Lunedì 11 Dicembre 2017 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > inoltre

Il futuro è superintensivo: nel 2030 oltre il 20 per cento degli oliveti del mondo lo sarà

A sostenerlo Juan Vilar, l'esperto economico internazionale, docente all'Università di Jaén

OO M

Il futuro è superintensivo: nel 2030 oltre il 20 per cento degli oliveti del mondo lo sarà

Può piacere o meno, ma questa è una delle conclusioni espresse da Juan Vilar nella seconda Conferenza sulla olivicoltura biologica ad Almendral (Badajoz).

Durante il vasto programma della seconda Conferenza di Almendral gli uliveti in coltivazione biologica e l'olio da olive bio sono stati analizzati da diversi punti di particolare interesse. Secondo Vilar oggi nel mondo vi sono 11,6 milioni di ettari di oliveti, in 57 paesi, nei 5 continenti, con la maggior parte delle colture con il sistema tradizionale.

Se l'attuale tendenza di crescita delle coltivazioni prosegue, tutto cambierà. Nel 2030 gli oliveti ammonteranno a 13,3 milioni di ettari, secondo la seguente composizione: oliveto tradizionale 55%; oliveto intensivo 22%; e oliveto super intensivo 23%. Si realizzerebbe pertanto una significativa caduta dei redditi per chi segue il sistema tradizionale, anche perché inevitabilmente l'intensificazione della coltura genera un aumento del livello di concorrenza, che porta con sé un calo dei margini.

OO M - 14-03-2017 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Think green

Think green

Un mix di olive di diverse cultivar rendono l'olio dell'Oleificio Angelo Coppini di Terni, un cento per cento italiano, un extra vergine versatile e armonico, dal gusto rotondo > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

EXTRA MOENIA
L’olio Sagra per il food service

L’olio Sagra per il food service

Nuovi prodotti. L’eleganza come valore per comunicare la qualità. Lo storico marchio dell’olio da olive, di proprietà del Gruppo Salov e tra i principali protagonisti del mercato oleario mondiale, si propone con una nuova elegante linea da tavola creata in esclusiva per i professionisti della ristorazione

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

La genesi dell'oliva

In un video emozionale e insieme documentaristico l'azienda veneta Frantoio Fratelli Turri di Cavaion Veronese, fa comprendere a chi non ha confidenza con il frutto dell'oliva, come si forma e si struttura il frutto ne corso dei mesi e come alla fine nasca l'olio extra vergine, quello a marchio Garda Dop Turri di varietà Casaliva

BIBLIOTECA OLEARIA
Evooleum 2018, le migliori selezioni

Evooleum 2018, le migliori selezioni

Pur essendo alla sua seconda edizione, si è imposta all’attenzione come se si trattasse della guida di riferimento per tutti i buyer, chef ma anche per gli stessi estimatori del prezioso succo di olive. È non a caso la guida più importante e autorevole, tra quelle finora editate nel mondo. Si concentra solo sui 100 migliori extra vergini, vantando una giuria di esperti di altissimo livello > Luigi Caricato