Lunedì 20 Maggio 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > olive

Torna Monna Oliva

Dopo il successo dell’esordio, è già pronto il regolamento della seconda edizione del concorso destinato a valutare le migliori oli da tavola. La selezione delle olive è prevista per maggio, mentre la premiazione è fissata al 20 giugno. Una iniziativa di Umao d’intesa con l’associazione delle Donne dell’Olio

OO M

Torna Monna Oliva

Spazio alle olive. Per valorizarle. per incentivare l'impegno dei produttori e aspirare a una qualità sempre migliore. Oltre che ad aspirare a un successo commerciale. Olive intere verdi o cangianti al naturale, ma anche olive intere nere al naturale, e poi olive intere verdi in salamoia (metodo Castelvetrano e Sevillano), e ancora olive intere olive intere nere disidratate o raggrinzite, e, infine, possono concorrere anche le olive nere per ossidazione (metodo Californiano).

 

REGOLAMENTO edizione 2015

Art. 1

Oggetto

L’U.M.A.O., Unione Mediterranea Assaggiatori di Olio, d’intesa con l’Associazione Nazionale Donne dell’Olio indice Monna Oliva, Premio Nazionale per le migliori olive da tavola, che si terrà a Roma dal 15 al 18 maggio 2015.

Art. 2

Comitato Tecnico-scientifico

E’ istituito un Comitato tecnico-scientifico, organizzatore dell’evento, presieduto da Paola FIORAVANTI – costituito da: Barbara ALFEI, Tiziana BRIGUGLIO, Anna CANE, Daniela CAPOGNA, Ivano CAPRIOLI, Luigi CARICATO, Lanfranco CONTE, Stefania D’ALESSANDRO, Domenico GENOVESI, Francesco LA CROCE, Barbara LANZA, Alissa MATTEI, Primo PROIETTI, Giandomenico SCANU, Gabriella STANSFIELD, Laura TURRI.

 

Art. 3

Scopo

Il Concorso si propone di:

- Valorizzare le migliori olive da tavola provenienti da diversi ambiti territoriali di produzione.

- Sostenere gli operatori del settore che tendono al miglioramento della qualità del prodotto, con azioni che li aiutino a contraddistinguersi nel mercato globale e a commercializzare il proprio prodotto.

- Sensibilizzare gli olivicoltori e i titolari degli impianti di trasformazione a razionalizzare le tecniche di produzione e trasformazione per il miglioramento della qualità delle olive.

- Stimolare i produttori a curare l’immagine e il confezionamento per la presentazione del prodotto nei mercati qualificati.

- Valorizzare le olive da tavola prodotte e trasformate in Italia per favorirne la conoscenza e l'apprezzamento da parte dei consumatori.

- Promuovere i territori di origine delle olive da tavola italiane sfruttando la tipicità delle olive prodotte nelle diverse regioni e la tradizione olivicola delle diverse zone di produzione, quali elementi attrattivi e veicolanti per l’immagine dell’intero territorio Italiano.

- Risvegliare l’interesse per la produzione delle olive da tavola di origine italiana per un rilancio economico del settore.

 

Art. 4

Ammissione alla Selezione

La selezione è riservata alle olive da tavola prodotte e trasformate in Italia secondo il sistema di lavorazione di cui alle categorie descritte nel successivo art. 5.

Possono partecipare alla presente selezione, purché confezionino il prodotto secondo le norme vigenti in materia d’imballaggi ed etichettatura delle olive da tavola, gli olivicoltori e i produttori, singoli o associati (cooperative e organizzazioni di produttori, quali consorzi, cooperative e reti d’impresa come definite all’art. 3 del decreto legge 10 febbraio 2009, n.5, convertito con modifiche in legge 9 Aprile 2009 n.33), i trasformatori non produttori agricoli,

Sono escluse dalla selezione le imprese i cui titolari e/o legali rappresentanti abbiano subito condanne passate in giudicato per frodi o sofisticazioni: a tal fine le aziende partecipanti dovranno autocertificazione ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. 445/2000.

 

Art. 5

Categorie

Sono ammesse alle selezioni le olive da tavola che rientrano nelle seguenti categorie:

-     olive intere verdi o cangianti al naturale

-     olive intere nereal naturale

-     olive intere verdi in salamoia (metodo Castelvetrano e Sevillano)

-     olive intere olive intere nere disidratate o raggrinzite

-     olive nere per ossidazione (metodo Californiano).

 

Art. 6

Modalità di partecipazione

I soggetti individuati al precedente art. 4 che intendono partecipare alla selezione devono far pervenire alla Segreteria del Concorso presso l’Associazione UMAO - attraverso Posta: Via vittorio Fantini, 60 00128 ROMA o per posta elettronica all’indirizzo: umao1995@gmail.com entro il 9 maggio 2015 la seguente documentazione:

a)     la domanda di partecipazione unitamente alla scheda prodotto, una per ogni tipologia di olive partecipanti alla selezione, redatta secondo il modello predisposto dal Comitato

b)     n.3 etichette a norma di legge per ogni tipologia di olive con cui si intende partecipare

c)     fotocopia del documento di identità in corso di validità di colui che ha sottoscritto la domanda (titolare/legale rappresentante dell’impresa o suo delegato)

d)     ricevuta di versamento della quota di partecipazione di € 50 per ogni tipologia di olive presentate, quale contributo per le spese sostenute per la manifestazione che non persegue fini di lucro. Il versamento deve essere effettuato sul conto corrente bancario intestato a UMAO, Banca di Credito Cooperativo di Roma IBAN: IT95V0832703207000000008259 con la causale: Selezione Olive da mensa 2015. Di tale versamento verrà rilasciata regolare ricevuta fiscale.

Il Comitato si riserva di verificare, direttamente o attraverso incaricati, l'idoneità del produttore delle olive alla partecipazione alla Selezione.

 
 

Art. 7

Modalità di prelievo dei campioni

Gli iscritti alla Selezione devono far pervenire entro le ore 17.00 del 9 maggio 2015 una serie di n° 6 vasi/contenitori/buste da almeno 500 g di olive regolarmente confezionate e riunite in un unico imballo, confezionate per la commercializzazione e corredate di regolare numero di lotto della raccolta 2014/2015. Nel caso di confezioni di peso inferiore, il numero delle confezioni stesse deve essere aumentato fino al raggiungimento del peso complessivo di Kg 3.

Le confezioni devono pervenire presso la sede dell’UMAO, franche di porto e di ogni altra spesa, con apposta le seguente dicitura: “Campione non commerciale inviato per la “Selezione delle olive da mensa Monna Oliva 2015”.

Ciascun partecipante deve assicurare la produzione per la campagna 2014/2015, di un lotto individuato e omogeneo di almeno q 3 di olive. Deve inoltre essere presente sul mercato con il prodotto confezionato e regolarmente etichettato.

 

Art. 8

Casi di esclusione dalla Selezione

Vengono esclusi dalla Selezione i campioni di olive presentati e riferiti a partite indefinite o non individuabili come categoria.

 

Art. 9

Commissioni di valutazione

I campioni di olive partecipanti alla Selezione sono sottoposti ad analisi sensoriale condotta da qualificate Commissioni di valutazione, costituite da figure professionali di provata esperienza. I membri della Commissione di valutazione vengono nominati dal Comitato.

Le Commissioni di valutazione sono composte da un minimo di 8 componenti.

I campioni di olive da sottoporre ad analisi sensoriale da parte delle Commissioni di valutazione, vengono preventivamente anonimizzati mediante procedura secretata, condotta da un Notaio, o da altra autorità avente funzioni di Pubblico Ufficiale; lo stesso garantirà la regolarità di tutte le operazioni della Selezione.

Il Pubblico Ufficiale designato assisterà a tutte le operazioni della Selezione e ne garantisce il regolare svolgimento. Per l’adempimento delle sue funzioni potrà giovarsi della collaborazione di personale di sua fiducia.

I campioni di olive vengono sottoposti all’esame delle apposite Commissioni contrassegnati da un’apposita sigla identificativa, al fine di garantirne l’anonimato.

Il Panel Leader delle Commissioni di valutazione, al termine dei lavori di analisi sensoriale sui campioni, redige una graduatoria unica per ogni tipologia di olive esaminate.

 

 

In apertura il logo di Monna Oliva nell'illustrazione di Valerio Marini


OO M - 10-03-2015 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il vino della settimana: Raboso del Piave 2015, di Giorgio Cecchetto

Il vino della settimana: Raboso del Piave 2015, di Giorgio Cecchetto

Prodotto nella pianura trevigiana attraversata dal fiume Piave, è ottenuto dall’unico vitigno a bacca rossa autoctono della provincia di Treviso. Al naso viene inizialmente risaltata la frutta rossa che successivamente si evolve nello speziato e confettura > Enrico Rana

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’olio con gli asparagi

L’olio con gli asparagi

Un gustosissimo risotto, ecco una ricetta che ci porta a Cavaion Veronese, nel Veneto, in un territorio ben curato dove si ottiene il pregiatissimo olio Dop Garda. Così, per anticipare la Festa degli asparagi che si svolgerà dal 16 al 19 maggio, sappiamo ora cosa fare quando non si sa bene cosa inventarsi in cucina. La proposta dei Fratelli Turri a partire dal loro extra vergine dal gusto e dai profumi fini e delicati > Luigi Caricato

EXTRA MOENIA
Esordio a Milano per il Carapelli Restaurant

Esordio a Milano per il Carapelli Restaurant

Un temporary restaurantche realizza il sogno di diventare chef per un giorno. Dal 16 al 26 maggio negli spazi suggestivi di Mari&Co, Carapelli dedica ai food lover uno speciale ristorante in cui cucinare per i propri amici un piatto del cuore insieme allo chef stellato Filippo Saporito e alla selezione degli oli Premium Carapelli 100% italiani

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Le ricette evo. L'olio buono in cucina

OOF 2019. A Olio Officina Festival 2019 grande risalto all'olio extra vergine di oliva come ingrediente. La scelta di una buona materia prima e l'attenzione a utilizzare al meglio l'olio da olive va incentivata sin da subito. La formazione è un buon punto di partenza. Cinzia Boschiero intervista Cristina Santagata

BIBLIOTECA OLEARIA
L’olio spiegato alle mie figlie

L’olio spiegato alle mie figlie

Un libro dell'oleologo Lorenzo Cerretani per le edizioni Olio Officina, da avere assolutamente con sé. Pensato per i giovanissimi, è adatto anche agli adulti. Un linguaggio semplice, proprio per questo utilissimo per apprendere tutto, ma proprio tutto, sull'olio da olive, il pregiato succo