Economia

Il mercato dell’olio? È tutto molto complicato

Confezionatori e raffinatori, nella probabilità che le quotazioni nel prossimo futuro possano essere ancora inferiori, tendono a procrastinare le coperture. Le cooperative e i frantoiani spagnoli tendono invece a smaltire parte delle giacenze per liquidare gli olivicoltori. Nel frattempo, gli stock di olio si riducono e il rischio di rialzi improvvisi non è del tutto escluso. L’andamento del mercato estero coinvolge ovviamente anche gli operatori italiani

Adriano Caramia

OOF Magazine n.16 è andato davvero a ruba

Le copie rimaste in redazione sono pochissime, poco più di una decina. Ma lo capiamo perfettamente: il tema portante è quello della frittura, una delle tecniche culinarie più amate e golose in assoluto. Non disperate, però. Potete ordinare il numero qualora non l’aveste preso per tempo, disponibile a partire da maggio

Olio Officina


L’oliveto Italia si muove intorno alla cultivar Favolosa

Conosciuta anche come FS 17, ormai è presente ovunque, coltivata con successo in ogni regione del Paese. Nel Salento sta addirittura contribuendo a salvare l’olivicoltura dal terribile e nefasto batterio Xylella. E ora, a Trani, il 9 e 10 maggio è previsto un evento di due giorni, dove una vasta comunità di olivicoltori si riunisce per celebrare la varietà di cui è stato artefice Giuseppe Fontanazza, allora direttore dell’istituto di ricerca che fa capo al Cnr di Perugia

Olio Officina


Daniela Marcheschi è visiting scholar all’American Academy di Roma

È arrivato un importante e meritato riconoscimento per il critico letterario e antropologa delle arti, l’ennesimo tra i tanti, visto che già in passato ha ricevuto il Rockefeller Award per la critica e la poesia, nel 1996, e il TolkningsPris dall’Accademia di Svezia nel 2006. Per le edizioni Olio Officina dirige la rivista “Corso Italia 7” ed è autrice del volume Il volto umano dell’olio

Olio Officina


La giusta dose di antiossidanti con un cucchiaino di extra vergine

A sostenerlo è Nicola Pantaleo, l’amministratore delegato della omonima casa olearia di Fasano. “Occorre aprirsi a una nuova visione dell’olio”, sostiene. “Perché con un mercato in fibrillazione, dovuto alla mancanza di olio, il consumatore andrebbe educato alla riflessione e a scelte più responsabili ed etiche”. Lo stato di crisi odierno ci offre l’occasione per indirizzare i consumatori verso scelte di maggiore qualità, privilegiando quelle produzioni che un tempo faticavano ad affermarsi sui mercati: “è tempo di ridare dignità a un alimento ritenuto nutraceutico

Luigi Caricato


Il mercato dell’olio da olive tra variazioni di prezzo e ripensamento delle attività

Nonostante sia stato registrato un calo generale dei prezzi, la diminuzione dei consumi continuerà a esserci perché la concorrenza con gli oli di semi si conferma più agguerrita e lo scenario economico alquanto deteriorato scoraggia le famiglie al momento della spesa. A fronte della situazione attuale, è necessario che si ricostituiscano scorte di merce sufficienti a seguito di auspicate generose nuove produzioni e quindi che i grafici dei mercuriali rivolgano la loro direzione al ribasso

Adriano Caramia


Un nuovo futuro per l’olio extra vergine di oliva. Lo invoca Unifol

Organizzato dall'Unione italiana famiglie olearie, insieme con Cibus e Gdo News, si è tenuto a Bitonto un incontro che ha messo in dialogo realtà come Coop, Conad, Vègè e altre, allo scopo di decodificare le recenti tendenze del mercato dell'olio. Nonostante le troppe variabili per tratteggiare un quadro previsionale, tra le certezze vi è quella che il consumatore non ha abbandonato l'olio evo, quando il prezzo è raddoppiato, ma ne ha tuttavia ridotto il consumo. Cosa resta da fare?

Olio Officina


Riconfermate le cariche del Gruppo Olio d’oliva di Assitol

L’Associazione italiana dell’industria olearia vedrà nuovamente ai vertici la presidente Anna Cane e i vicepresidenti, Dora Desantis e Andrea Colavita per il biennio 2024-25. Il rinnovo giunge durante una delle campagne olearie più difficili degli ultimi decenni, ma proprio questo scenario così complicato ha fatto emergere, ancora una volta, la capacità del settore di reggere l’urto, rispondendo in modo adeguato alla domanda dei consumatori

Olio Officina


Iscriviti alle
newsletter

Lo stato del comparto oleario al 29 febbraio 2024

Secondo i dati forniti dall'Icqrf, sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell'olio, gli operatori del settore risultano pari a 22.703, dei quali restano in giacenza 265.170 tonnellate di olio da olive con riduzione del 1,6% rispetto al 31 gennaio scorso (269.574 t). Le giacenze di olio sono inferiori (-15,4%) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno

Olio Officina


Come è andata l’olivagione 2023 per l’olio Dop Umbria

Sono quasi 4.220 le tonnellate di olive da cui sono stati estratti nei frantoi circa 686 mila litri di olio extra vergine di oliva potenzialmente atti a divenire olio a denominazione di origine protetta. Nel frattempo, a fine gennaio 2024 sono stati effettuati 87 prelievi che hanno consentito la certificazione di circa 225 mila litri a marchio Dop, confermando il medesimo trend dell’annata 2022

Olio Officina


Lo stato del comparto oleario al 31 gennaio 2024

Secondo i dati forniti dall'Icqrf, sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell'olio, gli operatori del settore risultano pari a 22.680, dei quali restano in giacenza 269.574 tonnellate di olio da olive con aumento del 13,9% rispetto al 31 dicembre scorso (236.602 t). Le giacenze di olio sono inferiori (-14,5%) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno

Olio Officina


Un regalo oliocentrico per San Valentino

Se donare un libro è un gesto d’amore, regalare l’abbonamento a Olio Officina Magazine è una vera e propria dichiarazione d’affetto. La nostra rivista in edizione cartacea racconta l’olio attraverso tutte le declinazioni possibili, passando dall’oloeturismo fino ad approfondimenti di tecniche di cucina, come la frittura, e tanto, tanto altro

Olio Officina