Lunedì 23 Ottobre 2017 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > buon cibo

L'aglio nero

L'avete mai degustato? Si ottiene attraverso una fermentazione spontanea in un ambiente umido, in varie fasi, che durano circa ottanta giorni. Dato che le molecole di allicina si concentrano, questo antiossidante diventa disponibile in quantità superiori a beneficio del nostro organismo

Daniele Tirelli

L'aglio nero

Io sì, l’ho acquistato. Ovviamente dal category killer dell’ortofrutta Grand Frais, a Dijon (Francia), dato che in Italia i retailer non sospettano neppure che esista.
Ebbene, creato vent’anni fa in Corea è diventato di gran moda negli USA, in Spagna (dove hanno iniziato a produrlo e a esportalo) e in Francia.

Negli USA ho constatato che lo inseriscono nei corsi di cucina e di alimentazione dei supermercati.
Li ho visti a Poughkeepsie (New York) da Adam’s Fair Acres e a Austin (Texas) da Central Market (HEB).

Ci fanno anche i dolci, dato che l’aglio nero non puzza e non sa di aglio, ma ha un sapore dolce con sfumature di liquirizia. Dunque arricchisce i dessert al cioccolato e le creme.
Fantastico anche per le salse per il pesce e i crostacei in quanto ricco di umami… il quinto sapore.

L’aglio nero si ottiene attraverso una fermentazione spontanea in un ambiente umido, in varie fasi, che durano circa 80 giorni. Dato che le molecole di allicina si concentrano, questo antiossidante diventa disponibile in quantità superiori a beneficio del nostro organismo.

La presenza di s-allylcycteine (SAC), poi serve a ridurre il colesterolo.
L’Ajo Negro dell’azienda spagnola La Veguilla ha già preso la sua fetta di mercato, e lo si vende a prezzi adeguati, mentre noi stiamo a guardare. Coltivatori ferraresi, che fate? dormite?

 

La foto di apertura è di Daniele Tirelli

Daniele Tirelli - 06-06-2017 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Think green

Think green

Un mix di olive di diverse cultivar rendono l'olio dell'Oleificio Angelo Coppini di Terni, un cento per cento italiano, un extra vergine versatile e armonico, dal gusto rotondo > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Torta de aceite

Torta de aceite

Colazione con la celeberrima torta dell'azienda andalusa Inés Rosales. A base di olio da olive. Una delizia. L'avete mai provata? > Daniele Tirelli

GIRO WEB
Il nuovo sito web che ospita Olio Officina Edizioni

Il nuovo sito web che ospita Olio Officina Edizioni

Abbiamo collocato on line il sito della nostra casa editrice. Uno strumento utile per saperne di più sulle nostre pubblicazioni, sia cartacee, sia telematiche. Il nuovo sito è sul dominio olioofficina.eu, e affianca quelli di Olio Officina Magazine (olioofficina.it), Olio Officina Globe (olioofficina.net) e Olio Officina Festival (olioofficina.com). Buona navigazione > Luigi Caricato

OO VIDEO

La genesi dell'oliva

In un video emozionale e insieme documentaristico l'azienda veneta Frantoio Fratelli Turri di Cavaion Veronese, fa comprendere a chi non ha confidenza con il frutto dell'oliva, come si forma e si struttura il frutto ne corso dei mesi e come alla fine nasca l'olio extra vergine, quello a marchio Garda Dop Turri di varietà Casaliva

BIBLIOTECA OLEARIA
Oliva Ascolana del Piceno

Oliva Ascolana del Piceno

Un libro-manuale edito da Ascoliva, di cui sono autori Marino Felicioni, Leonardo Seghetti e Mario De Angelis, mette in evidenza un settore tra i meno conosciuti eppure di fondamentale importanza > Maria Carla Squeo