Lunedì 09 Dicembre 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > biblioteca olearia

Evooleum 2019, la miglior guida del mondo

Anche se vi sono in commercio altre pubblicazioni analoghe in cui si segnalano i migliori extra vergini, nessuna finora ha raggiunto i medesimi livelli di qualità e stile. Primo valore con cui si contraddistingue: la trasparenza. Non meno importante è anche la grafica con cui è stata confezionata. Non poteva essere diversamente, con una guida che propone non una quantità smodata di oli, ma solo i migliori cento

Luigi Caricato

Evooleum 2019, la miglior guida del mondo

 Chi vuole conoscere i migliori 100 oli extra vergini di oliva del mondo può affidarsi alla lettura di questa guida, Evooleum 2019, realizzata in Spagna ma con uno spirito internazionale. Questa volta siamo alla terza edizione e possiamo ben dire che si confermano le qualità essenziali per una guida che possa definirsi autorevole. Nulla contro gli altri prodotti editoriali, sia ben chiaro, ma se c’è da evidenziare un merito, Evooleum lo esprime in maniera convincente.

È l’editore Mercacei che propone tale guida, quest’anno giunta alla sua terza edizione. È una guida che parte da un concorso, riportando dunque la selezione dei 100 migliori OEVO del mondo in base ai risultati ottenuti agli Evooleum Awards

Come si noterà, a differenziarla è anche la gran classe che la caratterizza. Si tratta a tutti gli effetti di una edizione deluxe, con la prefazione del celebre chef italiano Carlo Cracco. Sfogliandola si scopre subito che non vi sono solo gli oli selezionati, ma questi sono in qualche modo sostenuti e supportati da una serie di utili informazioni, con una serie di testi che aiutano il lettore a essere introdotto nella conoscenza essenziale degli oli da olive. 

Evooleum si conferma una struttura già sperimentata con successo nelle due precedenti edizioni, ma questa volta con firme nuove, tra cui la mia, sulla percezione della qualità e sulle tendenze del gusto dei consumatori. Questo mio intervento è solo esterno alla stesura e realizzazione della guida, nulla ho a che vedere con i risultati, e ho accettato l’invito con grande piacere perché mi sembra sia davvero un’opera importante. Tant’è che ho formato molto volentieri.

Il progetto Evooleum nasce dall’alleanza tra Mercacei Publishing Group e AEMO, ovvero l’Associazione spagnola delle municipalità dell’olivo, due solide realtà che ben rappresentano la qualità e lo spessore del mondo olivicolo e oleario spagnolo. Loro parlano giustamente di valori come qualità, rigore e obiettività, e da parte mia non posso che confermare.

Per saperne di più e consigliabile consultare l sito attraverso la quale si promuove e si presenta questa guida, molto ben fatto. In questa edizione, gli oli extra vergini di oliva presenti provengono da Spagna, Portogallo, Italia, Croazia, Israele, Grecia, Francia, Slovenia, Turchia, Marocco, Cile, Giordania, Arabia Saudita, Germania, Sudafrica, Tunisia e Stati Uniti, Paesi che hanno aderito e partecipato alla terza edizione del concorso. 

Si possono evidenziare tanti altri aspetti, ma credo che la migliore soluzione sia prenderla in esame direttamente. Oltre alla versione cartacea, la Evooleum Guida è disponibile anche attraverso le app per iOS e Android. L’obiettivo, come precisano i curatori della guida,  è di aiutare il consumatore a capire che “un grande olio extra vergine di oliva non è solo un altro prodotto o ingrediente, ma piuttosto il risultato finale di un'alleanza forte e millenaria - che è certamente benefica - tra l'umanità e l'ulivo, la leggendaria Olea europaea”.

 

 

Nella foto di apertura, di Olio Officina, uno scorcio della copertina nel buio di un oliveto di notte. Nel corpo del testo, una foto di Mercacei, nel cuore del mattino, a colazione

Luigi Caricato - 18-09-2018 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Conoscete l'olio Dop Provence?

Conoscete l'olio Dop Provence?

Sul mensile Oliocentrico di ottobre abbiamo ospitato la recensione di un olio francese, del Moulin à huile d’olive «Bastide du Laval», operativo a Cadenet, ottenuto a partire da olive Aglandau, Salonenque, Cayon, Bouteillan e Picholine. Sul numero 5 della rivista si può leggere la versione in lingua francese, qui quella in lingua italiana > Cécile Le Galliard

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

Lo chef Damiano Carrara ha realizzato per Monini due dessert in cui l’olio extra vergine di oliva è protagonista oltre che in cucina anche in pasticceria: un’alternativa più salutare rispetto al burro

EXTRA MOENIA
Presentazione del libro “I Paradossi di Don Milani” alla Mondadori Bookstore di Busto Arsizio

Presentazione del libro “I Paradossi di Don Milani” alla Mondadori Bookstore di Busto Arsizio

L’appuntamento è per il 12 dicembre, alle ore 21. “La ricostruzione filologica del pensiero e delle azioni di don Milani - afferma Maurizio Maggioni - fa emergere il valore delle sue posizioni, anche meglio di quanto esse siano state considerate negli anni Sessanta e Settanta, all’epoca della loro massima condivisione"

GIRO WEB
Coi, nuovo sito web

Coi, nuovo sito web

Il 19 novembre è entrato in funzione un rinnovato website, più facilmente navigabile e agevole, in linea con le tecnologie più avanzate. Un utile strumento web per essere costantemente aggiornati sulle news del Consiglio oleicolo internazionale.  Si tratta di un solido punto di riferimento per il mondo olivicolo e oleario mondiale da tenere sempre sotto osservazione. Tante le novità

OO VIDEO

Diminuisce il consumo degli oli da olive

Se da un lato si riduce la quantità d’olio utilizzata nel consumo domestico, dall’altra cresce la quantità di olio prodotto nel mondo. Questo accade nei Paesi tradizionali – Grecia, Italia, Spagna - dove storicamente si è sempre utilizzato l’olio ricavato dalle olive. L’analisi della tecnologa alimentare Daniela Capogna, intervistata nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione