Martedì 18 Giugno 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > economia

Nuovo corso per Federolio

Tra le novità del Consiglio direttivo della Federazione nazionale del commercio oleario, vi è l'elezione di Pasquale Manca a vice presidente dell'organizzazione. Un segnale positivo, perché oggi più che mai occorre puntare a una svolta decisiva per l'intero comparto: servono più investimenti in campagna, mancando tanta materia prima di cui c'è una forte necessità, non c'è altra soluzione se non piantare nuovi olivi

OO M

Nuovo corso per Federolio

Cambi al vertice nel Consiglio direttivo della Federolio. Nel corso dell’ultima riunione, che si è tenuta lo scorso 22 maggio, c'è stata l’elezione, per acclamazione, di Pasquale Manca, patron di Olio San Giuliano ad Alghero, al ruolo di vice presidente dell’associazione. E sempre per acclamazione si è proceduto all’elezione  di Lauro Morettini a membro del Comitato di Presidenza della Federolio.

Ogni elezione, si sa, apporta sempre qualcosa di nuovo, e Pasquale Manca è sicuramente tra le figure di spicco tra le famiglie olearie storiche. Tra l'altro proprio di recente ha rilasciato a Olio Officina Magazine una interessante e lucida intervista, sulle questioni più cruciali del comparto oleario, che potete leggere cliccando il titolo dell'intervista di seguito: Piantare nuovi olivi.

Perché l'elezione di Pasquale Manca può segnare un nuovo corso? Molto semplice. In un Paese che non crede più in se stesso, i Manca rivoluzionano il settore, con il progetto “Novolivo”, attraverso cui l'azienda sarda al momento gestisce direttamente circa 250 ettari di oliveto, anche se la loro azienda agricola – che è un vero modello di efficienza - ha acquisito altri terreni da impiantare e, ad oggi, questi ammontano, ad ulteriori 120 ettari, mentre, entro il 2019, è previsto l’acquisto di ulteriori 44 ettari. Insomma, è ciò che serve alle imprese olearie, in grande difficoltà nel reperire materia prima made in Italy.

Pasquale Manca in una foto ritratto di Gianfranco Maggio

“Il sistema Paese - aveva dichiarato Pasquale Manca al nostro direttore - ha sicuramente a che fare con un trend negativo. Le principali motivazioni possono essere riassunte in tre grandi criticità che assillano e mortificano le iniziative imprenditoriali: burocrazia, scarsa propensione all’innovazione in olivicoltura, scarsissima rappresentatività delle varie organizzazioni di categoria”. 

Per andare avanti è necessaria una rilettura della realtà e una seria autocritica, e Pasquale Manca non esita a mettere in luce una questione nodale: non c'è voglia di cambiamento. “I grandi imprenditori - aveva ammesso Manca - sono rimasti quelli che erano 30, 40 anni fa, ovvero dei meri confezionatori la cui leva competitiva è sempre più, e sempre solo, il prezzo, con quotidiana perdita di peso nei confronti dei grandi confezionatori spagnoli!"

Ora, se volete saperne di più, potete leggere un'altra intervista che Pasquale Manca ha rilasciato a noi, sempre a Luigi Caricato, ma questa volta sul trimestrale in edizione cartacea OOF International Magazine numero 8, interamente dedicato all'olivo, con ben sette pagine dedicate a una intervista a Manca, di cui vi riportiamo la foto delle due pagine di apertura, in attesa che il numero 8 della rivista giunga presso gli abbonati.

 

 

OO M - 10-06-2019 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
L'extra vergine Dop Garda Orientale dei Fratelli Turri

L'extra vergine Dop Garda Orientale dei Fratelli Turri

L'avete mai provato? È l'espressione delle olive Casaliva (nella quasi totalità: 60%) e, per la restante parte, Leccino, Pendolino, Raza e Moraiolo. L'azienda ha sede in un luogo altamente vocato, a Cavaion Veronese, nel Veneto > Silvia Ruggieri

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’olio con gli asparagi

L’olio con gli asparagi

Un gustosissimo risotto, ecco una ricetta che ci porta a Cavaion Veronese, nel Veneto, in un territorio ben curato dove si ottiene il pregiatissimo olio Dop Garda. Così, per anticipare la Festa degli asparagi che si svolgerà dal 16 al 19 maggio, sappiamo ora cosa fare quando non si sa bene cosa inventarsi in cucina. La proposta dei Fratelli Turri a partire dal loro extra vergine dal gusto e dai profumi fini e delicati > Luigi Caricato

EXTRA MOENIA
Frantoio Millennio e Leccino Millennio

Frantoio Millennio e Leccino Millennio

Sono le due nuove varietà di ulivo brevettate dall’Università di Pisa. Si tratta di cultivar che si contraddistinguono per i numerosi vantaggi in termini di produttività e qualità dell’olio rispetto alle varietà standard, date in concessione esclusiva a Co.Ri.Pro-Olivi di Pescia

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Le ricette evo. L'olio buono in cucina

OOF 2019. A Olio Officina Festival 2019 grande risalto all'olio extra vergine di oliva come ingrediente. La scelta di una buona materia prima e l'attenzione a utilizzare al meglio l'olio da olive va incentivata sin da subito. La formazione è un buon punto di partenza. Cinzia Boschiero intervista Cristina Santagata

BIBLIOTECA OLEARIA
L’olio spiegato alle mie figlie

L’olio spiegato alle mie figlie

Un libro dell'oleologo Lorenzo Cerretani per le edizioni Olio Officina, da avere assolutamente con sé. Pensato per i giovanissimi, è adatto anche agli adulti. Un linguaggio semplice, proprio per questo utilissimo per apprendere tutto, ma proprio tutto, sull'olio da olive, il pregiato succo