18 Agosto 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > marketing

Le Forme dell’Olio 2017

E’ tutto pronto per la quarta edizione del concorso dedicato al packaging e all’abbigliaggio degli oli da olive. Con una grande novità: sarà ora possibile concorrere anche solo con le etichette, le quali saranno valutate a parte. La qualità, si sa, non è solo nel contenuto, va premiato e incentivato anche il contenitore, considerandolo nella sua bellezza estetica, oltre che nella sua funzionalità

OO M

Le Forme dell’Olio 2017

Tutti lo sanno, si vende anche la forma, non solo il contenuto. C’è da considerare la bellezza, non solo la bontà. Se poi bontà e bellezza sono nella loro massima evidenza, ancora meglio, significa che le aziende sono in grado di offrire un prodotto di qualità sotto tutti i punti di vista, compresa la stessa funzionalità. Già, perché la confezione, la bottiglia, devono essere pure perfettamente funzionanti, facili, utili anche per colui che acquistando un olio vuole avere una bella bottiglia di immediata fruizione.

Occorre pertanto essere sul mercato con una buona materia prima e nel medesimo tempo presentata anche in una bella forma.

Non meno importante è la stessa etichetta, grande elemento attrattivo per il consumatore, non solo veicolo di informazioni preziose, ma anche elemento attrattivo, che spinge all’acquisto emozionale.

E`con queste premesse che Olio Officina indice la quarta edizione del concorso "Le forme dell’olio".

E' disponibile il regolamento QUI, e il modulo di adesione QUI, per chi intende partecipare, scrivendo a posta@olioofficina.com.
L’idea del concorso nasce proprio con il dichiarato fine di stimolare nuovi investimenti da parte delle aziende.

Nel corso delle tre edizioni che si sono finora succedute, ci siamo resi conto che il comparto investe molto poco, perché crede pochissimo al valore del packaging, al contrario di altri comparti alimentari. Motivo per il quale da quest’anno, proprio per incentivare e favorire un cambiamento di rotta, valorizzando l’impegno delle aziende che ci credono, abbiamo introdotto una particolare attenzione all’etichetta, dal momento che proprio su questo versante si sono notate maggiori attenzioni, anche per via dei minori costi di realizzazione, rispetto alla bottiglia o ad altri contenitori, che ovviamente richiedono investimenti superiori, che non tutte le imprese possono permettersi.

Prestare la massima attenzione all’abbigliaggio, come pure alla funzionalità stessa dei vari contenitori utilizzati nel confezionare l’olio è un aspetto significativo e determinante, da non trascurare. Così pure le etichette, dove tra l’altro posa il primo sguardo il consumatore nell’atto stesso della scelta e dell'acquisto.

Da questo momento in avanti, proprio con l’intento di favorire una nuova cultura dell’abbigliaggio e del packaging, daremo sempre più spazio, su Olio Officina Magazine, alle novità che emergono in tal senso, così da incentivare le stesse aziende a investire di più, a beneficio di tutto il comparto, e con l’indiretto vantaggio, e piacere estetico e funzionale, da parte degli stessi consumatori e dei fruitori professionali del prodotto, i cuochi e gli addetti del canale Horeca.

Se i concorsi dedicati alla qualità degli oli hanno contribuito negli ultimi anni a migliorare le performance aziendali, allo stesso modo ci si augura possa avvenire attraverso un concorso come Le Forme dell’Olio, che punta sempre più a qualificare anche l'abito di un olio.

Il regolamento del concorso è sostanzialmente invariato rispetto alle precedenti edizioni, se non per l’integrazione che si sofferma sulle etichette.

Si può partecipare aderendo entro il 22 dicembre 2016.

 

LEGGI ANCHE

Le Forme dell’Olio 2016, i vincitori

Le Forme dell'Olio 2015, i vincitori

Le Forme dell'Olio 2014, i vincitori

Nella foto di apertura il vincitore assoluto dell'edizione 2016, Giulivo, olio extra vergine di oliva di De Cecco

OO M - 27-09-2016 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
I migliori Oli di Famiglia

I migliori Oli di Famiglia

In Puglia c'è un concorso speciale, rivolto ai non professionisti, ovvero agli olivicoltori dilettanti. L'idea è partita quasi per caso, ma c'era comunque  tutta una visione dietro e una progettualità. Le recensione di un olio spagnolo e di un olio italiano > Mimmo Lavacca

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’olio con gli asparagi

L’olio con gli asparagi

Un gustosissimo risotto, ecco una ricetta che ci porta a Cavaion Veronese, nel Veneto, in un territorio ben curato dove si ottiene il pregiatissimo olio Dop Garda. Così, per anticipare la Festa degli asparagi che si svolgerà dal 16 al 19 maggio, sappiamo ora cosa fare quando non si sa bene cosa inventarsi in cucina. La proposta dei Fratelli Turri a partire dal loro extra vergine dal gusto e dai profumi fini e delicati > Luigi Caricato

EXTRA MOENIA
Il successo di Carapelli for Art 2019 porta nuovo valore

Il successo di Carapelli for Art 2019 porta nuovo valore

Anche la seconda edizione del concorso è andata molto bene. Si è registrato infatti uno straordinario numero di candidature, oltre a un altissimo livello delle opere candidate. C'è grande attesa: i vincitori saranno annunciati nel mese di settembre. Il montepremi complessivo messo in palio dal concorso è di 12 mila euro, suddivisi tra le categorie "Open" e "Accademia"

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Le ricette evo. L'olio buono in cucina

OOF 2019. A Olio Officina Festival 2019 grande risalto all'olio extra vergine di oliva come ingrediente. La scelta di una buona materia prima e l'attenzione a utilizzare al meglio l'olio da olive va incentivata sin da subito. La formazione è un buon punto di partenza. Cinzia Boschiero intervista Cristina Santagata

BIBLIOTECA OLEARIA
Il codice sensoriale olio di oliva

Il codice sensoriale olio di oliva

È il libro del tecnologo alimentare William Loria, edito dal Centro Studi Assaggiatori. Un manuale di sole 96 pagine in cui si condensa un sapere essenziale > Maria Carla Squeo