AUTORI

Paola Cerana

Paola Cerana

Giornalista e scrittrice nata a Busto Arsizio, vive in Svizzera, nel Canton Ticino. Si è laureata in Scienze Politiche con una tesi in Psicologia generale presso l'Università Cattolica di Milano. Dopo aver collaborato alla realizzazione del libro L'intuizione visiva. Utilizzare le immagini per analizzare e risolvere i problemi (Franco Angeli), è passata dalla scrittura saggistica a quella creativa, con romanzi e racconti, Viaggi incantati, un'anima ‘in penna’ a spasso nel mondo per assaporarlo (Edizioni Associate), Schegge d’amore rosso dieci una storia di passioni, di sesso e di delitti (Edizioni Sabinae) e Il linguaggio segreto dei vegetali. Come piante, frutta e ortaggi parlano ai nostri sensi (2013). Ultimo lavoro letterario Ricordi e riflessioni di uno psicoanalista di Renzo Zambello (Kimerik, a cura di Paola Cerana). Collabora con diverse riviste italiane e svizzere, spaziando da racconti su viaggi e natura a riflessioni sul mondo enogastronomico.

Gli articoli di Paola Cerana

Libero Olio in libero Stato. In cerca di una via per uscire da una realtà tentacolare

Un libro breve e graffiante, pubblicato per la prima volta da Zona Franca nel 2013, e sempre disponibile per la medesima casa editrice di Lucca in edizione numerata, con copertina di cartone, ma ripubblicato anche da Olio Officina. Da un lato la denuncia, dall’altro un sano dialogo costruttivo, nel bene dell’olio. A firmare questo incalzante pamphlet è Luigi Caricato

Paola Cerana


Avete mai provato l’olio di lentisco?

È un olio che stupisce per il suo forte carattere. Ad annusarlo si scorgono i sentori di corteccia e resina, un aroma balsamico. Ha un gusto con una base amarognola che rimanda alla macchia mediterranea. Oggi cresce l’interesse scientifico anche per le sue proprietà dermatologiche e cosmetiche. La pianta da cui si ricava, appartiene da sempre al paesaggio naturale della Sardegna

Paola Cerana


L’acido oleico ha fatto la storia dell’umanità

È il sangue vitale delle società cresciute intorno all'olivo e al Mediterraneo. L’olio ricavato dalle olive è diventato perciò, nel corso dei secoli, una risorsa di vitale importanza, assente solo nei periodi di guerra, quando gli oliveti erano considerati obiettivi cruciali da colpire e la loro devastazione rappresentava un duro colpo economico, come pure psicologico. Se per Omero era l’oro liquido, per Democrito con una dieta a base di miele e olio ci si poteva permettere di vivere anche cent’anni

Paola Cerana


La sofferenza di un olivo raccontata da un siciliano innamorato della sua terra

Il 17 luglio ricorre il primo anniversario della morte di Andrea Camilleri e lo ricordiamo con un’ampia citazione. Nella sua vasta opera narrativa sono tanti, infatti, i riferimenti al paesaggio siciliano e al cibo della sua terra. Nel romanzo La gita a Tindari, in particolare, colpisce il riferimento all'olivo saraceno. Le radici sono quelle di un albero secolare e ricordano quelle di un essere umano. Le radici, dell’albero e nostre, rappresentano la libertà

Paola Cerana


Brindare con le bollicine lacustri è proprio una bella idea

Il vino e l’acqua, in un connubio insolito. Avete mai pensato che l’invecchiamento di certi vini possa anche avvenire nel fondale del mare o del lago? Gli elementi a favore sono tanti: temperatura costante, assenza di luce, movimento delle correnti che permettono un’evoluzione asettica del vino, indifferente a fattori esterni.  Dalle falde del Generoso agli abissi del Ceresio, l’azienda agricola Bianchi, fondata nel 1998 in Svizzera, da tre anni affida le proprie bottiglie di spumante rosé biologico alle acque del Lago di Lugano

Paola Cerana


Quel che ho capito io dell’olio

Paola Cerana


Denny Almanza, il guardiano delle api

Come un padre con i propri figli, Denny accudisce un mondo delicato e meticoloso, osservando, ascoltando, curando il lavoro e il ritmo delle preziose api. La razza presente a Pantelleria è una sottospecie africana, un ibrido eccezionale. I mieli? Purissimi e ricchi di virtù, pregni di sole e di note mature: fruttati, piccanti e dolci

Paola Cerana


Il doppio sguardo di Sophia

L’eterno femminino e il diavolo. Il libro di Carla Stroppa ci apre a una nuova visione. L'affannosa rincorsa a un’idealizzata parità risponde solo a un miraggio, a una menzogna. Le donne, simultaneamente padrone e schiave della propria ambivalente natura, introverse e intuitive, salvifiche e demoniache, spirituali ed erotiche, sono vittime privilegiate di questa subdola seduzione che può condurre alla dissolvenza. Eppure smascherare la sceneggiata è possibile. Lo insegna la mitologia, lo insegna la letteratura, lo insegna la clinica

Paola Cerana


Annusare sempre e ovunque

La persona umana è un’unità in cui convivono armoniosamente i piaceri sensuali e spirituali. Affidarsi al proprio naso, è il modo più preciso per cercare di afferrare l’essenza di una persona, così come la qualità di un cibo o di una bevanda

Paola Cerana


Il bacio e la pianta della luna

Perché c’è l’usanza di baciarsi sotto un ramo di vischio la notte di San Silvestro? Simbolicamente la pianta rappresenta il carattere indistruttibile della vita vegetale, l’ininterrotta rigenerazione, la ciclicità dell’esistenza

Paola Cerana


La tormentata passione per la buona cucina

Nata grassa, non fu mai accettata dalla madre. Colpita nell’orgoglio, portò a termine una dieta drastica. Un omaggio alla Divina nel libro di Roberta Maresci, con alcune chicche gastronomiche legate alla vita dell’artista, tra cui la ricetta della celebre «torta mia», che cucinava quando tornava a Sirmione per riposarsi

Paola Cerana


Libero Olio in libero Stato

Un pamphlet in cui Luigi Caricato da un lato denuncia una realtà italiana tentacolare, di cui politica e sindacalismo sarebbero responsabili attraverso infestanti intrusioni, dall’altro punta a un sano dialogo costruttivo nel bene dell’Olio. La libera riflessione di una libera consumatrice di libri e di Olio

Paola Cerana


L’ebbrezza somiglia all’erotismo, l’ubriachezza alla pornografia

Tra gli scaffali. In attesa che qualcuno scriva una guida filosofica all’olio, ecco nel frattempo una pregevole opera di Roger Scruton, pronta a introdurci nell’anima segreta dei vini. E’ così che i pensieri galoppano, i sentimenti volteggiano e le parole danzano. Anche in silenzio. Perché è la voce interiore che parla

Paola Cerana


Sapori e dissapori, dai fornelli alla tivvù

Le astuzie psicologiche della televisione gastronomica svelate da chi si sofferma davanti al televisore con il dovuto distacco. Un tempo le trasmissioni emanavano emozioni positive, di domestica serenità. Oggi si è perso il sapore ingenuo delle prime trasmissioni. Il rapporto tra conduttori, cuochi e telespettatori ma, soprattutto tra persone e cibo, si è inquinato

Paola Cerana


Anche la scienza è in cucina

Tra gli scaffali. Con Il pollo di Newton, di Massimiano Bucchi, un menu che solletica il palato, il gusto per la scienza, il piacere della lettura. Si scopre che la scienza s’inserisce in cucina non tanto come incomprensibile fattucchiera dello straordinario, quanto come semplice manifestazione del quotidiano

Paola Cerana


L’olio, il mare, una capanna

L’olio dell’infanzia – un raro “imprinting” sensoriale, affettivo e umano – nella testimonianza di una scrittrice: “con un po’ di sforzo potrei forse descrivere il sapore di quell’olio, mi sembrerebbe tuttavia di profanare la verginità di un ricordo”

Paola Cerana


Iscriviti alle
newsletter