Giovedì 22 Agosto 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > scuola d'assaggio

Gli errori del panel

Gli assaggiatori non sono macchine e possono anche sbagliare, ma il metodo della valutazione sensoriale rappresenta un capisaldo molto importante. Giuseppe Di Lecce, un analista sensoriale tra i più apprezzati, ci elenca i più frequenti errori di ordine psicologico e fisiologico

OO M

Gli errori del panel

Sbagliare è inevitavile, si può: succede. Sono tanti i possibili errori nei quali si può incorrere, e sono di ordine psicologico o fisiologico. L’analista sensoriale Giuseppe Di Lecce interventuto nell’ambito di un workshop al Simei lo scorso 6 novembre sul tema “L'incidenza del fattore umano nella valutazione sensoriale degli oli da olive. Quanto può influenzare il condizionamento culturale o ambientale? E' veramente una macchina perfetta l'assaggiatore?” , ha messo in evidenza quello che può accadere al momento dell’assaggio, ovvero quali possibili errori si possano verificare.

Ovviamente – come opportunamente sostiene Di Lecce – per minimizzare gli errori è necessaria procedere con una operazione di randomizzazione e calibrazione.

A proposito di randomizzaione, secondo Giuseppe Di Lecce “l’ordine di presentazione dei campioni ai giudici deve essere studiato in modo che, durante ogni seduta, ciascun campione sia valutato lo stesso numero di volte per ogni posizione all’interno della serie”.

Riguardo invece alla calibrazione, Di Lecce aggiunge come “anche il giudice debba essere tarato in modo che apprenda esattamente il significato degli attributi da valutare e che sia in grado di utilizzare la scala di valutazione nel modo più omogeneo possibile”.

GLI ERRORI PSICOLOGICI

Errore della tendenza al valore centrale, quando il giudice tende ad assegnare punteggi nell’intorno dell’intervallo centrale della scala d’intensità (appiattimento del giudizio), per paura di sbagliare.

Errore di presentazione, codifiche dei campioni con lettere come A, B, C o numeri come 1, 2, 3, possono indurre a ordinare i campioni secondo l'ordine alfabetico o numerico (i campioni vanno contrassegnati con codici costituiti da lettere e numeri casuali es. PF o 593) (vedi test pratici precedenti).

Errore di aspettativa (“false attese”), quando il giudice ha conoscenza pregressa del prodotto e quindi tende a ritrovare in esso alcuni attributi e caratteristiche (BLIND TEST). Giusto compromesso fra informazioni date agli assaggiatori e loro livello di motivazione.

Errore di contrasto, quando un prodotto di qualità inferiore è seguito da uno di qualità più elevata, può avvenire che la differenza tra i due venga esagerata ed il prodotto di migliore qualità riceva un punteggio molto maggiore di quello che avrebbe ottenuto se fosse stato preceduto da un campione con caratteristiche più vicine.

Errore di influenza reciproca, quando la risposta di un giudice viene influenzata dalle reazioni di quelli che hanno già effettuato la seduta o da una parola di troppo del Panel leader.

Errore di reminescenza, quando la percezione di uno stimolo può portare alla mente sensazioni inesistenti, o ricordi che generano attese (vedi test pratici precedenti).

Errore di vicinanza, quando gli attributi con significato analogo (es. “tenero” e “succoso”) tendono a essere valutati nello stesso modo.

Errore di volubilità, quando un soggetto esagera nell’uso dei termini estremi di una scala.

 


GLI ERRORI FISIOLOGICI

Errore di adattamento, quando a causa di una stimolazione continua o troppo ripetuta avviene una modificazione della sensibilità del recettore sensoriale.
Stanchezza, assuefazione, abitudine.

Errore di soglia, quando un giudice manifesta una soglia di percezione verso un determinato stimolo molto diversa dagli altri soggetti (es. amaro, piccante).

Errore d’incremento o di decremento, questi coinvolgono le interazioni fra stimoli presenti simultaneamente in un prodotto, ovvero quando una sostanza aumenta o diminuisce, rispettivamente, l’intensità di un’altra sostanza contemporaneamente presente (sinergia).
“Effetto alone” : enfatizzazione, soppressione, sinergia.
Anosmia – ageusia: incapacità a percepire gli odori – i sapori
Iposmia, disosmia – ipogeusia, disgeusia: alterazione della soglia olfattiva - gustativa

 

Bibliografia

Sensory Evaluation Techniques, Meilgaard, Civille, Carr; CRC press 2006.

Statistics for Sensory and Consumer Sciences, Naes, Brockhoff, Tomic, Wiley 2010.

 

La foto di apertura è di Luigi Caricato

OO M - 24-11-2015 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Luigi Caricato
L'INCURSIONE

LUIGI CARICATO

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il Dop Riviera Ligure Riviera di Levante Olea albero della vita

Il Dop Riviera Ligure Riviera di Levante Olea albero della vita

Prodotto da Lucchi & Guastalli a Santo Stefano Magra, in provincia di La Spezia. I meriti di Marco Lucchi?Aver avuto un ruolo importante nella rinascita dell’olivicoltura del Levante ligure e di essere “l’uomo che ha sconfitto la taggiasco dipendenza” > Francesco Bruzzo

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’olio con gli asparagi

L’olio con gli asparagi

Un gustosissimo risotto, ecco una ricetta che ci porta a Cavaion Veronese, nel Veneto, in un territorio ben curato dove si ottiene il pregiatissimo olio Dop Garda. Così, per anticipare la Festa degli asparagi che si svolgerà dal 16 al 19 maggio, sappiamo ora cosa fare quando non si sa bene cosa inventarsi in cucina. La proposta dei Fratelli Turri a partire dal loro extra vergine dal gusto e dai profumi fini e delicati > Luigi Caricato

EXTRA MOENIA
Il successo di Carapelli for Art 2019 porta nuovo valore

Il successo di Carapelli for Art 2019 porta nuovo valore

Anche la seconda edizione del concorso è andata molto bene. Si è registrato infatti uno straordinario numero di candidature, oltre a un altissimo livello delle opere candidate. C'è grande attesa: i vincitori saranno annunciati nel mese di settembre. Il montepremi complessivo messo in palio dal concorso è di 12 mila euro, suddivisi tra le categorie "Open" e "Accademia"

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Le ricette evo. L'olio buono in cucina

OOF 2019. A Olio Officina Festival 2019 grande risalto all'olio extra vergine di oliva come ingrediente. La scelta di una buona materia prima e l'attenzione a utilizzare al meglio l'olio da olive va incentivata sin da subito. La formazione è un buon punto di partenza. Cinzia Boschiero intervista Cristina Santagata

BIBLIOTECA OLEARIA
Il codice sensoriale olio di oliva

Il codice sensoriale olio di oliva

È il libro del tecnologo alimentare William Loria, edito dal Centro Studi Assaggiatori. Un manuale di sole 96 pagine in cui si condensa un sapere essenziale > Maria Carla Squeo