Lunedì 25 Maggio 2020 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > cultura

OOF International Magazine

Una fattura elegante e di alta qualità, in versione italiana e inglese. Un caso raro nel panorama dell’editoria agricola, che mostra come il settore primario ha enormi potenzialità di ergersi nello scenario globale anche con prodotti culturali altamente competitivi

Alfonso Pascale

OOF International Magazine

Questa recensione di Alfonso Pascale ci fa tanto piacere e la proponiamo in lettura ai nostri più affezionati lettori.

Mi è arrivato l’ultimo numero della bella rivista trimestrale OOF International Magazine diretta da Luigi Caricato. Viene distribuita in libreria e si può ricevere al proprio recapito su abbonamento. È possibile acquistare copia digitale sfogliabile della rivista su piattaforma Issuu alla voce Olio Officina.

È piacevole riceverla, non solo per i contenuti sempre stimolanti, ma anche perché si presenta in una fattura elegante e di alta qualità, in versione italiana e inglese. Un caso raro nel panorama dell’editoria agricola, che mostra come il settore primario ha enormi potenzialità di ergersi nello scenario globale anche con prodotti culturali altamente competitivi.

Il numero in distribuzione è particolarmente accattivante perché è dedicato alle ricette che hanno come ingrediente principale i condimenti. Una innovazione che può favorire un cambiamento di mentalità. Se un olio extra vergine di oliva o un aceto, nelle mani di uno chef che sa il fatto suo, diventa il punto di partenza per “costruire” una pietanza, significa che quel condimento non può essere uno qualsiasi, il primo che capita sottomano, ma va scelto in modo meditato per inserirlo in una ricetta. E l’altro messaggio è che ogni piatto vuole il suo olio o il suo aceto. Bisognerà dunque imparare ad esaminare l'olio in base alle caratteristiche reologiche e sensoriali con cui si caratterizza e contraddistingue.

Come spiega la studiosa Daniela Marcheschi in un articolo della rivista dedicato alle voci dell’olio, la parola “condimento” indica oggi qualsiasi “sostanza atta a insaporire o rendere più piacevole una vivanda” e, con valore figurato, “quanto rende qualcosa perfettamente compiuto”. Se si vince la sfida di collocare l’olio non più in una posizione complementare ma centrale di una ricetta, sarà necessario aggiungere nuovi significati alla voce “condimento”. Da questo esempio, si può comprendere come la ricetta oliocentrica è una innovazione che può produrre rilevanti cambiamenti culturali anche in ambiti diversi.

La rivista introduce ogni volta delle novità molto interessanti che inducono a pensare e a fare. Per questo è utile a chiunque, indipendentemente dall’attività che svolge. Non possono assolutamente privarsene coloro che lavorano nel settore alimentare, buyer, chef, sommelier, se vogliono acquisire le nuove tendenze. E gli olivicoltori dovrebbero metterla in bella mostra nelle loro aziende e nelle loro associazioni come un fiore all’occhiello di cui andare orgogliosi. Anche sostenendo progetti culturali come questo, i produttori potranno guardare al futuro con coraggio ed entusiasmo.


Alfonso Pascale - 13-10-2019 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il Casa Coricelli 100% italiano

Il Casa Coricelli 100% italiano

Il punto di forza e di novità è nella tracciabilità certificata, ben evidenziata in etichetta. Il numero di lotto rimanda a una materia prima pugliese, e in particolare proveniente dalle province di Taranto e Brindisi. Sapidità, armonia, morbidezza, una nota dolce persistente al primo impatto, il gusto che ricorda il carciofo > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Ricetta d’autore: Budino di pane al cioccolato con zuppa di fragole, menta e olio extra vergine di oliva

Ricetta d’autore: Budino di pane al cioccolato con zuppa di fragole, menta e olio extra vergine di oliva

Marisa Iocco, chef e patron di Spiga Ristorante a Boston, ci propone un dolce tipicamente americano, molto popolare e ormai ritenuto così familiare da non poterlo togliere dal menu, per quanto è richiesto. Lo stesso dolce è stato proposto in occasione del progetto di comunicazione e formazione che si è tenuto a fine 2019 a Boston, Providence e New York, organizzato dai consorzi di qualità degli oli extra vergini di oliva Ceq Italia e, per la Spagna, da QvExtra! con il supporto dell’Unione europea

EXTRA MOENIA
Ecco il miglior Aceto Balsamico di Modena Igp

Ecco il miglior Aceto Balsamico di Modena Igp

L’organizzazione tedesca Stiftung Warentest, nota per la propria indipendenza e imparzialità, ha reso noto, attraverso le pagine della sua rivista Test, i risultati di una serie di analisi effettuate su ben 19 aceti balsamici di Modena. A guadagnare il più alto gradino sul podio è stato l’Igp “5 Grappoli invecchiato” dell’Acetaia Giuseppe Cremonini di Spilamberto

GIRO WEB
Una piattaforma per cercare manodopera nei campi

Una piattaforma per cercare manodopera nei campi

Si chiama “Lavora con agricoltori italiani” ed è una iniziativa di Cia-Agricoltori Italiani. Si tratta, per l'esattezza, di un portale di intermediazione per mettere in contatto lavoratori e aziende agricole. Ora però si attendono misure concrete da parte delle Istituzioni, la mancanza di manodopera desta non poche preoccupazioni

OO VIDEO

Il sottocosto dell’olio extra vergine di oliva

È un approccio commerciale decisamente sbagliato, perché non attribuisce il reale valore a un olio che vanta invece grandi meriti nutrizionali, salutistici e perfino edonistici. Ne abbiamo parlato con Andrea Carrassi, direttore generale di Assitol, organizzazione da tempo impegnata a contrastare pratiche commerciali che sviliscono un prodotto di alto valore

BIBLIOTECA OLEARIA
Tutto sull’olio. Una guida essenziale

Tutto sull’olio. Una guida essenziale

Non tutti gli italiani conoscono l'olio extra vergine di oliva. Lo consumano, certo, ma ne ignorano la natura e il valore. Lo si vede da come acquistano l’olio al supermercato, scegliendo sempre quello in offerta al prezzo più stracciato. Ecco allora un utile strumento per acquisire le giuste conoscenze e imparare a impiegare al meglio tutti gli extra vergini > Silvia Ruggieri