Corso Italia 7

Rivista internazionale di Letteratura – International Journal of Literature
Diretta da Daniela Marcheschi

Basquiat. Viaggio in Italia di un formidabile genio

Per Aliberti Compagnia Editoriale è disponibile dallo scorso 27 gennaio, a firma della giornalista Anna Ferri,un volume dedicato al grande mito dell’arte contemporanea. 
Si tratta della ricostruzione del soggiorno modenese di Jean-Michel Basquiat, dedicata alla ricerca del ritratto perduto di una giovane donna modenese, Rossana Sghedoni, madre dell’autrice e modella dell’artista

Corso Italia 7

Noterelle di linguistica scherzosa ma non troppo

Dire che una lingua è sessista perché ha i due generi è una incongruenza antropologica e storico-linguistica: i generi ci volevano per orientarsi nel mondo e per stabilire cosa sono donne e uomini, indipendentemente dalle società patriarcali di eventuale appartenenza

Daniela Marcheschi


L'errore di confondere populismo con demagogia

Non si fa più attenzione alle parole. Non mancano di conseguenza gli strafalcioni. Tanti, tantissimi. Si va pertanto dagli slogan al luogo comune, fino alla mistificazione. C'è un disamore della lingua che fotografa implacabilmente una classe dirigente irrispettosa

Daniela Marcheschi


Quattro poesie

Poeta, saggista e critica letteraria, le sue opere - presenti in mostre, volumi storici, antologie, plaquettes - sono tradotte in inglese, spagnolo, francese, olandese, arabo, russo, albanese, armeno e, in giapponese, da Ikuko Sagiyama

Adele Desideri


Rileggendo "La guerra dei cafoni"

È un romanzo di Carlo D’Amicis pubblicato in prima edizione da Minimum Fax nel 2008, e in seguito, nel 2017, diventato un film, diretto da Davide Barletti e Lorenzo Conte. Si racconta l’estate di un gruppo di ragazzi nel vivo della loro prima adolescenza.La storia si svolge intorno alla metà degli anni Settanta, quando prende corpo una «bellissima, eroica e inutile guerra»

Daniela Marcheschi

La città dei ragazzi feriti

RilettureUn romanzo di uno tra i più autentici narratori italiani, che quando uscì nel 2008 rimase inspiegabilmente fuori dai premi più conosciuti e pubblicizzati di quell'anno. Eppure in questo libro Eraldo Affinati ha raccontato in maniera penetrante i sentimenti cruciali che fondano l’essere umano e lo rendono compiuto in se stesso, davvero adulto

Daniela Marcheschi


Il giornalismo è finito?

"Alberto Sinigaglia, uno dei nostri giornalisti più autorevoli, e che noi ammiriamo molto per il valore del suo lavoro, il 30 dicembre 2020 ha pubblicato l'articolo Il giornalismo è finito?, che non può essere ignorato". È quanto sostiene Daniela Marcheschi, direttrice di Corso Italia 7, che rilancia...

Alberto Sinigaglia


Spazi dell’anima. Scrittura al femminile

Libri da leggere, perché... C'è una antologia che propone testi del Rinascimento internazionale a volte poco reperibili. È un volume a cura di Rossella Guberti e Luca Manini, pubblicato per i tipi de la Finestra Editrice

Daniela Marcheschi


Malacca

Termina questa settimana la pubblicazione dei cinque stralci tratti dalla nuova raccolta di racconti, Il maiale e lo sciamano, edita da La nave di Teseo e dal 3 dicembre in libreria

Roberto Barbolini

Dedicato a Sebastiano Vassalli. Dedicato a Mario Perniola

Libri da leggere, perché... La rivista napoletana con i suoi volumi monografici a cura di Alessandro Carandente, offre sempre occasioni di utili approfondimenti. Bio-bibliografia, documenti, fotografie...

Daniela Marcheschi


Nostalgia dell'abisso. I romanzi di Enrico Pea degli anni Trenta

È stato pubblicato da Carocci, nella collana "Lingue e letterature", un libro del professor Giona Tuccini sull'opera dello scrittore toscano. Riprendiamo la quarta di copertina

Corso Italia 7


Sono andato a letto con Vasco

Il racconto. Fate presto a dire Vasco qui e Vasco là, voi che non ci siete stati assieme, dico proprio assieme nello stesso letto. Sgranate pure gli occhi, eh; fate oh con la bocca, pensate un po’ che razza di scoop ci farebbe quel tale che scrive sul giornale. Prosegue la pubblicazione di alcuni stralci tratti dalla nuova raccolta di racconti, Il maiale e lo sciamano, edita da La nave di Teseo e dal 3 dicembre in libreria

Roberto Barbolini


Venturelli, Italy. Lo slalom lento tra le viti

“Il Signore ha visitato questa vigna”, ci ha garantito il parroco di Saliceto Panaro la prima volta che è venuto in missione pastorale qui da Venturelli, Italy. Noi abbiamo annuito alzando i calici in silenzio. Prosegue la pubblicazione di alcuni stralci tratti dalla nuova raccolta di racconti, Il maiale e lo sciamano, edita da La nave di Teseo e dal 3 dicembre in libreria

Roberto Barbolini

Orfeo. Euridice. Hermes

Libri da leggere, perché... C'è un autore di culto, Rainer Maria Rilke, nella traduzione dello psicanalista Mario Ajazzi Mancini, tra pulsione di morte e motivi orfici

Daniela Marcheschi


L'estate della cicatrice

Per La Nave di Teseo è dal 3 dicembre in libreria con una nuova raccolta di racconti, Il maiale e lo sciamano, di cui riportiamo un testo in anteprima. Un kamasutra narrativo scandito per quadri onirici

Roberto Barbolini


Quando le parole accorciano le distanze fra i popoli

Da leggere, perché... Un libro originale e unico quello di Giuseppe Ieropoli, dove, a partire dagli studi di Giovanni Semerano emerge come gli indoeuropeisti parlino di radici di parole, come se le lingue appartenessero all’ambito della botanica e non delle discipline storiche

Daniela Marcheschi


Quartetti. Ai grandi piccoli ed ai piccoli grandi

Novità in libreria. Amedeo Anelli scrive di sogni sognati, con i gatti che giocano, si aggrappano alle maniglie e ci guardano vivere come fanno anche i tigli lungo la strada. Guido Conti ne illustra i versi in un dialogo complice e divertito, con gli acquelli che sciolgono e raggrumano le forme, in una dinamica continua. Un volume di poesie che diventa un libro d’arte, in un gioco poetico tra filastrocca, filosofia e disegno

Corso Italia 7

"Il maiale e lo sciamano", i nuovi racconti di Roberto Barbolini

“Un Fellini della scrittura”, secondo Cesare Garboli. Lo scrittore ha pubblicato numerosi romanzi, saggi e raccolte di racconti. Per La Nave di Teseo è dal 3 dicembre in libreria con una nuova raccolta di testi in cui si esplora il tragicomico intreccio fra le “basse voglie” del corpo e il richiamo insopprimibile del sacro nell’epoca della sua impossibilità

Roberto Barbolini


Sognare l’impossibile

Libri da leggere, perché... La fantascienza italiana tra letteratura e fumetti, tra scienza e utopia, un volume a cura di Nicola Spagnolli, Claudio Gallo, Giuseppe Bonomi

Daniela Marcheschi


Novembre

Il sole, affaticato, vuole dichiarare forfait, la natura si lascia andare al riposo stagionale, e per gli umani sopraggiunge il pensiero pauroso del riposo “eterno”. Rendiamo dunque grazie a Novembre e alla poesia, perché insieme con i pensieri e i riti religiosi ci offrono la possibilità di riflettere e meditare sui modi più intensi di vivere la morte

Lino Angiuli


In onore di Pantaleo Palmieri

Libri da leggere, perché... Si tratta di uno dei nostri benemeriti e più ferrati studiosi di Giacomo Leopardi, ma che si è occupato anche, fra gli altri, di Dante, Vincenzo Monti e Giosuè Carducci. Quindici studiosi scrivono di lui

Daniela Marcheschi

Iscriviti alle
newsletter

«La parola ferisce, la parola convince, la parola placa». Per Ennio Flaiano

È disponibile da Adelphi una riedizione del romanzo Tempo di uccidere, che l’autore pubblicò nel 1947. Tutto nacque una sera del dicembre 1946, nel corso di una passeggiata con Leo Longanesi. «Mi scrive un romanzo per i primi di marzo?», gli avrebbe chiesto l’editore. Raccolse la sfida consegnando in tempo per vincere il Premio Strega alla sua prima edizione. Riletto oggi, il romanzo si presenta come un’opera controcorrente e in qualche modo anacronistica

Alessandro Tamburini


Opere su carta

Libri da leggere, perché... Il volume dell'artista tedesco Georg Klusemann, intellettuale che detestò e condanno il nazismo. Visse in Italia, dove morì nel 1981 nel pieno del suo lavoro creativo

Daniela Marcheschi


La grafite che graffia

Libri da leggere, perché... È un viaggio irriverente, quello condotto da Lido Contemori, firma di Linus, Guerin Sportivo, Radiocorriere TV, Gazzetta dello sport. Con il suo libro, pubblicato dalle edizioni Il Pennino, ci porta alla scoperta del disegno satirico in un periodo che va dal ‘68 ad oggi

Daniela Marcheschi


Come resistere alla banalità dell’informazione

Libri da leggere, perché... Un libro di Fabrizio Scrivano, edito da Meltemi, ci introduce nel mondo della comuncazione aiutandoci a non rimanere in superficie, in cerca di una comunicazione autentica. L'autore, docente presso l’Università degli Studi di Perugia, si occupa di storia e di cultura letteraria, nonché di cultura visuale, come dei loro incroci nelle arti e nella comunicazione

Daniela Marcheschi

Il teatro non è archeologia

Oltre le quinte. Intervista con Federico Barsanti. La corporeità? È un tratto fondamentale degli attori e delle attrici. Ecco allora Signora Porzia, un personaggio fenomenale, che entra dentro la gente in modo esplosivo e delicato al tempo stesso. Uno spettacolo che è una sorta di salto nel buio, perché non si sa mai cosa può accadere

Mariapia Frigerio


Imparare a scrivere con i grandi

Libri da leggere, perché... Il libro di Guido Conti, edito dalla Bur, la Biblioteca Universale Rizzoli, è una festa della letteratura; ma anche uno strumento didattico molto utile, per lettori giovani e meno giovani, perché è proprio leggendo che si impara a scrivere

Daniela Marcheschi


La Meccanica del Tempo

Sergio Serapioni è morto a Monaco (Principato di Monaco) il 13 ottobre 2020 all'età di 96 anni. Il nostro Paese ha perduto con lui una delle sue menti più libere e brillanti, per non dire geniali. È stato un imprenditore tra i più lungimiranti e ha speso con passione più di 40 anni della sua vita a studiare intensamente e a elaborare una nuova e suggestiva teoria della Fisica, fino a calcolare l'età dell'Universo

Daniela Marcheschi


Esercizi di poesia

Libri da leggere, perché... I Saggi sulla traduzione d’autore, a cura di Gandolfo Cascio, ci aiutano a riflettere sulle dinamiche storiche e le implicazioni culturali del tradurre e dell’imitare

Daniela Marcheschi