Mercoledì 20 Febbraio 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > inoltre

Laboratori didattici e contest sui social per coinvolgere i giovani chef con l'olio Dop Riviera Ligure

Gli alunni, con i loro insegnanti, avranno modo di compiere un percorso di tre ore, che comprenderà la consegna di un “kit didattico” creato per raccontare le peculiarità della Dop. Grande attenzione sarà dedicata anche alla tecnica di degustazione e in particolare all’olio Dop Riviera Ligure nelle sue tre espressioni territoriali 

OO M

Laboratori didattici e contest sui social per coinvolgere i giovani chef con l'olio Dop Riviera Ligure

Novanta laboratori negli Istituti Alberghieri di Liguria, Piemonte e Lombardia. Per far conoscere l'olio DOP Riviera Ligure. E trovare le 5 ricette vincenti che insieme alle classi diventeranno protagoniste della nuova campagna Social su Facebook e Instagram.

Il Consorzio di Tutela dell’olio DOP Riviera Ligure lancia da oggi un programma di attività didattiche nelle tre regioni sull'onda del successo ottenuto lo scorso anno scolastico. Sarà realizzato nel quadro del programma del PSR 2014-2020 grazie al sostegno della Regione Liguria e del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale “L’Europa investe nelle zone rurali”.

"Si entra nelle scuole che formano i futuri chef, così come il personale di sala e di servizio nell’ambito dell’ospitalità, i quali avranno la possibilità di immergersi nel mondo dell'olio DOP Riviera Ligure - spiega il presidente del Consorzio di Tutela, Carlo Siffredi.  Gli alunni, con i loro insegnanti, avranno modo di compiere un percorso di tre ore, che comprenderà la consegna di un “kit didattico” creato per raccontare le peculiarità della DOP. Molta attenzione verrà dedicata anche alla tecnica di degustazione dell’olio extravergine di oliva. In particolare si assaggerà l’olio DOP Riviera Ligure nelle sue tre espressioni territoriali (Riviera dei Fiori, Riviera del Ponente Savonese, Riviera di Levante), comprendendo così i comuni denominatori e le peculiari caratteristiche di ciascuno. Oltre a questo passaggio, ci sarà il confronto con altri due oli, in modo tale da sviluppare negli allievi una prima capacità di comprensione di quanto gli oli di oliva possano essere diversi e dunque variamente impiegabili in cucina".

I laboratori saranno solo la prima parte del progetto. Subito dopo scatterà il contest “Giovani Chef e olio DOP Riviera Ligure”

La classe vincitrice, oltre a ricevere un premio in denaro per l'Istituto Scolastico, avrà la possibilità di diventare protagonista della nuova campagna Social e tre studenti saranno invitati in Liguria per l'evento finale a giugno.
"Un confronto fra preparazioni gastronomiche, tradizionali o innovative - conferma il presidente del Consorzio di Tutela, Carlo Siffredi  -  che abbiano in comune la nota distintiva dell’olio DOP Riviera Ligure. Saranno premiate le 5 ricette gastronomiche proposte dagli studenti maggiormente votate sul nostro sito Internet e sui social".

Ai giovani studenti sarà consegnato il “Manuale dell'olio DOP Riviera Ligure”, una guida innovativa, scritta da Luigi Caricato con il coordinamento scientifico ed editoriale della Fondazione Qualivita, studiata per evidenziare le caratteristiche distintive dell’olio DOP Riviera Ligure.
Alla fine le ricette vincenti. Per dare vita ad un altro "manuale"   su Facebook e Instagram con tutte le idee innovative degli istituti alberghieri sull'utilizzo in cucina dell’olio DOP Riviera Ligure.
 

OO M - 04-02-2019 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il vino della settimana: Sharis 2017, di Livio Felluga

Il vino della settimana: Sharis 2017, di Livio Felluga

Un vino dagli aromi floreali, di agrumi, sambuco, e molto minerale, che merita i soldi spesi. Acquistato al supermercato, è il frutto di uve Chardonnay e Ribolla. Adatto, peraltro, con pesce e carni bianche alla griglia > Enrico Rana

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

EXTRA MOENIA
Antipasti caldi e freddi. A scuola di cucina dai Salvagno

Antipasti caldi e freddi. A scuola di cucina dai Salvagno

Protagonista lo chef Eugenio Ghiraldi con un nuovo appuntamento de "I corsi pratici di cucina in Frantoio... per stupire con gusto". Conoscere, capire ed applicare i segreti della buona cucina imparando a scoprire i prodotti del territorio, tra stagionalità, semplicità e gusto.

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Gli oli e i pesci della Basilicata

A Olio Officina Festival 2019 è stata protagonista di primo piano una regione piccola ma particolarmente ricca di risorse. L'occasione per presentare al pubblico di Milano le produzioni olearie e i prodotti ittici, in occasione di una pubblicazione dedicata dal titolo "I pesci nuotano nell'olio". L'intervista a Michele Brucoli, responsabile marketing e comunicazione presso il Dipartimento Agricoltura della Regione Basilicata

BIBLIOTECA OLEARIA
Dp Garda. L'olio e il suo lago

Dp Garda. L'olio e il suo lago

Il numero 7 dell’annuario Olio Officina Almanacco quest'anno si presenta con una veste completamente rinnovata. Stesso formato, stesso numero di pagine, 96, ma con un taglio monografico, interamente dedicato all'olio gardesano e al suo territorio. Inizia così la nuova serie della rivista, dando spazio e rilievo ogni anno a un territorio altamente vocato all'olivicoltura di qualità