessi come l'agricoltura, i cittadini sono per lo più disorientati da una comunicazione superficiale, ideologizzata e priva di dati scientifici verificati

Alfonso Pascale


Cervello, mente e anima. Il difficile problema della misurazione

La filosofia è un po' come la nostra anima e il nostro pensiero, essa si coltiva in cervelli che non vogliono trovare le vie biochimiche dell’anima e del pensiero, ma, in una rinuncia alla discussione del misurabile e del non misurabile, cercano di interpretarne il senso alla luce dell’azione umana. Il cammino della scienza dovrà tenere in assoluta considerazione due aspetti: la possibilità di approdare all'intimità della coscienza individuale e l'etica della responsabilità verso questa stessa coscienza messa a nudo

Massimo Cocchi, Fabio Gabrielli


Essere cristiani in un tempo senza Messa

Un tema, forse, completamente estraneo a una rivista specializzata come Olio Officina, strettamente connessa com'è con il mondo dell’olio, che ruota nell’ambito alimentare, ma, sapete, noi siamo diversi. È un tema che va pure affrontato, al di là di tutto, e soprattutto al di là di una nostra appartenenza o meno a un credo religioso. La questione apre invece a qualcosa che va ben oltre la questione specifica, perché, nei momenti di crisi, siamo tutti chiamati al cambiamento, e a compiere un salto di qualità 

Sante Ambrosi


Il nuovo enoturismo

Se in tempi ‘normali’ la wine experience si viveva prevalentemente in cantina, ora in tempo di Covid-19 sarà sempre di più anche in vigna, dove ci sono naturalmente gli spazi per il distanziamento. L’edutainment - con vendemmia didattica, picnic tra i filari e degustazioni “open air” che coinvolgono anche le eccellenze agroalimentari del territorio - è un aspetto sempre più importante della nuova offerta enoturistica: un’esperienza semplice ed empatica, ludica ed educativa, sostenibile

Olio Officina


Iscriviti alle
newsletter

Anima e pensiero. Sintesi quantica dell'uomo?

Dialogo fra Scienza e Filosofia. Se la fisica classica rappresenta il misurabile, la fisica quantistica rappresenta l’immisurabile classico. Ma cosa vuole dire misurabile e non misurabile rispetto all’anima e al pensiero? Le neuroscienze ci hanno dotato di elementi per comprendere sia la complessità topografica sia strutturale, biochimica e fisiologica delle funzioni cerebrali limitatamente all’esplicazione della sfera dei comportamenti semplici e complessi che caratterizzano il visibile dell’uomo

Massimo Cocchi, Fabio Gabrielli


Il primo maggio visto, senza pregiudizi, da chi fa impresa

Grande rispetto per una celebrazione di così alto valore simbolico, ma non sia la scusa per distorcere la realtà o per raccontarne un’altra, inesistente. Contrapporre gli interessi dei dipendenti a quelli degli imprenditori, è un esercizio retorico inutile e fine a se stesso. In Italia il tessuto sociale ed economico viene tenuto insieme non dai grandi tavoli di contrattazione, ma dal lavoro quotidiano di centinaia di migliaia di piccole-medie aziende che sono la vera spina dorsale del Paese

Pasquale Manca


Il primo maggio 2020

Quello di quest'anno sia una giornata di riflessione per elaborare un grande progetto di adattamento della società all’era “covidica”. L’elemento connettivo tra la fase dell’emergenza e quella della ripartenza in sicurezza dovrà essere un nuovo modo di concepire il lavoro e la produttività. Tutto quello che può essere “remotizzabile” va “remotizzato”

Alfonso Pascale


Chi l’avrebbe mai detto

Luigi Caricato

La pandemia “covidica”. Salviamoci dalla retorica catartica

Elementi per un progetto di adattamento della società al Covid.

Ripartire dalle idee, non trascurando di considerare il dramma degli esclusi e di avere il coraggio di riconoscerci tutti vulnerabili. Molti paesi si trovano oggi di fronte a quello che potremmo chiamare il “trilemma del coronavirus” e possono scegliere solo due delle seguenti tre opzioni: limitare le morti, allentare le restrizioni o difendere le libertà civili

Alfonso Pascale


Covid-19. Per una visione filosofica della pandemia

Nella storia dei cataclismi, la reazione dei filosofi è stata  sempre un motivo di riflessione. Il pensiero, si sa, è fondamentale. Serve ad aiutarci a capire e a trovare risposte plausibili. Eppure le visioni sono differenti, come è ben prevedibile. Anche oggi, come per il passato, il confronto tra gli intellettuali (filosofi e non) non è meno duro e meno conflittuale. Colpisce quanto espresso da Michelangelo Pistoletto, colpito personalmente da Covid-19 e guarito a 86 anni. Afferma l'artista: "Questo virus è una cosa che sta a metà tra Scienza e Natura"

Mario Campli


Breve dialogo fra la natura e l'uomo

L’alta complessità dei sistemi viventi, in cui imprevedibilità, fragilità e incertezze costituiscono variabili sempre presenti, si è manifestata in modo paradigmatico in occasione del Covid-19. La difficoltà a ricondurre il virus alle categorie cogenti in possesso della scienza, la sua pervasività, il suo impatto subitaneo e concentrato sul sistema sanitario hanno prodotto una grave crisi. Il nuovo libro di Olio Officina, a firma di Massimo Cocchi e Fabio Gabrielli, ci presenta una lucida analisi del momento attuale 

Olio Officina


La via dell'olio diventa, con Ismea, una web serie tivù

Viaggiare, ma da casa, alla scoperta dell’olio extra vergine di oliva nei territori d'Italia. Si scopre un variegato e articolato patrimonio di biodiversità, certamente unico al mondo, con oliveti e frantoi che combinano le tecnologie più all’avanguardia con saperi di secoli di esperienza maturata in campo

Olio Officina