Giovedì 12 Dicembre 2019 - direttore LUIGI CARICATO - [email protected]

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > incursioni

Ecco l’olio più buono che c’è, il mio preferito

Luigi Caricato

Spesso mi rivolgono le domande più strane, quando mi intervistano i colleghi, come pure quando, nel corso di alcuni incontri, qualcuno pubblicamente (e insistentemente) mi chiede quale sia, per me, l’olio migliore in assoluto, o comunque quello che più preferisco in quanto ritenuto più eccellente tra i tantissimi extra vergini in commercio. Inutile evidenziare il fatto che tutti, nel chiedermelo, manifestano la curiosità di sapere il nome di un’azienda e, in particolare, il riferimento a un territorio specifico.

Chi mi conosce può ben intuire la mia risposta, non amando le classifiche, e nemmeno l'idea stessa di evocare un nome da collocare ai piani più alti, elevandolo a eccellenza assoluta.

In ogni caso, anche se avessi un olio a marchio Dop preferito, non lo direi mai, nemmeno sotto tortura. Non voglio che si creino inutili mode. Tutti gli extra vergini sono per me potenzialmente eccellenti, dipende da come si producono e dagli andamenti stagionali.

Mi piacciono sicuramente gli oli di grande personalità, siano essi fruttati tenui, medi o intensi. Dovendomi soffermare sulle Dop (tante, troppe) posso senza alcun dubbio sostenere che, a parte alcune eccezioni, sono gli oli a marchio Dop del centro nord Italia quelli di gran lunga più efficaci, perché i loro consorzi sono meglio organizzati, riuscendo di conseguenza a imporsi meglio all’attenzione generale.

Al Sud – e lo dico con amarezza, essendo nato in Puglia, nel Salento – noto come purtroppo manchino in capacità organizzativa: non investono in marketing, né, tanto meno, in comunicazione; e così accade per contro che alcune aree come la Liguria o il Garda, o una regione come la Toscana, riescano a spuntare sempre maggiori e continui successi, pur non disponendo di grandi superfici olivicole.

La vera sfida consiste tutta nel riuscire a scuotere il Sud, affinché si liberi dalle maglie di una prigione che in tutti questi anni è riuscita a sottrarre tanta linfa vitale al settore. Sia ben chiaro: non è una demolizione dell’associazionismo che ha gestisto finora il settore. Non sia mai! - ma va pur detto che una buona parte di questo vasto universo di organizzazioni che affolla il mondo agricolo e paragaricolo si è mosso purtroppo in maniera distruggente, alla maniera, per essere più precisi, di un elefante che si agita in una cristalleria.

Non tutto è perduto, perché è solo recuperando il primordiale spirito ispiratore dell’associazionismo, così come era concepito agli albori, che si potrà far risalire la china a tutti quei territori che, a parte le singole aziende modello, non riescono a emergere collettivamente.

Ora, però, anche a distanza di qualche anno, la situazione è diversa, qualcosa sta cambiando. Possiamo sentirci più tranquilli. Tuttavia, nemmeno sotto tortura vi dirò il mio olio preferito. Anche perché sapete bene che il mio olio preferito è, per definizione, l’olio prodotto meglio, indipendentemente dalle origini. Ovunque si fa l’olio buono, laddove esiste un bravo produttore.

Luigi Caricato - 10-05-2016 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Conoscete l'olio Dop Provence?

Conoscete l'olio Dop Provence?

Sul mensile Oliocentrico di ottobre abbiamo ospitato la recensione di un olio francese, del Moulin à huile d’olive «Bastide du Laval», operativo a Cadenet, ottenuto a partire da olive Aglandau, Salonenque, Cayon, Bouteillan e Picholine. Sul numero 5 della rivista si può leggere la versione in lingua francese, qui quella in lingua italiana > Cécile Le Galliard

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

Lo chef Damiano Carrara ha realizzato per Monini due dessert in cui l’olio extra vergine di oliva è protagonista oltre che in cucina anche in pasticceria: un’alternativa più salutare rispetto al burro

EXTRA MOENIA
Acque agitate intorno all’Igp aceto balsamico di Modena

Acque agitate intorno all’Igp aceto balsamico di Modena

Riceviamo e volentieri pubblichiamo una nota stampa del Consorzio d tutela dell’Aceto Balsamico di Modena, intorno alle dichiarazioni diffuse da Armando De Nigris, presidente dell’omonimo Gruppo, e pubblicate da Olio Officina Magazine. Scrive, in particolare, la presidente Mariangela Grosoli, che “il Consorzio continuerà in tutti i modi possibili a perseguire la difesa del prodotto, della denominazione, di un mercato trasparente ed etico, insieme alla tutela del consumatore e di una concorrenza leale”

GIRO WEB
Coi, nuovo sito web

Coi, nuovo sito web

Il 19 novembre è entrato in funzione un rinnovato website, più facilmente navigabile e agevole, in linea con le tecnologie più avanzate. Un utile strumento web per essere costantemente aggiornati sulle news del Consiglio oleicolo internazionale.  Si tratta di un solido punto di riferimento per il mondo olivicolo e oleario mondiale da tenere sempre sotto osservazione. Tante le novità

OO VIDEO

Diminuisce il consumo degli oli da olive

Se da un lato si riduce la quantità d’olio utilizzata nel consumo domestico, dall’altra cresce la quantità di olio prodotto nel mondo. Questo accade nei Paesi tradizionali – Grecia, Italia, Spagna - dove storicamente si è sempre utilizzato l’olio ricavato dalle olive. L’analisi della tecnologa alimentare Daniela Capogna, intervistata nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione

BIBLIOTECA OLEARIA
Disponibile la nuova guida “Evooleum 2020”

Disponibile la nuova guida “Evooleum 2020”

Il gruppo editoriale Mercacei ha reso pubblica la nuova guida della quarta edizione dell'Evooleum World's Top100 Extravergine Olive Oils, in cui sono presentati i migliori 100 oli extra vergine d’oliva ottenuti in base ai risultati nell'ambito dell'Evooleum Awards. In questa guida deluxe, prologo del celebre chef Andoni Adúriz (Mugaritz), il lettore si può imbattere nelle ricette mediterranee dello chef 2 stelle Michelin Paco Roncero, negli articoli sugli usi culinari dell'olio extravergine di oliva, le destinazioni più alla moda, le ultime tendenze nel mondo del packaging e degli abbinamenti e tanto altro ancora