Lunedì 25 Maggio 2020 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > italia

La storia dell'olio gardesano

La cultura che pone le basi per una solida economia. Ecco un esempio di come un'azienda, in questo caso la Fratelli Turri, si propone al pubblico creando valore per il prodotto e la collettività. Al Sol & Agrifood di Verona, sarà presentata la nuova pubblicazione Olio ed Olivi del Garda veronese, di cui l'impresa olearia di Cavaion Veronese è editore, tradotta anche in inglese

OO M

La storia dell'olio gardesano

Un buon esempio di come le aziende olearie dovrebbero muoversi e agire lo fornisce la Frantoio Turri di Cavaion Veronese. Da sempre impegnata sul fronte culturale, ora si ripresenta al pubblico con una nuova edizione del volume Olio ed olivi del Garda veronese. Le vie dell’olio gardesano dal medioevo ai primi del Novecento, che ora a tutti gli effetti diventa il primo libro dedicato interamente alla storia dell’olio del Garda.

Tradotto anche in inglese, il volume rappresenta il primo scritto in lingua anglosassone sull’olivocoltura gardesana. L’obiettivo è far sì che gli operatori del settore stranieri possano comprendere l’importanza che la coltivazione dell’olivo ricopre da sempre nell’economia del territorio.

Olio ed olivi del Garda veronese, curato da Gian Maria Varanini e con i contributi di Andrea Brugnoli e Paolo Rigoli, verrà presentato durante Sol&Agrifood, il Salone Internazionale dell’Agroalimentare di Qualità, che si terrà durante Vinitaly, in programma da domenica 7 a mercoledì 10 aprile. 

Nel libro viene raccontata la storia millenaria della coltivazione dell’olivo e della produzione di olio sulla sponda veronese del lago di Garda, un percorso che ha inizio nel basso Medioevo e che arriva fino al primo Novecento. Le numerosi fonti citate dimostrano come già in tempi remoti l'olio gardesano si distinguesse per la qualità e per il valore economico maggiore rispetto agli oli di altre provenienze. Inoltre l'olio veniva utilizzato sia nell'alimentazione che in campo medico. Il libro spiega anche quali fossero e come sono cambiate le tecniche di coltivazione dell'olivo nel corso della storia. 

"La scelta di stampare una seconda edizione e tradurre il volume in inglese – spiega Laura Turri, titolare del frantoio assieme ai fratelli Mario, Luisa e Giovanni – dimostra come l’apertura al mercato internazionale sia per noi importante, come lo è allo stesso tempo mantenere i rapporti con le realtà locali. Abbiamo seguito e accompagnato il crescente affinamento del gusto da parte dei consumatori, continuando a sostenere con altre pubblicazioni la ricerca storica e la divulgazione sull’olivicoltura veronese".


Si ringrazia per la notizia e la foto lo Studio Cru

OO M - 26-03-2019 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il Casa Coricelli 100% italiano

Il Casa Coricelli 100% italiano

Il punto di forza e di novità è nella tracciabilità certificata, ben evidenziata in etichetta. Il numero di lotto rimanda a una materia prima pugliese, e in particolare proveniente dalle province di Taranto e Brindisi. Sapidità, armonia, morbidezza, una nota dolce persistente al primo impatto, il gusto che ricorda il carciofo > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Ricetta d’autore: Budino di pane al cioccolato con zuppa di fragole, menta e olio extra vergine di oliva

Ricetta d’autore: Budino di pane al cioccolato con zuppa di fragole, menta e olio extra vergine di oliva

Marisa Iocco, chef e patron di Spiga Ristorante a Boston, ci propone un dolce tipicamente americano, molto popolare e ormai ritenuto così familiare da non poterlo togliere dal menu, per quanto è richiesto. Lo stesso dolce è stato proposto in occasione del progetto di comunicazione e formazione che si è tenuto a fine 2019 a Boston, Providence e New York, organizzato dai consorzi di qualità degli oli extra vergini di oliva Ceq Italia e, per la Spagna, da QvExtra! con il supporto dell’Unione europea

EXTRA MOENIA
Ecco il miglior Aceto Balsamico di Modena Igp

Ecco il miglior Aceto Balsamico di Modena Igp

L’organizzazione tedesca Stiftung Warentest, nota per la propria indipendenza e imparzialità, ha reso noto, attraverso le pagine della sua rivista Test, i risultati di una serie di analisi effettuate su ben 19 aceti balsamici di Modena. A guadagnare il più alto gradino sul podio è stato l’Igp “5 Grappoli invecchiato” dell’Acetaia Giuseppe Cremonini di Spilamberto

GIRO WEB
Una piattaforma per cercare manodopera nei campi

Una piattaforma per cercare manodopera nei campi

Si chiama “Lavora con agricoltori italiani” ed è una iniziativa di Cia-Agricoltori Italiani. Si tratta, per l'esattezza, di un portale di intermediazione per mettere in contatto lavoratori e aziende agricole. Ora però si attendono misure concrete da parte delle Istituzioni, la mancanza di manodopera desta non poche preoccupazioni

OO VIDEO

Il sottocosto dell’olio extra vergine di oliva

È un approccio commerciale decisamente sbagliato, perché non attribuisce il reale valore a un olio che vanta invece grandi meriti nutrizionali, salutistici e perfino edonistici. Ne abbiamo parlato con Andrea Carrassi, direttore generale di Assitol, organizzazione da tempo impegnata a contrastare pratiche commerciali che sviliscono un prodotto di alto valore

BIBLIOTECA OLEARIA
Tutto sull’olio. Una guida essenziale

Tutto sull’olio. Una guida essenziale

Non tutti gli italiani conoscono l'olio extra vergine di oliva. Lo consumano, certo, ma ne ignorano la natura e il valore. Lo si vede da come acquistano l’olio al supermercato, scegliendo sempre quello in offerta al prezzo più stracciato. Ecco allora un utile strumento per acquisire le giuste conoscenze e imparare a impiegare al meglio tutti gli extra vergini > Silvia Ruggieri